IngForum
http://www.ingegneri.info/forum/

Glossario edilizia libera - voci 22 e 26 - Riflessione
http://www.ingegneri.info/forum/viewtopic.php?f=9&t=109479
Pagina 1 di 1

Autore:  etess [ giovedì 2 maggio 2019, 16:46 ]
Oggetto del messaggio:  Glossario edilizia libera - voci 22 e 26 - Riflessione

Buongiorno a tutti, leggendo l'allegato 1 al glossario edilizia libera ho notato che la voce 22 riporta: Installazione, adeguamento, integrazione, efficientamento (comprese le opere correlate di canalizzazione) e/o messa a norma - Impianto di climatizzazione. Dove per climatizzazione ritengo si intenda qualunque tipo di climatizzazione (estiva ed invernale). Pertanto, sono portato a presupporre che non solo le pompe di calore aria-aria di potenza termica utile nominale inferiore a 12 kW richiamate espressamente alla voce 26 (ritengo per rispettare il riferimento all'art. 6, comma 1, lett. a-bis) del DPR 380/01) ricadono urbanisticamente in edilizia libera, ma qualsiasi tipo di impianto di riscaldamento/raffrescamento/condizionamento, teoricamente anche di potenza elevata, visto che non ci sono altre voci del glossario che parlino di impianti di tale tipo. Tutto ciò ovviamente nel rispetto delle prescrizioni degli strumenti urbanistici comunali e di tutte le normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell’attività edilizia (in particolare, delle norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, di quelle relative all’efficienza energetica, di tutela dal rischio idrogeologico, delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio di cui al d.lgs. n. 42/2004). Qualcuno ha già avuto modo di ragionarci? Perché secondo me questo aprirebbe il fianco ad una moltitudine di pratiche di edilizia libera con annesse relazioni/certificazioni/ecc. (ad es. Legge 10 / certificazioni antincendio / DICO / relazione vincolo idrogeologico (per una pompa di calore geotermica ad es.) / …) che andrebbero allegate e comunicate all'Ente comunale. Un cliente non comprenderebbe mai una cosa del genere e non la digerirebbe facilmente…


Detto questo vorrei fare un esempio pratico. Una persona possiede un appartamento su due piani in una casa bifamiliare. L'alloggio è servito da una caldaia a GPL con sistema a radiatori e da un vecchio impianto a pompa di calore da 12 kW con due split per raffrescamento installati solo al piano inferiore. Mi dice che vorrebbe dismettere l'attuale ed installare un nuovo impianto a pompa di calore da 24 kW (la potenza non so chi gliel'ha indicata, poi magari risulta anche inferiore la necessità) in quanto col solo GPL la spesa è troppo elevata e non ha le risorse per intervenire sull'involucro.
Ovviamente mi dice: ma devo proprio fare qualcosa per il Comune?
Premesso che un calcolo delle dispersioni potrebbe volendo tornargli un minimo utile, ma visto anche che si tratterebbe di un impianto integrativo, io ho pensato di suggerirgli di installare due pompe di calore aria-aria inferiori a 12 kW, ciascuna a servizio di un piano. In questo modo a mio avviso:
- non è necessario presentare pratiche comunali (al massimo comunicazione edilizia libera)
- non è necessario redigere relazione ex Legge 10 in quanto entrambi i sistemi a pompa di calore sono inferiori a 15 kW
- non è necessario prevedere i controlli periodici sull'efficienza (< 12kW)
Gli saranno necessari solamente le DICO (una per ciascun impianto, pressoché uguali) complete di progetti, schemi ecc. redatti dal responsabile dell'impresa installatrice nonché l'aggiornamento del libretto di impianto con l'aggiunta dei dati delle pompe di calore. Se poi vorrà detrarre con il bonus ristrutturazioni il tutto dovrà effettuare anche le due comunicazioni ENEA per il 50%.
Ritenete corretto questo ragionamento?
Saluti

Autore:  giotisi [ giovedì 2 maggio 2019, 17:09 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Glossario edilizia libera - voci 22 e 26 - Riflessione

si

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
https://www.phpbb.com/