IngForum
http://www.ingegneri.info/forum/

APE caldaia a legna
http://www.ingegneri.info/forum/viewtopic.php?f=9&t=109510
Pagina 1 di 1

Autore:  yutatabuse [ giovedì 9 maggio 2019, 12:58 ]
Oggetto del messaggio:  APE caldaia a legna

Buongiorno a tutti,

sto redigendo un APE per un fabbricato residenziale di non recente costruzione, non isolato, infissi non a taglio termico...insomma alla cieca dovrebbe essere una classe G.

L'impianto di riscaldamento è una caldaia a legna da 24 kW. Usando, nelle impostazioni del software, la legna come combustibile, la classe è A3! se imposto un qualsiasi altro combustibile, gasolio, metano, gpl, ecc, il risultato è classe G...
Qualcuno sa spiegarmi il motivo o sto sbagliando io qualcosa?

grazie

Autore:  boba74 [ giovedì 9 maggio 2019, 18:04 ]
Oggetto del messaggio:  Re: APE caldaia a legna

E' dovuto al fatto che la biomassa ha un fattore di conversione in energia primaria non rinnovabile pari a 0,20, per tanto, rispetto a un generatore funzionante a gas metano (che ha valore 1), i rispettivi indici di prestazione riferiti all'energia primaria risultano, a meno dei vari rendimenti degli impianti, di circa 1/4 o 1/5 rispetto a quelli che si ottengono con impianti a gas, con ciò che ne consegue sulla classe energetica.
Attenzione però che (almeno in Emilia Romagna è così, non so altrove), in teoria il valore 0,2 per le biomasse potresti utilizzarlo solo se il generatore risponde ai requisiti richiesti per i generatori a biomasse, e se le trasmittanze dell'edificio sono tutte inferiori ai valori limite, perchè se ciò non avviene non si può considerare la biomassa come rinnovabile e quindi a rigore si dovrebbe usare 1 anche per le biomasse. Questo almeno vale in ER dove la cosa è scritta nero su bianco, e dove per altro ho avuto uno scambio di mail con la regione a tale proposito. Non ho mai capito se vale anche a livello nazionale...

Autore:  yutatabuse [ lunedì 13 maggio 2019, 11:18 ]
Oggetto del messaggio:  Re: APE caldaia a legna

Grazie mille!

Autore:  lbasa [ lunedì 13 maggio 2019, 17:31 ]
Oggetto del messaggio:  Re: APE caldaia a legna

Chiedo ulteriori precisazioni a Boba sulla posizione di ER:
Cita:
... Attenzione però che (almeno in Emilia Romagna è così, non so altrove), in teoria il valore 0,2 per le biomasse potresti utilizzarlo solo se il generatore risponde ai requisiti richiesti per i generatori a biomasse, e se le trasmittanze dell'edificio sono tutte inferiori ai valori limite, perchè se ciò non avviene non si può considerare la biomassa come rinnovabile e quindi a rigore si dovrebbe usare 1 anche per le biomasse. Questo almeno vale in ER dove la cosa è scritta nero su bianco, e dove per altro ho avuto uno scambio di mail con la regione a tale proposito. Non ho mai capito se vale anche a livello nazionale...

Premessa:
In Lombardia esiste dal 2017 una decisione sulle rinnovabili:
1 - nel caso della verifica di quota rinnovabile nel rispetto del 28/11 (quindi quando è richiesta tale quota) non si tiene più conto delle biomasse;
2 - dal 2017 in Lombardia (similmente anche nelle altre regioni padane), nei comuni ove sussista il divieto di combustione da biomassa se subentrano indici rilevati che facciano scattare le misure pre-stabilite anti inquinamento, nei casi di APE per edifici esistenti non è possibile inserire gli impianti di biomassa legnosa (in quanto non è previsto che possano funzionare).

Domanda:
La posizione di ER sopra dichiarata vale solo per il calcolo di quota rinnovabile o vale anche per il calcolo della prestazione energetica globale (nren nel caso di APE)? A me questo doppio rimando non risultava. (cioè non mi risultava che la tabella dei fattori di conversione sia preceduta dalla considerazione sulle biomasse quando si determinano gli indici EP).
Inoltre: la posizione di ER nei casi di APE e divieti di combustione da biomassa, si allinea alla posizione 2 di Lombardia oppure no?

Grazie.

Autore:  boba74 [ martedì 14 maggio 2019, 9:19 ]
Oggetto del messaggio:  Re: APE caldaia a legna

lbasa ha scritto:
Chiedo ulteriori precisazioni a Boba sulla posizione di ER:
Cita:
... Attenzione però che (almeno in Emilia Romagna è così, non so altrove), in teoria il valore 0,2 per le biomasse potresti utilizzarlo solo se il generatore risponde ai requisiti richiesti per i generatori a biomasse, e se le trasmittanze dell'edificio sono tutte inferiori ai valori limite, perchè se ciò non avviene non si può considerare la biomassa come rinnovabile e quindi a rigore si dovrebbe usare 1 anche per le biomasse. Questo almeno vale in ER dove la cosa è scritta nero su bianco, e dove per altro ho avuto uno scambio di mail con la regione a tale proposito. Non ho mai capito se vale anche a livello nazionale...

Premessa:
In Lombardia esiste dal 2017 una decisione sulle rinnovabili:
1 - nel caso della verifica di quota rinnovabile nel rispetto del 28/11 (quindi quando è richiesta tale quota) non si tiene più conto delle biomasse;
2 - dal 2017 in Lombardia (similmente anche nelle altre regioni padane), nei comuni ove sussista il divieto di combustione da biomassa se subentrano indici rilevati che facciano scattare le misure pre-stabilite anti inquinamento, nei casi di APE per edifici esistenti non è possibile inserire gli impianti di biomassa legnosa (in quanto non è previsto che possano funzionare).

Domanda:
La posizione di ER sopra dichiarata vale solo per il calcolo di quota rinnovabile o vale anche per il calcolo della prestazione energetica globale (nren nel caso di APE)? A me questo doppio rimando non risultava. (cioè non mi risultava che la tabella dei fattori di conversione sia preceduta dalla considerazione sulle biomasse quando si determinano gli indici EP).
Inoltre: la posizione di ER nei casi di APE e divieti di combustione da biomassa, si allinea alla posizione 2 di Lombardia oppure no?

Grazie.

Effettivamente, il vincolo sui valori di trasmittanza nel caso di impianti a biomasse in ER vale per il riconoscimento del contributo rinnovabile (quota FER), ma non per il fattore di conversione, che in effetti non è specificato debba essere diverso dai valori indicati nelle tabelle, quindi la mia osservazione ai fini APE era fuori luogo, (almeno credo, perchè ho visto un po' di confusione anche a livello di SW di calcolo, che su certi punti non sono sempre in accordo con le interpretazioni della regione e non è la prima volta che mi capita di assistere a scambi di mail o all'introduzione di "spunte" per utilizzare interpretazioni alternative... :lol: ).
Riguardo alle norme regionali in materia di ambientale (DGR 1412/2017) ci sono diverse soglie di divieto: dal 2018 è vietato installare generatori inferiori alle 3 stelle di rendimento (dal 2020 sono 4 stelle). Per l'utilizzo, da ottobre ad aprile sono vietati quelli inferiori a 3 stelle, e in caso di superamento continuativo dei valori di PM10 il divieto si estende ai generatori inferiori a 4 stelle. Tuttavia tali divieti si applicano solo a impianti con più combustibili, quindi chi ha solo impianti a biomasse come unica fonte di riscaldamento dovrebbe essere dispensato. E in ogni caso a prescindere che siano o meno "legali", non mi risulta che si debbano per forza escludere dagli APE.

Autore:  marcello60 [ venerdì 28 giugno 2019, 17:07 ]
Oggetto del messaggio:  Re: APE caldaia a legna

Scusate, ho letto il thread ma non ho ancora capito :azz: :

in Emilia Romagna, in caso di APE per edificio con vecchi infissi con scarse prestazioni e caminetto a legna (che ipotizzo >5kW quindi impianto termico), la legna del caminetto la devo considerare come biomassa (con conseguente miglioramento di classe energetica) oppure come combustibile fossile?

Autore:  boba74 [ martedì 9 luglio 2019, 16:56 ]
Oggetto del messaggio:  Re: APE caldaia a legna

Direi che ai fini APE la biomassa è biomassa, quindi con relativo fattore di conversione rinnovabile. L'appunto del DGR sulle trasmittanze riguarda il riconoscimento delle quote FER per "gli impianti alimentati da energie rinnovabili", e quindi le rispettive verifiche di legge, laddove hai un intervento che richiede il rispetto di quote FER, ma non sul combustibile in sè.
Questo almeno dovrebbe essere, il dubbio però resta, perchè è un po' come avere 2 pesi e 2 misure..... :roll:

Autore:  marcello60 [ mercoledì 10 luglio 2019, 9:59 ]
Oggetto del messaggio:  Re: APE caldaia a legna

Grazie Boba, condivido il tuo parere.

Autore:  giotisi [ mercoledì 10 luglio 2019, 20:11 ]
Oggetto del messaggio:  Re: APE caldaia a legna

Poi, se ER rientra nell'accordo del bacino padano (onestamente di questa nuova entità territoriale mi sfuggono i precisi confini), la caldaia a legna vecchia come il cucco, che le stelle manco sa cosa siano, non la puoi accendere e il discorso è finito.

Autore:  boba74 [ giovedì 11 luglio 2019, 15:17 ]
Oggetto del messaggio:  Re: APE caldaia a legna

giotisi ha scritto:
Poi, se ER rientra nell'accordo del bacino padano (onestamente di questa nuova entità territoriale mi sfuggono i precisi confini), la caldaia a legna vecchia come il cucco, che le stelle manco sa cosa siano, non la puoi accendere e il discorso è finito.

Però mi pare ci sia scritto anche che se l'edificio non è riscaldato da altri impianti la stufa si può comunque usare.... :roll:

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
https://www.phpbb.com/