IngForum
http://www.ingegneri.info/forum/

Aiuto telaio iperstatico: Medoto degli spostamenti
http://www.ingegneri.info/forum/viewtopic.php?f=9&t=110111
Pagina 1 di 1

Autore:  fifab1996 [ martedì 20 agosto 2019, 18:30 ]
Oggetto del messaggio:  Aiuto telaio iperstatico: Medoto degli spostamenti

Salve a tutti, provavo a svolgere questo esercizio ma mi sono bloccato in quanto avendo visto lo svolgimento mi sono sorti un paio di dubbi, in particolare nella trascrizione delle equazioni di equilibrio. Innanzittutto mi chiedevo sull'asta BE imponendo una rotazione positiva e oraria perché non mi nasce nessun momento e quindi nell'equazione di equilibrio non porto il contributo? Cosa che invece sarebbe accaduta se fosse disposta orizzontalmente la trave? Poi un'altra cosa sull'equazione relativa al nodo C: al primo membro io ho scritto il momento che nasce in C per effetto della coppia m è corretto? O bazta solamente eguagliare ad m? Inoltre il segno di m nell'equazione come deve essere positivo o negativo? Se utilizzo la convenzione cartesiana con rotazioni positive e orarie essendo m antiorario, il momento che nasce sulle aste è positivo quindi dovrei mettere +m?


Immagine

Autore:  pasquale [ martedì 20 agosto 2019, 19:16 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Aiuto telaio iperstatico: Medoto degli spostamenti

sull'asta BE non nasce alcun momento perché l'asta (carrello-incastro) subisce una rotazione rigida

Autore:  fifab1996 [ martedì 20 agosto 2019, 20:10 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Aiuto telaio iperstatico: Medoto degli spostamenti

Perfetto! E invece riguardo all'equazione di equilibrio su C?

Autore:  pasquale [ giovedì 22 agosto 2019, 0:51 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Aiuto telaio iperstatico: Medoto degli spostamenti

le equazioni di equilibrio si riferiscono ai vincoli fittizi aggiunti;
siccome non esistono è per questo che si pone, ad esempio per il nodo C che Mc=0;
si tratta della reazione che questo nodo fittizio esercita sulla struttura, che è però è nulla;

quindi indipendentemente dalla convenzione usata per i segni, occorre appunto vedere che è la reazione del vincolo fittizio sulla struttura ad essere nulla;

per esempio nel nodo C, la coppia M agente nel nodo e il carico agente su BC provocano una rotazione antioraria in quel nodo;
il morsetto quindi reagisce sulla struttura con una coppia oraria

P.S. non so se può esserti utile questo capitolo di Franciosi, in particolare il problema n. 5 dove appunto c'è una coppia esterna
http://www.scienzadellecostruzioni.co.u ... lo%203.pdf

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
https://www.phpbb.com/