IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è venerdì 30 ottobre 2020, 7:20

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Calcolo APE Edificio
MessaggioInviato: domenica 17 maggio 2020, 12:45 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 29 maggio 2019, 7:56
Messaggi: 2
Salve,

Volevo chiedere informazioni in merito al calcolo dell'APE in un intero edificio.

Mi spiego meglio sto eseguendo la ristrutturazione in una bifamiliare nella quale sto ristrutturando metà edificio (la mia porzione dello stesso). Nella metà edificio che sto ristrutturando sto installando il cappotto. Quindi considerando il nuovo "DL Rilancio" sto coprendo almeno il 25% delle struttura opache con cappotto e potrei rientrare nella detrazione al 110%. Però al comma 3 si dice che l'edificio deve avere un miglioramento di 2 classi energetiche. Come si può quindi effettuare tale calcolo. Deve esserci una riduzione di 2 classi energetiche per tutte le unità immobiliari dell'edificio oppure si tratta di calcolare l'APE per l'intero edificio e poi fare una qualche tipo di media?

La mia porzione di bifamiliare passa da una classe G a una superiore all'A1 (ho inserito cappotto, isolamento del tetto, innalzamento del piano terra con isolamento rispetto al terreno, nuovi infissi, riscaldamento a pavimento con pompa di calore, fotovoltaico, VMC).

Grazie mille fin d'ora per l'aiuto


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Calcolo APE Edificio
MessaggioInviato: lunedì 18 maggio 2020, 11:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19511
Località: Ferrara
Trattandosi di una bifamiliare, che immagino abbia le due unità del tutto indipendenti dal punto di vista energetico (impianti separati), allora l'APE va riferito alla singola unità, intesa in questo caso anche come edificio.

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Calcolo APE Edificio
MessaggioInviato: mercoledì 27 maggio 2020, 15:13 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 27 gennaio 2010, 11:55
Messaggi: 209
Laan ha scritto:
Salve,

Volevo chiedere informazioni in merito al calcolo dell'APE in un intero edificio.

Mi spiego meglio sto eseguendo la ristrutturazione in una bifamiliare nella quale sto ristrutturando metà edificio (la mia porzione dello stesso). Nella metà edificio che sto ristrutturando sto installando il cappotto. Quindi considerando il nuovo "DL Rilancio" sto coprendo almeno il 25% delle struttura opache con cappotto e potrei rientrare nella detrazione al 110%. Però al comma 3 si dice che l'edificio deve avere un miglioramento di 2 classi energetiche. Come si può quindi effettuare tale calcolo. Deve esserci una riduzione di 2 classi energetiche per tutte le unità immobiliari dell'edificio oppure si tratta di calcolare l'APE per l'intero edificio e poi fare una qualche tipo di media?

La mia porzione di bifamiliare passa da una classe G a una superiore all'A1 (ho inserito cappotto, isolamento del tetto, innalzamento del piano terra con isolamento rispetto al terreno, nuovi infissi, riscaldamento a pavimento con pompa di calore, fotovoltaico, VMC).

Grazie mille fin d'ora per l'aiuto


Me lo sto chiedendo anch'io, e tutto parte da cosa intendano per "edificio".
Se per edificio si intende il fabbricato nel suo complesso, allora:
- verifica del 25% su tutto
- verifica aumento di due classi energetiche per tutto l'edificio, e cioè un APE per uso interno (inteso come asseverazione) e non spedito alla Regione.

Peccato che poi per le detrazioni in ambito di ecobonus occorra sempre l'APE, e quindi che si fa, si spedisce poi un APE relativo solo all'unità in questione?

Per non parlare di cosa mettere nel futuro (suppongo) portale ENEA dedicato.

Mah.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Calcolo APE Edificio
MessaggioInviato: mercoledì 27 maggio 2020, 17:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19511
Località: Ferrara
Mah, da che mondo è mondo l'APE va sempre riferito a una singola unità, perciò non esiste l'APE di tutto l'edificio nel caso di edifici plurifamiliari. In ogni caso il miglioramento di 2 classi lo si può vedere solo confrontando la stessa cosa prima e dopo.
Quindi se intervieni su una sola delle unità in bifamiliare dovrai avere un miglioramento di 2 classi sulla sola unitàoggetto di intervento, confrontando l'APE prima e quello dopo, calcolati entrambi sulla sola unità.

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Calcolo APE Edificio
MessaggioInviato: mercoledì 27 maggio 2020, 19:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 27 gennaio 2010, 11:55
Messaggi: 209
boba74 ha scritto:
Mah, da che mondo è mondo l'APE va sempre riferito a una singola unità, perciò non esiste l'APE di tutto l'edificio nel caso di edifici plurifamiliari. In ogni caso il miglioramento di 2 classi lo si può vedere solo confrontando la stessa cosa prima e dopo.


Beh no, guarda ad esempio la faq 5a dell'ENEA

1) Nel caso di interventi che NON COMPORTANO LA SOSTITUZIONE DI IMPIANTO TERMICO:
a) in parti comuni del condominio:
- se l’impianto termico è centralizzato si trasmette una sola pratica con i dati dell'intero edificio. La richiesta di detrazione può essere inoltrata dall’amministratore o da un tecnico abilitato indicando il numero di unità abitative oggetto dell’intervento ed il costo complessivamente sostenuto;
- se gli impianti sono autonomi si trasmette una sola pratica, calcolando gli indici di prestazione energetica dell’intero edificio, facendo il rapporto tra la somma, estesa a tutte le unità immobiliari, dei fabbisogni energetici e la superficie utile climatizzata complessiva.
b) sul singolo appartamento:
- si trasmette una pratica per ogni singolo appartamento facendo riferimento per l'impianto di riscaldamento, a quello centralizzato o all’impianto autonomo secondo il caso pertinente;


boba74 ha scritto:
Quindi se intervieni su una sola delle unità in bifamiliare dovrai avere un miglioramento di 2 classi sulla sola unitàoggetto di intervento, confrontando l'APE prima e quello dopo, calcolati entrambi sulla sola unità.


Ah son d'accordo con te, logIcamente, ma una bifamiliare è come se fosse un coondominio, ergo torna la questione di "edificio" (questo ai fini del 110%)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Calcolo APE Edificio
MessaggioInviato: giovedì 28 maggio 2020, 10:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19511
Località: Ferrara
Bruce ha scritto:
boba74 ha scritto:
Mah, da che mondo è mondo l'APE va sempre riferito a una singola unità, perciò non esiste l'APE di tutto l'edificio nel caso di edifici plurifamiliari. In ogni caso il miglioramento di 2 classi lo si può vedere solo confrontando la stessa cosa prima e dopo.


Beh no, guarda ad esempio la faq 5a dell'ENEA

1) Nel caso di interventi che NON COMPORTANO LA SOSTITUZIONE DI IMPIANTO TERMICO:
a) in parti comuni del condominio:
- se l’impianto termico è centralizzato si trasmette una sola pratica con i dati dell'intero edificio. La richiesta di detrazione può essere inoltrata dall’amministratore o da un tecnico abilitato indicando il numero di unità abitative oggetto dell’intervento ed il costo complessivamente sostenuto;
- se gli impianti sono autonomi si trasmette una sola pratica, calcolando gli indici di prestazione energetica dell’intero edificio, facendo il rapporto tra la somma, estesa a tutte le unità immobiliari, dei fabbisogni energetici e la superficie utile climatizzata complessiva.
b) sul singolo appartamento:
- si trasmette una pratica per ogni singolo appartamento facendo riferimento per l'impianto di riscaldamento, a quello centralizzato o all’impianto autonomo secondo il caso pertinente;


boba74 ha scritto:
Quindi se intervieni su una sola delle unità in bifamiliare dovrai avere un miglioramento di 2 classi sulla sola unitàoggetto di intervento, confrontando l'APE prima e quello dopo, calcolati entrambi sulla sola unità.


Ah son d'accordo con te, logIcamente, ma una bifamiliare è come se fosse un coondominio, ergo torna la questione di "edificio" (questo ai fini del 110%)

In questo caso i muri esterni e il tetto non sono parti comuni: in una bifamiliare o comunque edifici a schiera composti da unità cielo-terra ogni unità può essere considerata un edificio unico. Diverso se hai per esempio 2 appartamenti sovrapposti, allora in quel caso l'edificio comprende entrambi e la pratica sarebbe relativa all'intero immobile (a quel punto sì che scatterebbero dubbi nel definire su cosa calcolare l'APE e le classi, nonchè la percentuale del 25%...

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Calcolo APE Edificio
MessaggioInviato: giovedì 28 maggio 2020, 17:47 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 27 gennaio 2010, 11:55
Messaggi: 209
boba74 ha scritto:
Bruce ha scritto:
boba74 ha scritto:
Mah, da che mondo è mondo l'APE va sempre riferito a una singola unità, perciò non esiste l'APE di tutto l'edificio nel caso di edifici plurifamiliari. In ogni caso il miglioramento di 2 classi lo si può vedere solo confrontando la stessa cosa prima e dopo.


Beh no, guarda ad esempio la faq 5a dell'ENEA

1) Nel caso di interventi che NON COMPORTANO LA SOSTITUZIONE DI IMPIANTO TERMICO:
a) in parti comuni del condominio:
- se l’impianto termico è centralizzato si trasmette una sola pratica con i dati dell'intero edificio. La richiesta di detrazione può essere inoltrata dall’amministratore o da un tecnico abilitato indicando il numero di unità abitative oggetto dell’intervento ed il costo complessivamente sostenuto;
- se gli impianti sono autonomi si trasmette una sola pratica, calcolando gli indici di prestazione energetica dell’intero edificio, facendo il rapporto tra la somma, estesa a tutte le unità immobiliari, dei fabbisogni energetici e la superficie utile climatizzata complessiva.
b) sul singolo appartamento:
- si trasmette una pratica per ogni singolo appartamento facendo riferimento per l'impianto di riscaldamento, a quello centralizzato o all’impianto autonomo secondo il caso pertinente;


boba74 ha scritto:
Quindi se intervieni su una sola delle unità in bifamiliare dovrai avere un miglioramento di 2 classi sulla sola unitàoggetto di intervento, confrontando l'APE prima e quello dopo, calcolati entrambi sulla sola unità.


Ah son d'accordo con te, logIcamente, ma una bifamiliare è come se fosse un coondominio, ergo torna la questione di "edificio" (questo ai fini del 110%)

In questo caso i muri esterni e il tetto non sono parti comuni: in una bifamiliare o comunque edifici a schiera composti da unità cielo-terra ogni unità può essere considerata un edificio unico. Diverso se hai per esempio 2 appartamenti sovrapposti, allora in quel caso l'edificio comprende entrambi e la pratica sarebbe relativa all'intero immobile (a quel punto sì che scatterebbero dubbi nel definire su cosa calcolare l'APE e le classi, nonchè la percentuale del 25%...


eh, la vedo anch'io così, ma nell'ormai famigerato decreto 34 non è così automatica questa interpretazione, assolutamente dirimente nella possibilità d'intervento o meno.
Speriamo vi saranno chiarimenti in merito.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Calcolo APE Edificio
MessaggioInviato: domenica 31 maggio 2020, 15:12 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 29 maggio 2019, 7:56
Messaggi: 2
Grazie per tutti i chiarimenti.

Avrei un altro dubbio sempre su questa tematica. In riferimento al comma 344 l'interpretazione è la stessa giusto? Vi è già capitato di avere a che fare con pratiche di questo tipo?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Calcolo APE Edificio
MessaggioInviato: martedì 9 giugno 2020, 10:36 
Non connesso

Iscritto il: martedì 4 febbraio 2014, 12:33
Messaggi: 496
Laan ha scritto:
Grazie per tutti i chiarimenti.

Avrei un altro dubbio sempre su questa tematica. In riferimento al comma 344 l'interpretazione è la stessa giusto? Vi è già capitato di avere a che fare con pratiche di questo tipo?


In teoria l'interpretazione dovrebbe essere sempre la medesima.

La definizione di edificio dovrebbe essere sempre la stessa.

Il problema si pone quando entra in gioco la definizione di condominio.

Comunque... se in una bifamiliare ci sono due impianti indipendenti e due civici non vedo dove sia il problema per trattarli come due edifici distinti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it