IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è venerdì 10 luglio 2020, 18:58

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: domenica 1 giugno 2008, 11:47 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 13 aprile 2005, 13:51
Messaggi: 886
Salve ragazzuoli. Devo valutare la potenza termica espressa da due tipici camini a legna per vedere se arrivo ai 15KW ed ho qualche problema, nota la quantità di legno che potri infilarvi in funzione delle loro dimensioni, a passare dall'energia sviluppata alla potenzxa termica espressa. Dovrei sapere la velocità con cui si brucia un ciocco di legno medio in teoria :biggrin:

QUalcuno ha qualche suggerimento su come procedere o esperienze in materia?

_________________
i politecnici sono luoghi di repressione sessuale :oops: , dove la sbandierata disciplina militare :police: , e la conseguente paura :lookaround: , [...] sono i motivi per cui l'omosessuale votato per l'ingegneria va su architettura. :arg:

:drinking:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 1 giugno 2008, 17:30 
Non connesso

Iscritto il: sabato 21 ottobre 2006, 11:41
Messaggi: 68
Il valore energetico del legno,ovvero la sua capacità di produrre calore mediante la combustione ,è in rapporto diretto con il suo contenuto idrico ,cioè con la percentuale di umidità presente nelle fibre.
Se un legname ben essiccato,comprendente un 10% di acqua ,può esprimere un potere calorifico di circa 5KWh/kg ,un legno intriso di acqua ,cioè con il 70% di umidità,riesce a malapena a raggiungere la soglia di 1KWh/kg cioè cinque volte meno.
Il restante calore è stato sprecato per trasformare l'acqua in vapore acqueo.

Segue una tabella con il potere calorifico espresso da delle assenze arboree più diffuse a parità di umidità contenuta ,espresso in kilowattora per metro stereo (kwh/ms).
La grande differenza tra i valori massimi e i minimi non dipendono dal contenuto in lignina delle fibre ,più o meno uguale per tutta la specie ,ma da fattori fisici come la maggiore o minore porosità del materiale .
In pratica esiste un rapporto diretto con il peso specifico delle varie essenze .

robininia 1030
quercia 1000
frassino 1000
faggio 960
betulla 950
larice 920
pino 820
pioppo 800
ontano 750
salice 700
abete bianco 650
abete rosso 600

Potere calorifico e calore prodotti dai vari tipi di combustibie ,in pratica dal punto di vista del rendimento calorico con 2,2/2,3 kg di legno secco si possono sostituire un litro di gasolio o un metro cubo di gas naturale ,a costi decisamente inferiori.

starlcio dalla tabella
combustibile legname a pezzi esssiccato all'aria
unità -kg
potere caloridfico in KWh/unità- 4.3
rendimento in %-- 45/74 (molto variabile quindi )
calore effettivo in KW/unità- 1,9-3,2
fabbisogno combustibile per produrre 100KW/h di calore ---52-31


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 2 giugno 2008, 0:30 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 31 maggio 2007, 0:23
Messaggi: 6904
Località: Roma
Si ma la risposta?!
Qui si dice che deve contenere 16-20 kg
viewtopic.php?f=9&t=15534

_________________
il riscaldamento centralizzato più ti scalda più conviene
niente carbone mai più metano
R. G.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 2 giugno 2008, 16:04 
Non connesso

Iscritto il: sabato 21 ottobre 2006, 11:41
Messaggi: 68
Data l'ampia variabilità delle essenze lignee ,la risposta non può essere univoca.

Però se guardiamo la tabella di cui all'allegato 1 (tenore di energia di una serie di combustibili per il consumo finale ,con i vari valori di conversione ,allegata allo schema di decreto legislativo recante l'attuazione della direttiva 2006/32 .... concernente l'efficienza degli usi finali dell'energia... approvato credo venerdì dal governo ,con manovra bipartisan (visto che il testo era stato predisposto dal precednte governo) troviamo come dato medio:
kg di legname (umidità 25%) Kj 13.800 -Kgep 0,330 --- KWh 3,833

Naturalmente (c'è una nota di richiamo in tal senso) verificare se si vogliono applicare altri valori in funzione del tipo di legname maggiormente utilizzato.

Chiaramente se si volesse raggiungere in modo istantaneo il 15KW di Minaccia Alcolica ,occorrerebbero quasi quattro Kg di legname .

Quindi molto dipende dal contenuto di acqua in %.
Dalla tabella tratta da una pubblicazione di ditta specializzata in camini ,approssimativamente abbiamo le seguenti corrispondenze
10% di acqua - potere calorifico (kWh/Kg) 5
20% " " " 4.25
30% " " " 3.70
40% " " " 3.00
50% " " " 2.30
60% " " " 1.75
70% " " " 1.05

Però occorre tener conto di altri fattori relativi all'essenza o alle essenze utilizzate in contemporanea ,così come in realtà accade quando si acquista la legna.

E' chiaro che per il legno non ha quasi senso parlare di metri cubi ,perchè il peso di un metro cubo varia tantissimo in funzione del tipo di essenza e del suo contenuto di umidità.

Pertanto si utilizza il Metro stereo (MS) che è un'unità di misura commerciale ,riferita ad un volume comprensivo di 1 MC,anche degli interstizi vuoti .
La quantità di legno varia anche grandemente secondo la specie di legno ,l'umidità relativa ,le dimensioni e la forma dei ciocchi o dei rami ,la cura con cui sono stati accatastati .
In linea di massima la quantità di legno contenuta in 1 MS risulta essere pari al 60-80% di quella di un MC.

ci sono poi tutta una serie di tabelle relative al peso (peraltro anche questo variabile da a a b)di un metro stereo di alcune specie di legname combustibile ,con percentuale di umidità del 20%,nochè tabelle con fattori di conversione per il legname combustibile ,legname tondo,in ciocchi,spezzato impilato,spezzato alla rinfusa,legname sminuzzato fine ,o grosso.

Insomma le variabili sono troppe per avere un risultato univoco ,per cui sarei propenso ad adottare il dato ufficiale della prima tabella citata che dovrà essere utilizzata (salvo scelta alternativa pur consentita ) per i calcoli dell'efficienza energetica degli usi finali dell'energia.

Per le ragioni su esposte non avevo tirato nel primo intervento le conclusioni,così come non sono in grado di fare anche adesso.

cordiali saluti


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 3 giugno 2008, 8:30 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 13 aprile 2005, 13:51
Messaggi: 886
Innanzitutto grazie per le indicazioni, tutte molto utili,ragazzuoli.
Devo andare a vedere la delibera che hai segnalato Arcam, mi era sfuggita.
Sono un po' allarmato dalla grande variabilità vista....nel post segnalato si davano come necessari 16-20 kg di legna, con i conti fatti da Arcam ne bastano 4...guardando i diversi poteri calorifici, nonostante la variabilità, arrivare a differenze di 4-5 volte non mi sembra plausibile, per cui da qualche parte un problema c'e', volendo escludere che uno ha avuto a che fare con legna umidissima e l'altro con legna secchissima...qualcuno che ha fatto qualche riscontro su una situazione reale o ha qualche altra indicazione...?

_________________
i politecnici sono luoghi di repressione sessuale :oops: , dove la sbandierata disciplina militare :police: , e la conseguente paura :lookaround: , [...] sono i motivi per cui l'omosessuale votato per l'ingegneria va su architettura. :arg:

:drinking:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 4 giugno 2008, 19:05 
Non connesso

Iscritto il: sabato 21 ottobre 2006, 11:41
Messaggi: 68
In effetti sono rimasto perplesso anche io...
proviamo ad aggirae lìostacolo vedendo il problema da un'altra angolatura.
Ho visto un pò di camini ed i valori di KWh spaziano dai 7 ai max 14/15 e naturalmente c'è una relazione con la dimensione del camino ,che può spaziare (senza tener conto del volume della cappa ,tra 0.50a 070mc .

Ora se prendiamo il dato di 0.70 MC ,e immaginiamo l'apertura del camino ,con lalegna messa a forma di piramide ,pressappoco tale forma a livello spaziale rappresenta un ottavo del volume .

Per cui 0.7 mc : 8= 0.087 mc
ma il legno non è acciaio fuso per cui dal volume occorre toglire i vuoti che rappresntano uno 0.030; rimangono pertanto 0.057 mc che corrispondono a quasi 6 decimetri cubici "compatti "

Ammettiamo che stiamo bruciando una quercia cioè uno dei legni più pesanti (massa volumica KG/dcm3) per cui 6 decimetri x0.8 = 4KG (arieccoci !!)
kg di quercia x 4.3Kwh =17.2 Kwh valore medio che supera la media dei valori che ho riscontrato commercialmente che mediamente spaziano tra i 13/14 KW.

Se adottiamo il dato convenzionale del legno del decreto citato in altro intervento e otteniamo precisamente 4Kgx 3.83 Kwh = 15 KWh

sob!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 5 giugno 2008, 9:18 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 13 aprile 2005, 13:51
Messaggi: 886
E bravo Arcam, ti nomino fuochista ad honorem!
Ora resta l'ultimo e cruciale passaggio: in quanto tempo bruciano sti 4 kg? mi sa che questo fine settimana vado a casa di un amico che di camini ne ha un paio e provo a vedere con lui. Se bruciano in un'ora allora abbiamo capito che con un camino da 0,7 mc caricato con 4kg di legna ci facciamo 15KW di potenza.
(a essere fiscali, per la mia esperienza in fatto di braci e barbecue, il tempo in cui brucia la legna, e di conseguenza la potenza termica generata, dipende da come la metto,per cui il camino è un generatore di calore a modulazione manuale.wow! ....scherzo ovviamente.... )

_________________
i politecnici sono luoghi di repressione sessuale :oops: , dove la sbandierata disciplina militare :police: , e la conseguente paura :lookaround: , [...] sono i motivi per cui l'omosessuale votato per l'ingegneria va su architettura. :arg:

:drinking:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 5 giugno 2008, 13:57 
Non connesso

Iscritto il: sabato 21 ottobre 2006, 11:41
Messaggi: 68
Hai perfettamente ragione ,camino in progress ...in effetti il legno si consuma e l'apporto legnatico deve essere integrato ,alla fine dell'ora il camino è ancora acceso più o meno con lo stesso volume ,ma intanto si è bruciato i 4 o 6 o i decimetri cubice che vuole .
PS:Gradita conoscenza risultato pratico visto che camino in dotazione dismesso da tempo...
cordiali saluti


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 5 giugno 2008, 15:09 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 17 luglio 2007, 9:50
Messaggi: 1725
Località: Florida
Scusate raga, ma mi sono accorto che la pietra dello scandalo sono IO :azz:
Nell'altro post (a cui vi riferite...) ho erroneamente indicato Kg anzichè dm3
Cioè volevo dire che i 15kW di potenza termica in un camino si raggiungono semplicemente con la possiblità di bruciare un volume lordo di legna pari a 16/20 decimetricubbi!!
(ovviamente tenendo conto dell'umidità media, del tipo di legna, del vuoto per pieno...)
Abbiate pietà... :hail:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 5 giugno 2008, 15:27 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 31 maggio 2007, 0:23
Messaggi: 6904
Località: Roma
Non te la cavi mica così, per redimerti devi rispondere qui:
viewtopic.php?f=9&t=14838
:badgrin: :D

_________________
il riscaldamento centralizzato più ti scalda più conviene
niente carbone mai più metano
R. G.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it