IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è lunedì 26 agosto 2019, 7:58

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Riscaldamento volumi non abitabili
MessaggioInviato: martedì 20 dicembre 2011, 20:26 
Non connesso

Iscritto il: domenica 18 dicembre 2011, 23:26
Messaggi: 4
Buona sera a tutti,
da tempo si parla del divieto di riscaldare i volumi non abitabili negli edifici residenziali.
Stanco delle continue contestazioni :arg: chiedo se qualcuno ha dei riferimenti precisi in merito a tale questione.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 21 dicembre 2011, 9:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 7 giugno 2008, 14:41
Messaggi: 514
Località: Bolzano
Non sapevo di questo divieto...tuttavia, in base all'esperienza, nessuno ti vieta di riscaldare un vano non abitabile, seppur in modo ragionevole. Ad esempio qui molti edifici hanno i vani scala riscaldati. E' corretto però considerarli nel calcolo di L10. Pertanto se tu emetti una L10 senza considerare alcuna parte comune, allora queste non potranno essere dotate di riscaldamento.
Ciao.

_________________
Siete sicuri di conoscere bene voi stessi?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 21 dicembre 2011, 10:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19194
Località: Ferrara
Non esistono in genere divieti in tal senso, se ci sono li trovi al max in certi regolamenti comunali, ma in generale non è vietato scaldare un ambiente classificato come "non abitabile", perchè la non abitabilità non è connessa all'utilizzo e quindi alla necessità o meno di scaldare. Al massimo, un ambiente non abitabile può "non essere riscaldato" (mentre quelli abitabili devono in genere soddisfare determinate temperature e quindi in pratica "devono" essere riscaldati), ma non è necessariamente vero il contrario.
E comunque il fatto di prevedere terminali di riscaldamento (radiatori, fan coil ecc...) in un ambiente tipo garage o soffitta o vano scala, non significa necessariamente uno spreco di energia, ma solo una possibilità in più di riscaldarli all'occorrenza, e tenerli freddi quando non serve.... L'esempio più eclatante è il garage, che soprattutto nelle nuove costruzioni, dove si tende ad avere locali piccoli, finisce prima o poi per diventare un luogo utilizzato per tutto fuorchè per tenerci l'auto: la prassi è quella di mettere l'auto fuori e usare il garage come sala o come taverna. A quel punto quindi è meglio prevedere fin da subito il locale tra quelli riscaldati, dandogli le stesse coibentazioni degli altri locali e installando (o predisponendo) il suo radiatore.

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 21 dicembre 2011, 17:06 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 15 ottobre 2010, 9:59
Messaggi: 932
Post che casca a fagiolo, perchè mi trovo di fronte allo stesso problema: tutti asseriscono che è vietato riscaldare ambienti non abitabili, ma nessuno sa dove l'ha letto. Certo è che classificare un seminterrato come "cantina" e poi riscaldarlo significa essere già in contraddizione...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 21 dicembre 2011, 18:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19194
Località: Ferrara
A volte si fa confusione perchè un ambiente non abitabile (es una cantina o un sottotetto dove non ci sono le altezze sufficienti) non può essere chiamato "camera da letto" o "soggiorno", ma ciò non significa che siano ambienti inutilizzabili, e quindi sarebbe troppo vincolante non permettere di scaldarli, poi sta al buonsenso (e al portafogli) di chi li utilizza chiudere i radiatori dove non servono, ma direi che questo non c'è neanche bisogno di raccomandarlo di questi tempi 8) .
Mi è capitato varie volte di vedere un progetto "ufficiale" in cui si scrive "sottotetto non abitabile" e un progetto "ufficioso" in cui al suo posto c'è una camera da letto, e spesso in questo caso il progettista architettonico chiede espressamente una Legge 10 in cui tali locali non "figurino" come locali riscaldati, ma vagli a spiegare che non sta scritto da nessuna parte che non si possa tranquillamente riscaldarli e che non è necessario fare un progetto dell'impianto "ufficiale" privo di alcuni radiatori.... :roll:

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 22 dicembre 2011, 11:24 
Non connesso

Iscritto il: domenica 18 dicembre 2011, 23:26
Messaggi: 4
:azz: ...ho dimenticato di indicare che, purtroppo, opero in Lombardia, dove esiste una delibera che vieta di "provvedere alla climatizzazione invernale di cantine, box, scale, ripostigli, ecc...".
Il vero problema è che mentre alcuni comuni non si interessano a cosa venga protocollato, altri controllano e respingono progetti Legge10 che comprendono cantine e sottotetti nei volumi riscaldati.
Altro problema è il fatto di dover indicare in ACE se l'effettivo utilizzo dei vani è corrispondente alla loro categoria, quindi se il certificatore trova una cantina riscaldata e con divano, tavolo, piano cottura o letto, lo dovrebbe segnalare (ammesso che effettui il sopralluogo).
Considerato infine che gli ACE sono registrati al catasto energetico, che dovrebbero essere effettuati controlli incrociati con il catasto edifici, che gli oneri sono differenziati in base alla tipologia di volume edificato, che generalmente i costruttori vorrebbero vendere come camera matrimoniale anche un sottoscala (quindi riscaldarlo)...
...AIUTO!!!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 16 maggio 2019, 18:48 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 15 maggio 2019, 23:05
Messaggi: 3
Prima di quella legge del 2009 infatti era possibile riscaldarle…

L’installazione di un impianto non costituisce mutamento di destinazione d’uso
TAR, Lombardia-Milano, sez. II, sentenza 08/03/2007 n° 382

https://www.altalex.com/documents/news/ ... ione-d-uso

La circostanza che il locale sia pavimentato e dotato di riscaldamento non è di per sé oggettivamente incompatibile con la qualificazione del vano come "cantina" (intesa, ovviamente, come locale ad uso deposito


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 16 maggio 2019, 18:50 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 15 maggio 2019, 23:05
Messaggi: 3
La legge regionale Lombardia n. 24/2006 precisa che non è possibile riscaldare locali NON abitabili.



E gli edifici costruiti prima del 2006 che hanno caloriferi in tali locali?

Vanno tolti?
O basta chiudere il rubinetto?



Grazie



Legge Regionale 11 dicembre 2006 , N. 24
Norme per la prevenzione e la riduzione delle emissioni in atmosfera a tutela della salute e dell'ambiente

Banca dati del Consiglio Regionale della Lombardia


Art. 24
(Impianti termici civili)

(omissis)

3 bis. Negli edifici classificati abitazioni civili e rurali, adibiti a residenza con carattere continuativo, e case per vacanze, per fine-settimana e similari, adibite a residenza con occupazione saltuaria, nell’ambito della categoria E1 individuata all’articolo 3, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412 (Regolamento recante norme per la progettazione, l’installazione, l’esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento dei consumi di energia, in attuazione dell’articolo 4, comma 4, della legge 9 gennaio 1991, n. 10), è fatto divieto di provvedere alla climatizzazione estiva e invernale di cantine, ripostigli, scale primarie e secondarie, box, garage e depositi. Sono esclusi dal divieto gli immobili ricadenti nell’ambito della disciplina di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell'articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137), nonché gli immobili sottoposti, in base allo strumento urbanistico comunale, a interventi di solo restauro o risanamento conservativo in ragione dei loro caratteri storici o artistici.(33)

33. Il comma è stato aggiunto dall'articolo 2, comma 1, lett. h) della l.r. 29 giugno 2009, n. 10. Vedi anche art. 15, comma 2 della l.r. 29 giugno 2009, n. 10.

---

Ad ogni modo soltanto sanzione amministrative, giusto?

DGR 3965/15

24 Attività sanzionatoria

art 5:

"v) Mancato rispetto del divieto di riscaldamento di locali non abitati.

L’inosservanza delle disposizioni di cui all’articolo 24, comma 3 bis, della L.R. n. 24 del 11 dicembre 2006 comporta l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da € 250,00 a € 2.500,00, oltre ad ulteriori € 10,00 per ciascun metro cubo di volume lordo indebitamente climatizzato"

Questo in aggiunta alla rimozione o disattivazione permanente obbligatoria dei corpi scaldanti.



ad integrazione:

art 5

"8.

Chiunque, dopo aver commesso una delle violazioni di cui alle lettere a), b), c), d), e), f), g), h), i), j), k), l), m), n), o), p) q) r), s), t), u), v), w) commetta, nei successivi dodici mesi, la violazione della medesima disposizione, è soggetto alla sanzione rispettivamente prevista, aumentata fino al doppio."


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 17 maggio 2019, 9:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19194
Località: Ferrara
Anche in Emilia Romagna ora è vietato riscaldare box, cantine, soffitti, depositi, ecc...
PAIR 2020 (Piano aria):


https://www.arpae.it/dettaglio_notizia. ... ivello=134

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Ultima modifica di boba74 il lunedì 20 maggio 2019, 9:08, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 19 maggio 2019, 16:26 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 4 gennaio 2019, 11:55
Messaggi: 10
Consiglio nel progetto ufficiale di effettuare la sola predisposizione in questi locali (che credo sia possibile fare).
Nella pratica verranno installati tutti gli elementi.
Questi ambienti resteranno comunque esclusi dall'APE in quanto la destinazione d'uso non consentirebbe di riscaldarle. Sarebbe quindi opportuno che l'architetto prevedesse qualche chiusura con la porzione abitabile.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010