IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è mercoledì 16 ottobre 2019, 11:46

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 11 aprile 2006, 16:49 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 7 ottobre 2004, 11:30
Messaggi: 100
Salve a tutti
ho un dubbio per quanto riguarda la necessità o meno di seguire la procedura di verifica di impatto ambientale per un impianto fotovoltaico da 50 kW;
nell'ufficio ambiente della regione interessata mi è stato detto che tale procedura è necessaria in quanto l'impianto fotovoltaico risulta classificabile come: "impianto industriale non termico per la produzione di energia, vapore ed acqua calda" e come tale soggetto alla procedura di verifica secondo quanto scritto nell'allegato A1 della deliberazione della Giunta Regionale (sardegna) 5/11 del 15/02/2005.
Non si parla però di taglie quindi un impianto da 1 MW sarebbe equivalente, sotto questo punto di vista, ad uno da 20 kW o da 50 kW come il mio.
Cosa ne pensate, in particolare Sasà che so essere impegnato in questo periodo con impianti ftv.
Ringrazio anticipatamente e saluto


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 12 aprile 2006, 20:35 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 10 luglio 2003, 9:33
Messaggi: 1862
Località: salerno
vitocorleone2000 ha scritto:
Salve a tutti
ho un dubbio per quanto riguarda la necessità o meno di seguire la procedura di verifica di impatto ambientale per un impianto fotovoltaico da 50 kW;
nell'ufficio ambiente della regione interessata mi è stato detto che tale procedura è necessaria in quanto l'impianto fotovoltaico risulta classificabile come: "impianto industriale non termico per la produzione di energia, vapore ed acqua calda" e come tale soggetto alla procedura di verifica secondo quanto scritto nell'allegato A1 della deliberazione della Giunta Regionale (sardegna) 5/11 del 15/02/2005.
Non si parla però di taglie quindi un impianto da 1 MW sarebbe equivalente, sotto questo punto di vista, ad uno da 20 kW o da 50 kW come il mio.
Cosa ne pensate, in particolare Sasà che so essere impegnato in questo periodo con impianti ftv.
Ringrazio anticipatamente e saluto

per poter mettere a terra l'impianto devi fare pratica SUAP (L. 447/98). la cosa è atipica però va fatta. alla fine è solo un iter amministrativo burocratico, pero fallo. qualche sc...ienziato esce sempre. invece così stai a posto. non dimenticarti di inviare i calcoli delle strutture al genio civile.
alla fine è normale amministrazione.
la cosa va fatta per qualsiasi tipo di impianto produttivo (SUAP)....
ciao


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 13 aprile 2006, 11:50 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 7 ottobre 2004, 11:30
Messaggi: 100
Sasà ha scritto:
vitocorleone2000 ha scritto:
Salve a tutti
ho un dubbio per quanto riguarda la necessità o meno di seguire la procedura di verifica di impatto ambientale per un impianto fotovoltaico da 50 kW;
nell'ufficio ambiente della regione interessata mi è stato detto che tale procedura è necessaria in quanto l'impianto fotovoltaico risulta classificabile come: "impianto industriale non termico per la produzione di energia, vapore ed acqua calda" e come tale soggetto alla procedura di verifica secondo quanto scritto nell'allegato A1 della deliberazione della Giunta Regionale (sardegna) 5/11 del 15/02/2005.
Non si parla però di taglie quindi un impianto da 1 MW sarebbe equivalente, sotto questo punto di vista, ad uno da 20 kW o da 50 kW come il mio.
Cosa ne pensate, in particolare Sasà che so essere impegnato in questo periodo con impianti ftv.
Ringrazio anticipatamente e saluto

per poter mettere a terra l'impianto devi fare pratica SUAP (L. 447/98). la cosa è atipica però va fatta. alla fine è solo un iter amministrativo burocratico, pero fallo. qualche sc...ienziato esce sempre. invece così stai a posto. non dimenticarti di inviare i calcoli delle strutture al genio civile.
alla fine è normale amministrazione.
la cosa va fatta per qualsiasi tipo di impianto produttivo (SUAP)....
ciao


Grazie Sasà, in realtà mi rimane comunque il dubbio.
Se attivassi una pratica SUAP (in realtà non l'ho mai fatta..)sarebbe cosa diversa dalla procedura di verifica di impatto ambientale, e quest'ultima se tutto va bene (e non mi fa passare a VIA) non durerebbe meno di due mesi; il punto è che lo stesso ufficio tecnico (ambiente regione sardegna) a seguto di ulteriore colloquio non mi ha saputo dire con certezza se ci fosse l'obbligo o meno di attivarmi in quel senso per l'impianto da 50 kW (in pratica mi ha detto che nell'incertezza è meglio farlo!!); pensa che ho la concessione edilizia in un comune a costruire senza aver fatto nulla di tutto questo (per un altro impianto) e la bellissima (quanto stronza!) dottoressa dell'ufficio ambiente mi ha già detto che quella concessione non può essere valida (deve infatti essere rilasciata solo dopo la procedura di verifica ambientale, non prima). Mi è stato detto che per togliermi (e in realtà toglierle!!) questi dubbi non devo far altro che porre quesito formale sia all'Ambiente che all'Industria (quest'ultima dovrebbe chiarire fino a quanto posso considerare il mio impianto industriale, o fissare comunque una soglia per il passaggio a procedura di verifica impatto ambientale) che alle Attività Produttive (potrebbero infatti esserci eccezioni per gli impianti fotovoltaici incentivati dal GRTN rispetto a quelli non incentivati); io il quesito l'ho posto formalmente ma chissà quando mi risponderanno e intanto il tempo passa e si avvicina sempre di più la scadenza per l'inizio lavori! Quello che mi chiedevo è se per tuoi impianti hai fatto questa procedura (non so magari rientra nella pratica SUAP che sò..) soprattutto perchè ricordo tu ti occupi di impianti da 1 MW; per quelli la suddetta dottoressa mi ha detto che è certa al 100% sia necessaria tale procedura e anzi è pure altamente probabile che si passi a VIA, con tempi che slittano da 2 a 6 mesi!!
Ti ringrazio in anticipo


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 13 aprile 2006, 19:20 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 10 luglio 2003, 9:33
Messaggi: 1862
Località: salerno
vitocorleone2000 ha scritto:
Sasà ha scritto:
vitocorleone2000 ha scritto:
Salve a tutti
ho un dubbio per quanto riguarda la necessità o meno di seguire la procedura di verifica di impatto ambientale per un impianto fotovoltaico da 50 kW;
nell'ufficio ambiente della regione interessata mi è stato detto che tale procedura è necessaria in quanto l'impianto fotovoltaico risulta classificabile come: "impianto industriale non termico per la produzione di energia, vapore ed acqua calda" e come tale soggetto alla procedura di verifica secondo quanto scritto nell'allegato A1 della deliberazione della Giunta Regionale (sardegna) 5/11 del 15/02/2005.
Non si parla però di taglie quindi un impianto da 1 MW sarebbe equivalente, sotto questo punto di vista, ad uno da 20 kW o da 50 kW come il mio.
Cosa ne pensate, in particolare Sasà che so essere impegnato in questo periodo con impianti ftv.
Ringrazio anticipatamente e saluto

per poter mettere a terra l'impianto devi fare pratica SUAP (L. 447/98). la cosa è atipica però va fatta. alla fine è solo un iter amministrativo burocratico, pero fallo. qualche sc...ienziato esce sempre. invece così stai a posto. non dimenticarti di inviare i calcoli delle strutture al genio civile.
alla fine è normale amministrazione.
la cosa va fatta per qualsiasi tipo di impianto produttivo (SUAP)....
ciao


Grazie Sasà, in realtà mi rimane comunque il dubbio.
Se attivassi una pratica SUAP (in realtà non l'ho mai fatta..)sarebbe cosa diversa dalla procedura di verifica di impatto ambientale, e quest'ultima se tutto va bene (e non mi fa passare a VIA) non durerebbe meno di due mesi; il punto è che lo stesso ufficio tecnico (ambiente regione sardegna) a seguto di ulteriore colloquio non mi ha saputo dire con certezza se ci fosse l'obbligo o meno di attivarmi in quel senso per l'impianto da 50 kW (in pratica mi ha detto che nell'incertezza è meglio farlo!!); pensa che ho la concessione edilizia in un comune a costruire senza aver fatto nulla di tutto questo (per un altro impianto) e la bellissima (quanto stronza!) dottoressa dell'ufficio ambiente mi ha già detto che quella concessione non può essere valida (deve infatti essere rilasciata solo dopo la procedura di verifica ambientale, non prima). Mi è stato detto che per togliermi (e in realtà toglierle!!) questi dubbi non devo far altro che porre quesito formale sia all'Ambiente che all'Industria (quest'ultima dovrebbe chiarire fino a quanto posso considerare il mio impianto industriale, o fissare comunque una soglia per il passaggio a procedura di verifica impatto ambientale) che alle Attività Produttive (potrebbero infatti esserci eccezioni per gli impianti fotovoltaici incentivati dal GRTN rispetto a quelli non incentivati); io il quesito l'ho posto formalmente ma chissà quando mi risponderanno e intanto il tempo passa e si avvicina sempre di più la scadenza per l'inizio lavori! Quello che mi chiedevo è se per tuoi impianti hai fatto questa procedura (non so magari rientra nella pratica SUAP che sò..) soprattutto perchè ricordo tu ti occupi di impianti da 1 MW; per quelli la suddetta dottoressa mi ha detto che è certa al 100% sia necessaria tale procedura e anzi è pure altamente probabile che si passi a VIA, con tempi che slittano da 2 a 6 mesi!!
Ti ringrazio in anticipo

io mi sto occupando di 7 impianti da 1 mw di cui uno in corso e 9 da 50 kw (tutti in corso). la procedura è la stessa. vedi la legge 447/98 e capirai. devi far passare la pratica al SUAP. tutto sta a partire a tempo debito... io ho fatto una sola pratica per tutti e nove perche sono concentrati in un unico posto...)
comunque la cosa la puoi anche velocizzare andando presso gli enti (qua sono i BBAA che rompono...) per le autorizzazioni. comunque l'iter è sempre lo stesso. SUAP...
la legge parla chiaro anche sui tempi massimi di autorizzazione quindi la stronza non si sparasse le pose...
leggiti la legge anche perchè come impianto produttivo questo è compreso....
non dimenticarti, come DL, di depositare i calcoli della struttura metallica (che ti forniscono gli stessi costruttori...). ci sono diverse cause penali per la 1086 e le multe sono pesanti.
ciao

P.S.: ti inserisco l'art 1 del DPR 447/98 (vedi che le sanzioni sono penali non commutabili in sanzioni amministrative...):
Ambito di applicazione.
1. Il presente regolamento ha per oggetto la localizzazione degli impianti produttivi di beni e servizi la loro realizzazione, ristrutturazione ampliamento, cessazione, riattivazione e riconversione dell'attività produttiva, nonché l'esecuzione di opere interne ai fabbricati adibiti ad uso di impresa. Resta salvo quanto previsto dal decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114.
1-bis. Rientrano tra gli impianti di cui al comma 1 quelli relativi a tutte le attività di produzione di beni e servizi, ivi incluse le attività agricole, commerciali e artigiane, le attività turistiche ed alberghiere, i servizi resi dalle banche e dagli intermediari finanziari, i servizi di telecomunicazioni (1).2. Le regioni, ai sensi dell'articolo 23, commi 2 e 3 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, stabiliscono forme di coordinamento e raccordo per la diffusione delle informazioni da parte dello sportello unico degli enti locali.
3. È fatto salvo quanto disposto dall'articolo 27 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, secondo la previsione di cui all'articolo 4, in ordine al procedimento di valutazione di impatto ambientale. Le competenze e le procedure relative al controllo dei pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose e alla prevenzione e riduzione dell'inquinamento sono disciplinate ai sensi degli articoli 18 e 21 della legge 24 aprile 1998, n. 128, e, nelle more della loro attuazione, dalla normativa vigente.
(1) Comma aggiunto dall'art. 1, d.p.r. 7 dicembre 2000, n. 440.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 14 aprile 2006, 9:54 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 7 ottobre 2004, 11:30
Messaggi: 100
Sasà ha scritto:
vitocorleone2000 ha scritto:
Sasà ha scritto:
vitocorleone2000 ha scritto:
Salve a tutti
ho un dubbio per quanto riguarda la necessità o meno di seguire la procedura di verifica di impatto ambientale per un impianto fotovoltaico da 50 kW;
nell'ufficio ambiente della regione interessata mi è stato detto che tale procedura è necessaria in quanto l'impianto fotovoltaico risulta classificabile come: "impianto industriale non termico per la produzione di energia, vapore ed acqua calda" e come tale soggetto alla procedura di verifica secondo quanto scritto nell'allegato A1 della deliberazione della Giunta Regionale (sardegna) 5/11 del 15/02/2005.
Non si parla però di taglie quindi un impianto da 1 MW sarebbe equivalente, sotto questo punto di vista, ad uno da 20 kW o da 50 kW come il mio.
Cosa ne pensate, in particolare Sasà che so essere impegnato in questo periodo con impianti ftv.
Ringrazio anticipatamente e saluto

per poter mettere a terra l'impianto devi fare pratica SUAP (L. 447/98). la cosa è atipica però va fatta. alla fine è solo un iter amministrativo burocratico, pero fallo. qualche sc...ienziato esce sempre. invece così stai a posto. non dimenticarti di inviare i calcoli delle strutture al genio civile.
alla fine è normale amministrazione.
la cosa va fatta per qualsiasi tipo di impianto produttivo (SUAP)....
ciao


Grazie Sasà, in realtà mi rimane comunque il dubbio.
Se attivassi una pratica SUAP (in realtà non l'ho mai fatta..)sarebbe cosa diversa dalla procedura di verifica di impatto ambientale, e quest'ultima se tutto va bene (e non mi fa passare a VIA) non durerebbe meno di due mesi; il punto è che lo stesso ufficio tecnico (ambiente regione sardegna) a seguto di ulteriore colloquio non mi ha saputo dire con certezza se ci fosse l'obbligo o meno di attivarmi in quel senso per l'impianto da 50 kW (in pratica mi ha detto che nell'incertezza è meglio farlo!!); pensa che ho la concessione edilizia in un comune a costruire senza aver fatto nulla di tutto questo (per un altro impianto) e la bellissima (quanto stronza!) dottoressa dell'ufficio ambiente mi ha già detto che quella concessione non può essere valida (deve infatti essere rilasciata solo dopo la procedura di verifica ambientale, non prima). Mi è stato detto che per togliermi (e in realtà toglierle!!) questi dubbi non devo far altro che porre quesito formale sia all'Ambiente che all'Industria (quest'ultima dovrebbe chiarire fino a quanto posso considerare il mio impianto industriale, o fissare comunque una soglia per il passaggio a procedura di verifica impatto ambientale) che alle Attività Produttive (potrebbero infatti esserci eccezioni per gli impianti fotovoltaici incentivati dal GRTN rispetto a quelli non incentivati); io il quesito l'ho posto formalmente ma chissà quando mi risponderanno e intanto il tempo passa e si avvicina sempre di più la scadenza per l'inizio lavori! Quello che mi chiedevo è se per tuoi impianti hai fatto questa procedura (non so magari rientra nella pratica SUAP che sò..) soprattutto perchè ricordo tu ti occupi di impianti da 1 MW; per quelli la suddetta dottoressa mi ha detto che è certa al 100% sia necessaria tale procedura e anzi è pure altamente probabile che si passi a VIA, con tempi che slittano da 2 a 6 mesi!!
Ti ringrazio in anticipo

io mi sto occupando di 7 impianti da 1 mw di cui uno in corso e 9 da 50 kw (tutti in corso). la procedura è la stessa. vedi la legge 447/98 e capirai. devi far passare la pratica al SUAP. tutto sta a partire a tempo debito... io ho fatto una sola pratica per tutti e nove perche sono concentrati in un unico posto...)
comunque la cosa la puoi anche velocizzare andando presso gli enti (qua sono i BBAA che rompono...) per le autorizzazioni. comunque l'iter è sempre lo stesso. SUAP...
la legge parla chiaro anche sui tempi massimi di autorizzazione quindi la stronza non si sparasse le pose...
leggiti la legge anche perchè come impianto produttivo questo è compreso....
non dimenticarti, come DL, di depositare i calcoli della struttura metallica (che ti forniscono gli stessi costruttori...). ci sono diverse cause penali per la 1086 e le multe sono pesanti.
ciao

P.S.: ti inserisco l'art 1 del DPR 447/98 (vedi che le sanzioni sono penali non commutabili in sanzioni amministrative...):
Ambito di applicazione.
1. Il presente regolamento ha per oggetto la localizzazione degli impianti produttivi di beni e servizi la loro realizzazione, ristrutturazione ampliamento, cessazione, riattivazione e riconversione dell'attività produttiva, nonché l'esecuzione di opere interne ai fabbricati adibiti ad uso di impresa. Resta salvo quanto previsto dal decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114.
1-bis. Rientrano tra gli impianti di cui al comma 1 quelli relativi a tutte le attività di produzione di beni e servizi, ivi incluse le attività agricole, commerciali e artigiane, le attività turistiche ed alberghiere, i servizi resi dalle banche e dagli intermediari finanziari, i servizi di telecomunicazioni (1).2. Le regioni, ai sensi dell'articolo 23, commi 2 e 3 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, stabiliscono forme di coordinamento e raccordo per la diffusione delle informazioni da parte dello sportello unico degli enti locali.
3. È fatto salvo quanto disposto dall'articolo 27 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, secondo la previsione di cui all'articolo 4, in ordine al procedimento di valutazione di impatto ambientale. Le competenze e le procedure relative al controllo dei pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose e alla prevenzione e riduzione dell'inquinamento sono disciplinate ai sensi degli articoli 18 e 21 della legge 24 aprile 1998, n. 128, e, nelle more della loro attuazione, dalla normativa vigente.
(1) Comma aggiunto dall'art. 1, d.p.r. 7 dicembre 2000, n. 440.



Grazie ancora, ora mi leggo bene la legge..ti farò sapere.
Ciao e buona pasqua a tutti!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010