IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è lunedì 8 marzo 2021, 11:57

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 7 gennaio 2015, 15:28 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 26 marzo 2008, 18:56
Messaggi: 324
Località: Mestre
Buongiorno a tutti.
Questa è la situazione : villa di nuova costruzione, circa 350 mq, ottimi isolamenti ( 12cm di cappotto – 12 cm isolamento tetto – serramenti bassoemissivi ), impianto ibrido con pdc aria/acqua ( funzionamento sia per riscaldamento che per raffrescamento ) e caldaia a condensazione. Impianto fotovoltaico da 6KW. Terminali di emissione a pannelli radianti a pavimento sia per riscaldamento che per raffrescamento. Impianto di deumidificazione. Puffer inerziale per pdc.

Ora la questione che vorrei porre riguarda il solare termico. Premetto che la falda è a sud con inclinazione di ca 40° e con superficie di ca 60mq. Tolto il fotovoltaico resterebbero ca 35mq a disposizione ed il cliente è stato invogliato da un produttore conosciuto ad una fiera di installare appunto 30mq di solare termico per integrare il riscaldamento. Io gli ho consigliato di mettere solare termico solo per la produzione di acs ( quindi circa 6mq ) e di lasciar perdere l’integrazione al riscaldamento per i seguenti motivi :

- Inclinazione tetto non ottimale
- Spesa eccessiva a fronte di un risparmio atteso sul riscaldamento che è molto variabile ( secondo me non più del 15 - 25% )
- Necessità di spendere ulteriormente per mettere un accumulo più grande ( magari tank-in-tank per ridurre gli ingombri )
- Problema della stagnazione estiva e quindi necessità di drenare il fluido in surriscaldamento

Insomma stò cercando di convincerlo che a mio parere il gioco non vale la candela e che forse a questo punto è meglio qualche pannello fotovoltaico in più visti i carichi estivi ed invernali che ci saranno. Aihmè non sono riuscito a convincerlo tanto che ha chiesto un confronto tra me e la ditta che gli propone questa cosa. Chiaramente gli ho spiegato che a me non cambia niente mettere 35mq di solare termico ma gli ho anche detto che nel mio progetto non gli posso garantire un risparmio del fino al 50% come promesso dal rivenditore ( si perché è questo quello che promettono ).

Voi cosa ne pensate ?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 7 gennaio 2015, 15:39 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 15 ottobre 2010, 9:59
Messaggi: 932
D'accordo su tutta la linea.Se per caso non riesci a convincerlo, con 30 mq di pannelli solari secondo me è opportuno valutare l'installazione di un dissipatore, altrimenti rischia di avere grossi problemi.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 7 gennaio 2015, 16:49 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 31 maggio 2007, 0:23
Messaggi: 6910
Località: Roma
Quoto entrambi. Proponigli una piscina olimpionica per smaltire il surplus estivo.

_________________
il riscaldamento centralizzato più ti scalda più conviene
niente carbone mai più metano
R. G.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 7 gennaio 2015, 17:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19598
Località: Ferrara
anche volendo integrare il riscaldamento (perchè no?) con solare termico, a mio avviso 30mq sarebbero comunque eccessivi, si può sempre optare per un serbatoio tank-in-tank e usare i 6mq di pannelli (max 8 o comunque in proporzione al volume del serbatoio stesso che a quel punto diventa il vero fattore vincolante) in modo da avere quel minimo di integrazione al riscaldamento nelle mezze stagioni. Ricordagli comunque che in estate il riscaldamento non va e che in inverno il solare termico produce poco o niente, perciò è inutile voler strafare. :lol:

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 7 gennaio 2015, 19:18 
Non connesso

Iscritto il: domenica 25 maggio 2008, 14:32
Messaggi: 1242
Fagli vedere un paio di numeri. Ad esempio una stima dei kWh prodotti dal solare termico, ad integrazione del riscaldamento (quindi tolta la quota parte per l'acs), che verosimilmente non saranno chissà poi quanti, in confronto a quelli che devono essere forniti all'abitazione appunto per scaldarla... e poi fagli una stima di quanto ci mettono 30 mq di pannelli a portare il puffer a 80-90 °C, in pieno luglio...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 8 gennaio 2015, 14:40 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 15 ottobre 2010, 9:59
Messaggi: 932
Samuele C. ha scritto:
Fagli vedere un paio di numeri. Ad esempio una stima dei kWh prodotti dal solare termico, ad integrazione del riscaldamento (quindi tolta la quota parte per l'acs), che verosimilmente non saranno chissà poi quanti, in confronto a quelli che devono essere forniti all'abitazione appunto per scaldarla... e poi fagli una stima di quanto ci mettono 30 mq di pannelli a portare il puffer a 80-90 °C, in pieno luglio...

concordo e aggiungo: fagli vedere - in genere i software forniscono tali valori- qual'è l'energia in surplus prodotta in fase estiva tolti i fabbisogni, sicuramente il surplus sarà molto alto, e precisa che tale energia è peggio che buttata: va smaltita con dissipatori a funzionamento elttrico (ventola), quindi con costi aggiuntivi.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it