IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è mercoledì 28 ottobre 2020, 11:12

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 12 ottobre 2016, 10:04 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 ottobre 2016, 8:59
Messaggi: 36
Buongiorno,
dovrei acquistare un appartamento all'ultimo piano, sul tetto sono montati dei pannelli fotovotaici e dei pannelli solari termici.
la casa non ha un sottotetto, quindi i pannelli si trovano proprio sopra la mia testa.

Un impianto fotovoltaico è composto da due parti:

- i pannelli, con eventualmente un regolatore e degli accumulatori, che funzionano in corrente continua;
- un inverter, che trasforma la corrente continua in corrente alternata a 220 volt utilizzabile dai normali elettrodomestici o immessa nella rete di distribuzione.

La parte in corrente continua emette campi magnetici statici, del tutto simili al campo magnetico terrestre, a cui si sommano,

L'inverter, contenendo al suo interno un trasformatore, emette campi magnetici a bassa frequenza

domanda:
che rischio corro ad avere un impianto di pannelli fotovoltaici sopra la testa?
a che distranza dovrebbero essere?
Grazie


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 12 ottobre 2016, 22:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: domenica 4 novembre 2007, 21:21
Messaggi: 1730
Località: Padova-Trento-Udine
Nessun rischio, inoltre di notte non producono energia quindi corrente elettrica nulla di conseguenza capi elettromagnetici nulli.
Inoltre l'intensità di corrente generata da una stringa FV non è rilevante, una decina di ampere, il campo EM trascurabile ad un metro.
In una abitazione l'inquinamento elettromagnetico maggiore viene prodotto dal compressore del frigo, dal phon, dal telefonino sul comodino, dal Wi-Fi, etc. etc.
Si possono fare delle misure ma la loro accuratezza dipende da quanto si vuole spendere, in ogni caso sono sempre soldi buttati, queste indagini servono solo a far contenti gli eco-talebani.

_________________
"Le misure sono state eseguite e interpretate secondo norme imposte dall'autorità competente, il fondamento delle quali ci è rimasto occulto." [Ettore Majorana]


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 12 ottobre 2016, 22:50 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 8 giugno 2015, 18:02
Messaggi: 347
(PS: in anteprima vedo che la mia risposta si incrocia con altr o contributo, credo di non creare contraddizione)

Buonasera,
Cita:
... che rischio corro ad avere un impianto di pannelli fotovoltaici sopra la testa? ...

Di pagare una bolletta elettrica meno cara.
Cita:
... a che distranza dovrebbero essere? ...

A meno di 10 cm per esposizione di almeno 8 ore, in orari diurni di funzionamento attivo.
Cita:
... La parte in corrente continua emette campi magnetici statici, del tutto simili al campo magnetico terrestre, a cui si sommano, ...

Se Lei è iscritto coscientemente in questo forum tecnico, sono imbarazzato al pensare che entrambi abbiamo stesso livello di istruzione superiore.

Tento comunque di dare credito alle Sue preoccupazioni: acquisti la norma CEI EN 50499 ed apprenda quanto viene richiesto come valutazione rischi per un ambiente luogo di lavoro, similare all'ambiente domestico.
In tale norma c'è una nota: per inverter da fotovoltaico è valutabile la pericolosità per individui portatori di elettromedicali impiantabili (pacemaker, elettrostimolatori vertebrali) per esposizione continua e ravvicinata (cioè solo se costretti a starne vicini perchè legati alla stessa parete dall'Anonima Sarda degli anni 80).

Mi creda: non esistono le scie chimiche.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 13 ottobre 2016, 9:58 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 ottobre 2016, 8:59
Messaggi: 36
lbasa ha scritto:
(PS: in anteprima vedo che la mia risposta si incrocia con altr o contributo, credo di non creare contraddizione)

Buonasera,
Cita:
... che rischio corro ad avere un impianto di pannelli fotovoltaici sopra la testa? ...

Di pagare una bolletta elettrica meno cara.
Cita:
... a che distranza dovrebbero essere? ...

A meno di 10 cm per esposizione di almeno 8 ore, in orari diurni di funzionamento attivo.
Cita:
... La parte in corrente continua emette campi magnetici statici, del tutto simili al campo magnetico terrestre, a cui si sommano, ...

Se Lei è iscritto coscientemente in questo forum tecnico, sono imbarazzato al pensare che entrambi abbiamo stesso livello di istruzione superiore.

Tento comunque di dare credito alle Sue preoccupazioni: acquisti la norma CEI EN 50499 ed apprenda quanto viene richiesto come valutazione rischi per un ambiente luogo di lavoro, similare all'ambiente domestico.
In tale norma c'è una nota: per inverter da fotovoltaico è valutabile la pericolosità per individui portatori di elettromedicali impiantabili (pacemaker, elettrostimolatori vertebrali) per esposizione continua e ravvicinata (cioè solo se costretti a starne vicini perchè legati alla stessa parete dall'Anonima Sarda degli anni 80).

Mi creda: non esistono le scie chimiche.


Cita:
Se Lei è iscritto coscientemente in questo forum tecnico, sono imbarazzato al pensare che entrambi abbiamo stesso livello di istruzione superiore.

Cita:
... La parte in corrente continua emette campi magnetici statici, del tutto simili al campo magnetico terrestre, a cui si sommano, ...

Salve, sono iscritto in questo forum ma non sono un ingegnere inoltre quanto scritto in precedenza l'ho letto in questo link: http://ulisse.sissa.it/chiediAUlisse/domanda/2005/Ucau051211d001

Cita:
La parte in corrente continua emette campi magnetici statici, del tutto simili al campo magnetico terrestre, a cui si sommano, ma centinaia di volte più deboli di questo. Non è quindi pensabile una loro influenza negativa sulla salute.

Saluti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 13 ottobre 2016, 12:14 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 ottobre 2016, 8:59
Messaggi: 36
Randal ha scritto:
Nessun rischio, inoltre di notte non producono energia quindi corrente elettrica nulla di conseguenza capi elettromagnetici nulli.
Inoltre l'intensità di corrente generata da una stringa FV non è rilevante, una decina di ampere, il campo EM trascurabile ad un metro.
In una abitazione l'inquinamento elettromagnetico maggiore viene prodotto dal compressore del frigo, dal phon, dal telefonino sul comodino, dal Wi-Fi, etc. etc.
Si possono fare delle misure ma la loro accuratezza dipende da quanto si vuole spendere, in ogni caso sono sempre soldi buttati, queste indagini servono solo a far contenti gli eco-talebani.


Grazie mille per la risposta,
secondo te che misure si possono fare e con che strumenti ? (immagiono siano soldi buttati però con la salute meglio non scherzare) :( :( :( :( :( :( :(


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 13 ottobre 2016, 14:10 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 ottobre 2016, 8:59
Messaggi: 36
Randal ha scritto:
Necessitano strumenti che misurano:
- la induzione magnetica [microTelsa];
- la intensità del campo elettrico [V/m];
- la intensità del campo magnetico [A/m].
Tutte misure da effettuare in funzione della frequenza.

Allego una delle tante tabelle della norma citata dal collega Ibasa da cui puoi vedere che per intensità di correnti di tipo domestico è assurdo fare qualsiasi misurazione.
Se hai soldi da buttar via posso, per una campagna di misure, farti un preventivo.

Immagine



Grazie mille Randal,
ma +o- su che prezzo siamo per una campagna di misure?
a me interessa per il discorso dei pannelli/inverter che ho sulla testa...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 13 ottobre 2016, 14:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: domenica 4 novembre 2007, 21:21
Messaggi: 1730
Località: Padova-Trento-Udine
Necessitano strumenti che misurano:
- la induzione magnetica [microTelsa];
- la intensità del campo elettrico [V/m];
- la intensità del campo magnetico [A/m].
Tutte misure da effettuare in funzione della frequenza.

Allego una delle tante tabelle della norma citata dal collega Ibasa da cui puoi vedere che per intensità di correnti di tipo domestico è assurdo fare qualsiasi misurazione.
Se hai soldi da buttar via posso, per una campagna di misure, farti un preventivo.

Immagine

_________________
"Le misure sono state eseguite e interpretate secondo norme imposte dall'autorità competente, il fondamento delle quali ci è rimasto occulto." [Ettore Majorana]


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 13 ottobre 2016, 15:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: domenica 4 novembre 2007, 21:21
Messaggi: 1730
Località: Padova-Trento-Udine
niko80 ha scritto:

Grazie mille Randal,
ma +o- su che prezzo siamo per una campagna di misure?
a me interessa per il discorso dei pannelli/inverter che ho sulla testa...


Vai a questo link:
http://www.ifac.cnr.it/pcemni/domarisp/doribelf.php
che è anche citato nel tuo riferimento, leggi le risposte 36 e 37, la domanda è: che distanza ci è tra i pannelli/inverter e la tua testa ?

Il prezzo della campagna è +/- 5 keuri.

Se io dovessi misurare ed asseverare una induzione di 0,1 microTelsa che fai ?
Non puoi fare niente dato che in base alla letteratura tecnica/scientifica/medica non puoi dimostrare nessuna causa/effetto.

Non sono questi i pericoli derivanti dall'esistenza, la sicurezza assoluta non esiste, il rischio è connaturato ad ogni attività umana anche quella del vivere.

_________________
"Le misure sono state eseguite e interpretate secondo norme imposte dall'autorità competente, il fondamento delle quali ci è rimasto occulto." [Ettore Majorana]


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 13 ottobre 2016, 18:37 
Non connesso

Iscritto il: sabato 24 settembre 2016, 11:54
Messaggi: 43
Località: Umbria, Italia
niko80 ha scritto:
Buongiorno,
dovrei acquistare un appartamento all'ultimo piano, sul tetto sono montati dei pannelli fotovotaici e dei pannelli solari termici.
la casa non ha un sottotetto, quindi i pannelli si trovano proprio sopra la mia testa.

Un impianto fotovoltaico è composto da due parti:

- i pannelli, con eventualmente un regolatore e degli accumulatori, che funzionano in corrente continua;
- un inverter, che trasforma la corrente continua in corrente alternata a 220 volt utilizzabile dai normali elettrodomestici o immessa nella rete di distribuzione.

La parte in corrente continua emette campi magnetici statici, del tutto simili al campo magnetico terrestre, a cui si sommano,

L'inverter, contenendo al suo interno un trasformatore, emette campi magnetici a bassa frequenza

domanda:
che rischio corro ad avere un impianto di pannelli fotovoltaici sopra la testa?
a che distranza dovrebbero essere?
Grazie


Come altri ti hanno già detto, non c'è motivo di preoccuparsi dei pannelli. L'inverter potrebbe uscire dai parametri di compatibilità elettromagnetica in caso di guasto al sistema di filtraggio, immettendo nella rete componenti armoniche con ampiezza più elevata rispetto ai limiti di legge (incrementando di conseguenza le componenti del campo elettromagnetico a frequenza multipla di quella di rete), però stiamo parlando di un impiantino domestico da pochi kW e non di un impianto da centinaia di kW.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it