IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è lunedì 13 luglio 2020, 11:27

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Verifica muffa ponte termico
MessaggioInviato: mercoledì 6 novembre 2019, 12:20 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 22 marzo 2010, 15:08
Messaggi: 347
In un intervento di ristrutturazione di secondo livello dove si interviene su pavimento ed infissi, sono obbligato alla verifica della muffa sul ponte parete-solaio? Perchè non tornando l'unica soluzione sarebbe la coibentazione delle pareti, l'intervento si trasformerebbe in ristrutturazione id primo livello e mi pare abbastanza assurda come cosa.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verifica muffa ponte termico
MessaggioInviato: mercoledì 6 novembre 2019, 13:07 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19459
Località: Ferrara
mirco m. ha scritto:
In un intervento di ristrutturazione di secondo livello dove si interviene su pavimento ed infissi, sono obbligato alla verifica della muffa sul ponte parete-solaio? Perchè non tornando l'unica soluzione sarebbe la coibentazione delle pareti, l'intervento si trasformerebbe in ristrutturazione id primo livello e mi pare abbastanza assurda come cosa.

E' la solita questione "spinosa" associata ai ponti termici, dato che un ponte termico per definizione riguarda il contatto tra 2 strutture diverse, allora se tali strutture non sono oggetto di intervento, o lo è solo una e l'altra no, non si dovrebbe "in teoria" essere obbligati a verificare che non si formi condensa sul ponte termico.
E del resto, il DM al riguardo dice:
Nel caso di intervento che riguardi le strutture opache delimitanti il volume climatizzato verso l’esterno, si procede in conformità alla normativa tecnica vigente (UNI EN ISO 13788), alla verifica dell’assenza:
- di rischio di formazione di muffe, con particolare attenzione ai ponti termici negli edifici di nuova costruzione;
- di condensazioni interstiziali.
Quindi, sembrerebbe che la verifica di muffa sui PT riguardi solo gli edifici di nuova costruzione, mentre per interventi su esistente basterebbe la verifica interstiziale (glaser) sulle strutture, ma non necessariamente sui ponti termici.
Chiaro che questa è una interpretazione "discutibile" perchè il buonsenso vorrebbe che laddove intervieni su entrambe le strutture che delimitano il ponte termico debba essere verificato pure quello, inoltre, in un caso come il tuo, se vedi che su un PT esistente non oggetto di intervento si può formare muffa, significa che con ogni probabilità si formerà davvero, quindi a prescindere dagli obblighi o meno, qualcuno potrebbe aversene a male e andare per vie legali e non sarebbe la prima volta: in tal caso bisognerebbe tutelarsi, quanto meno scrivendo nero su bianco che quel ponte termico non è oggetto di intervento e quindi di verifica.

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verifica muffa ponte termico
MessaggioInviato: mercoledì 6 novembre 2019, 13:39 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 22 marzo 2010, 15:08
Messaggi: 347
boba74 ha scritto:
mirco m. ha scritto:
In un intervento di ristrutturazione di secondo livello dove si interviene su pavimento ed infissi, sono obbligato alla verifica della muffa sul ponte parete-solaio? Perchè non tornando l'unica soluzione sarebbe la coibentazione delle pareti, l'intervento si trasformerebbe in ristrutturazione id primo livello e mi pare abbastanza assurda come cosa.

E' la solita questione "spinosa" associata ai ponti termici, dato che un ponte termico per definizione riguarda il contatto tra 2 strutture diverse, allora se tali strutture non sono oggetto di intervento, o lo è solo una e l'altra no, non si dovrebbe "in teoria" essere obbligati a verificare che non si formi condensa sul ponte termico.
E del resto, il DM al riguardo dice:
Nel caso di intervento che riguardi le strutture opache delimitanti il volume climatizzato verso l’esterno, si procede in conformità alla normativa tecnica vigente (UNI EN ISO 13788), alla verifica dell’assenza:
- di rischio di formazione di muffe, con particolare attenzione ai ponti termici negli edifici di nuova costruzione;
- di condensazioni interstiziali.
Quindi, sembrerebbe che la verifica di muffa sui PT riguardi solo gli edifici di nuova costruzione, mentre per interventi su esistente basterebbe la verifica interstiziale (glaser) sulle strutture, ma non necessariamente sui ponti termici.
Chiaro che questa è una interpretazione "discutibile" perchè il buonsenso vorrebbe che laddove intervieni su entrambe le strutture che delimitano il ponte termico debba essere verificato pure quello, inoltre, in un caso come il tuo, se vedi che su un PT esistente non oggetto di intervento si può formare muffa, significa che con ogni probabilità si formerà davvero, quindi a prescindere dagli obblighi o meno, qualcuno potrebbe aversene a male e andare per vie legali e non sarebbe la prima volta: in tal caso bisognerebbe tutelarsi, quanto meno scrivendo nero su bianco che quel ponte termico non è oggetto di intervento e quindi di verifica.



Grazie Boba, ritengo sia l'interpretazione più logica. Scriverò in relazione le considerazioni fatte su quel tipo di ponte.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Verifica muffa ponte termico
MessaggioInviato: venerdì 8 novembre 2019, 20:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 17 marzo 2007, 22:43
Messaggi: 3357
Località: brescia
Due premesse:

1. '..con particolare attenzione.. negli edifici di nuova costruzione' non è una norma, ma una ricetta di cucina: 'quanto basta'; O la devo fare O non la devo fare

2. qualunque cosa tu scriva, non la leggerà mai nessuno, se non ci saranno problemi.


Quindi, mettiamoci nel caso che I PROBLEMI DI MUFFA CI SIANO DAVVERO.
A questo punto, l'interpretazione che 'non trattandosi di nuova costruzione, la verifica non l'ho fatta', è sicuramente perdente, qualunque CTU la legge al contrario e ti inchioda.

Qui però, il caso è ancora diverso, in quanto il ponte termico che non quadra non è minimamente oggetto di intervento, ed è comprensibile che non si voglia stravolgere tutto quanto non previsto.

A mio avviso, ma proprio per sollevare la discussione, il progettista potrebbe/dovrebbe segnalare la cosa, indicando i metodi per evitare che il pt diventi un problema, suggerendo il controllo dell'Ur o raccomandando un utilizzo dell'abitazione consono ai problemi esistenti e non eliminabili. A qs punto, in ogni caso, se ci saranno problemi nessuno potrà addebitargli nulla.

_________________
Art.1 : L'Italia è una Repubblica fondata sul Lavoro. ..degli altri.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it