IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è venerdì 6 dicembre 2019, 20:11

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 14:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19275
Località: Ferrara
Salve, per quanto riguarda la nuova legge di bilancio 2018, viene introdotta la distizione tra detrazione al 65% e al 50% delle caldaie a condensazione. In particolare in entrambi i casi viene inserita la classe A (riferita la rendimento stagionale anzichè ai valori di rendimento nominale, anche se da quello che mi sembra di vedere le normali caldaie a condensazione dovrebbero rientrare salvo ciofeche...), ma soprattutto la detrazione al 65% spetta laddove si inseriscono sistemi di regolazione "evoluti":
Ora, io sono andato a vedere le classi di controlli di temperatura fissati dalla Commissione 2014/C 207/02, anche se non ho ben capito in parole povere quale tipologia di termostati o centraline rientrino e quali no.
Ad esempio, immagino che la semplice caldaia a condensazione+valvole termostatiche si detrae al 50%, mentre: un normale cronotermostato? Una sonda esterna abbinata alla caldaia? Oppure occorre una centralina climatica? Ci deve essere una certificazione che accompagna l'apparecchio attestando l'appartenenza a una data classe, o la cosa va asseverata in altro modo? :roll:

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 16:15 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2011, 13:08
Messaggi: 218
—Classe V – Termostato d’ambiente modulante, destinato all’uso con apparecchi di riscaldamento modu lanti: un termostato elettronico ambientale che varia la temperatura del flusso dell’acqua lasciando che l’apparecchio di riscaldamento dipenda dalla deviazione fra la temperatura ambientale misurata e il punto d’analisi del termostato stesso. Il controllo è effettuato modulando l’uscita dall’apparecchio di riscaldamento.

Ha l'aria di essere un termostato modulante agente sulla temperatura di mandata della caldaia (quindi direi che il normale cronotermostato on/off non va bene).

—Classe VI – Centralina di termoregolazione e sensore ambientale, destinati all’uso con apparecchi di riscaldamento modulanti: un controllo della temperatura del flusso in uscita dall’apparecchio di riscalda mento che varia la temperatura di tale flusso secondo la temperatura esterna e la curva di compensa zione atmosferica scelta. Un sensore della temperatura ambientale controlla la temperatura del locale e adegua la sfasatura parallela della curva di compensazione per migliorare l’abitabilità del vano. Il controllo è effettuato modulando l’uscita dall’apparecchio di riscaldamento.

Questa sembra la classica centralina climatica con sonda esterna e sonda ambiente (al momento mi sembra la soluzione più disponibile in commercio).

—Classe VIII – Controllo della temperatura ambientale a sensori plurimi, destinato all’uso con apparecchi di riscaldamento modulanti: un controllo elettronico munito di 3 o più sensori ambientali che varia la temperatura del flusso d’acqua, lasciando che l’apparecchio di riscaldamento dipenda dalla deviazione fra la temperatura ambientale misurata aggregata e i punti d’analisi del termostato stesso. Il controllo è effettuato modulando l’uscita dall’apparecchio di riscaldamento.

Questo è simile alla classe V ma con almeno 3 sensori ambiente.

Staremo a vedere se ci sarà bisogno di asseverazione o certificazione del produttore ...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 18 gennaio 2018, 12:54 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 18 novembre 2009, 14:34
Messaggi: 584
Località: Pesaro
ad oggi per "evoluti" mi viene in mente almeno una centralina domotica e/o con telegestione. tutte quelle elencate mi sembrano più o meno "classiche".

_________________
che lo sforzo sia con te!!!!!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 18 gennaio 2018, 18:51 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 25 febbraio 2008, 23:55
Messaggi: 77
boba74 ha scritto:
Salve, per quanto riguarda la nuova legge di bilancio 2018, viene introdotta la distizione tra detrazione al 65% e al 50% delle caldaie a condensazione. In particolare in entrambi i casi viene inserita la classe A (riferita la rendimento stagionale anzichè ai valori di rendimento nominale, anche se da quello che mi sembra di vedere le normali caldaie a condensazione dovrebbero rientrare salvo ciofeche...), ma soprattutto la detrazione al 65% spetta laddove si inseriscono sistemi di regolazione "evoluti":
Ora, io sono andato a vedere le classi di controlli di temperatura fissati dalla Commissione 2014/C 207/02, anche se non ho ben capito in parole povere quale tipologia di termostati o centraline rientrino e quali no.
Ad esempio, immagino che la semplice caldaia a condensazione+valvole termostatiche si detrae al 50%, mentre: un normale cronotermostato? Una sonda esterna abbinata alla caldaia? Oppure occorre una centralina climatica? Ci deve essere una certificazione che accompagna l'apparecchio attestando l'appartenenza a una data classe, o la cosa va asseverata in altro modo? :roll:


La tua osservazione Boba è molto pertinente!
Vedremo cosa si inventeranno non appena uscirà una qualche Circolare ufficiale da parte di AdE....oppure qualche comunicazione ufficiale da parte di Enea.
Certo è che in questo lasso di tempo si crea un empasse non da poco, perchè noi tecnici al momento non sappiamo consigliare nè al cliente nè raffrontandoci con gli installatori su quali tipologie di regolazione debbano essere utilizzate per rientrare nel 65%. Un bel caos all'italiana direi.... E chi vuole iniziare dei lavori adesso...?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 18 gennaio 2018, 20:24 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 8 giugno 2015, 18:02
Messaggi: 347
Cita:
... Vedremo cosa si inventeranno non appena uscirà una qualche Circolare ufficiale da parte di AdE....oppure qualche comunicazione ufficiale da parte di Enea ...

E' possibile, ma non è necessario che esca qualcosa.

L'abbinamento con i sistemi di termoregolazione classificati così come citati esiste da tempo sul mercato; o meglio, esiste da quando la Direttiva Ecodesign ha imposto la marcatura con dichiarazione di classe (anche per i dispositivi di termoregolazione); cioè il mercato già ora propone dispositivi che rientrano o non rientrano in quelle tre classi prescritte.
e per rientrare vuol dire che interagiscono con il sistema generatore secondo le definizioni indicate nel documento europeo.

Sono certamente al momento più favoriti i termoregolatori (se di classe idonea) degli stessi produttori di caldaie modulanti perchè sanno già come abbinare il controllo.
E finalmente si associa la sostituzione di un generatore con dispositivi che intervengono sullo stesso sistema di generazione (le termostatiche agiscono sul sistema di emissione). O meglio, è più coerente.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 19 gennaio 2018, 18:49 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 25 febbraio 2008, 23:55
Messaggi: 77
lbasa ha scritto:
Cita:
... Vedremo cosa si inventeranno non appena uscirà una qualche Circolare ufficiale da parte di AdE....oppure qualche comunicazione ufficiale da parte di Enea ...

E' possibile, ma non è necessario che esca qualcosa.

L'abbinamento con i sistemi di termoregolazione classificati così come citati esiste da tempo sul mercato; o meglio, esiste da quando la Direttiva Ecodesign ha imposto la marcatura con dichiarazione di classe (anche per i dispositivi di termoregolazione); cioè il mercato già ora propone dispositivi che rientrano o non rientrano in quelle tre classi prescritte.
e per rientrare vuol dire che interagiscono con il sistema generatore secondo le definizioni indicate nel documento europeo.

Sono certamente al momento più favoriti i termoregolatori (se di classe idonea) degli stessi produttori di caldaie modulanti perchè sanno già come abbinare il controllo.
E finalmente si associa la sostituzione di un generatore con dispositivi che intervengono sullo stesso sistema di generazione (le termostatiche agiscono sul sistema di emissione). O meglio, è più coerente.


Concordo assolutamente con te che sarebbe più logico intervenire sulla generazione eo sulla regolazione piuttosto che sull'emissione.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 19 gennaio 2018, 18:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19275
Località: Ferrara
Io già mi vedo inoltri senza scrupoli con inserimento al 65% anche in caso di sola caldaia (magari anche senza valvole termostatiche, come già avveniva anche prima).... contando sul fatto che anche in caso di controlli andranno a vedere le fatture ma non faranno "perquisizioni" in casa dei beneficiario... :roll:

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 19 gennaio 2018, 21:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 17 marzo 2007, 22:43
Messaggi: 3317
Località: brescia
... anche qui, la finanziaria ha aggiunto qualcosa.

L'enea è tenuta ad effettuare anche controlli in situ.

Quanti? Che ne so? Pochini. Anche meno. Però almeno han provato a scriverlo.
Se poi dicessero che invece che ENEA (che non ha sedi territoriali) il controllino lo facesse il tecnico comunale, allora le cose cambierebbero assai.

_________________
Art.1 : L'Italia è una Repubblica fondata sul Lavoro. ..degli altri.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 24 gennaio 2018, 17:47 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 25 febbraio 2008, 23:55
Messaggi: 77
giotisi ha scritto:
... anche qui, la finanziaria ha aggiunto qualcosa.

L'enea è tenuta ad effettuare anche controlli in situ.

Quanti? Che ne so? Pochini. Anche meno. Però almeno han provato a scriverlo.
Se poi dicessero che invece che ENEA (che non ha sedi territoriali) il controllino lo facesse il tecnico comunale, allora le cose cambierebbero assai.



Giotisi ha ragione, hanno inserito la possibilità di effettuare dei controlli in situ, che però dovranno essere a costo zero per lo Stato...... :azz:
Fantastico, come fai a dire ok facciamo dei controlli ma al contempo imporre che il Controllore non dovrà avere un aggravio di costi....? Li imporranno a carico del contribuente...? Li faranno eseguire da ditte specializzate private (ma poi chi le pagherà)...? Misteri della Legge di Stabilità 2018.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 24 gennaio 2018, 18:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19275
Località: Ferrara
paf76 ha scritto:
giotisi ha scritto:
... anche qui, la finanziaria ha aggiunto qualcosa.

L'enea è tenuta ad effettuare anche controlli in situ.

Quanti? Che ne so? Pochini. Anche meno. Però almeno han provato a scriverlo.
Se poi dicessero che invece che ENEA (che non ha sedi territoriali) il controllino lo facesse il tecnico comunale, allora le cose cambierebbero assai.



Giotisi ha ragione, hanno inserito la possibilità di effettuare dei controlli in situ, che però dovranno essere a costo zero per lo Stato...... :azz:
Fantastico, come fai a dire ok facciamo dei controlli ma al contempo imporre che il Controllore non dovrà avere un aggravio di costi....? Li imporranno a carico del contribuente...? Li faranno eseguire da ditte specializzate private (ma poi chi le pagherà)...? Misteri della Legge di Stabilità 2018.

Ah, se facessero come i controlli sugli APE che fanno in Emilia Romagna dovrebbero mettere un contributo su ciascun inoltro a ENEA a carico del beneficiario (del tipo 15 euro per ogni pratica inoltrata), con quei contributi dovrebbero finanziare i controlli a campione da parte di verificatori accreditati (con tanto di corsi di formazione). Solo così le verifiche non sarebbero a carico dello Stato
Ma un conto è una regione che delibera, un conto è lo stato, che tra decreti attuativi varii ora che la macchina si metta in funzione potrebbero passare anni.... :roll:

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010