IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è martedì 15 ottobre 2019, 11:43

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: dimensionamento collettore di scarico
MessaggioInviato: giovedì 9 agosto 2018, 15:24 
Non connesso

Iscritto il: martedì 12 giugno 2018, 19:15
Messaggi: 7
Sto redigendo una perizia per la verifica del corretto dimensionamento delle acque nere di una palazzina di n. 8 appartamenti.
Il problema è il seguente: ho un pozzetto nel quale arriva una colonna di scarico bagni diametro 110 (4 appartamenti), una colonna di scarico cucine diametro 110 (4 appartamenti più due lavabi a servizio di due box auto) ed in ultimo un collettore di un locale pluriuso a piano terra diametro 110 (un bagno).
Da questo pozzetto i liuami vengono convogliati al collettore principale cittadino ( distanza 3.5 metri circa) attraverso un tubo da 110.

Come faccio a verificare la correttezza dimensionale dell'ultimo tratto? Da quanto dettomi in passato si sono verificati intasamenti con spiacevoli conseguenze.

grazie


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 9 agosto 2018, 16:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38101
la regola in Costruzioni Idrauliche è che un tratto di tubo (collettore) non deve essere mai inferiore a DN 200

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 9 agosto 2018, 19:01 
Non connesso

Iscritto il: martedì 12 giugno 2018, 19:15
Messaggi: 7
come potrei dimostrarlo? attraverso quale documento ufficiale?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 9 agosto 2018, 19:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38101
se ricordo bene ci dovrebbe essere anche qualche norma UNI, mi pare la 9183 (anche se queste sono norme volontarie e inoltre continuano ad usare la fumosa dicitura "regola dell'arte" per cui non so quale credito dargli)

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 9 agosto 2018, 19:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38101
vedi qui da pag. 152
https://www.caleffi.com/sites/default/f ... o_5_it.pdf

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 10 agosto 2018, 1:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38101
resta il problema di quel "coefficiente di contemporaneità", che mi pare abbia senso solo nel caso di caserme ecc. dove tutti sono costretti a svegliarsi ad una certa ora; per il resto è tutto troppo "probabilistico";

ad esempio nel tuo caso hai 5 bagni e quindi 5 vasi igienici ai quali si associa uno scarico ciascuno di 2,5 litri/secondo;
si potrebbe quindi avere una portata (molto "probabile") contemporanea di 2,5x5 = 12,5 lt/s

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 11 agosto 2018, 9:31 
Non connesso

Iscritto il: martedì 1 luglio 2014, 12:08
Messaggi: 10
Facendo due calcoli approssimativi.

La condotta in uscita dal pozzetto ha diametro 110 mm. Volendo applicare la formula di Chezy Strickler ipotizzo un coefficiente di scambrezza Ks di 70 m^(1/3)/s e una pendenza i dell'1%. Trovo una portata a pieno riempimento di circa Q = Ks*A*R^(2/3)*i^(1/2) = 6 l/s. Tale portata nella realtà sarà minore tenendo in considerazione che 1) la condotta non lavora a pieno riempimento e 2)incertezze di calcolo.

Quindi già i 12.5 l/s ipotizzati da Pasquale fanno fatica a defluire :oops:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 13 agosto 2018, 13:43 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 7 giugno 2008, 14:41
Messaggi: 516
Località: Bolzano
Con le dovute pendenze, per un edificio con 8 appartamenti un DE110 va più che bene; la normativa di riferimento è la UNI EN 12056, in particolare la parte 2.
Oltretutto con il 110 si può avere un riempimento superiore al 50%, il che è preferibile perchè in tal caso la tubazione viene "lavata" e non si ha il rischio che possa sedimentare qualcosa (cosa che può invece accadere con diametri maggiori come il DE200).

_________________
Siete sicuri di conoscere bene voi stessi?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 13 agosto 2018, 20:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38101
per le fogne il coefficiente k di Gauckler e Strickler è meglio non assumerlo maggiore di 50-60 (anche se i manuali di tubi in plastica dicono anche 80-90, ma le incrostazioni invece ci sono sempre)

mi chiedevo se, data la piccola lunghezza del collettore, il problema non sia dovuto invece al cattivo funzionamento della fognatura pubblica e quindi il reflusso del liquame da questa alla fogna privata

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 14 agosto 2018, 17:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 5 aprile 2012, 23:42
Messaggi: 85
Località: Città Metropolitana di Genova
pasqualeciam ha scritto:
..... ho un pozzetto nel quale arriva una colonna di scarico bagni diametro 110 (4 appartamenti), una colonna di scarico cucine diametro 110 (4 appartamenti più due lavabi a servizio di due box auto) ed in ultimo un collettore di un locale pluriuso a piano terra diametro 110 (un bagno).
Da questo pozzetto i liuami vengono convogliati al collettore principale cittadino ( distanza 3.5 metri circa) attraverso un tubo da 110.
Come faccio a verificare la correttezza dimensionale dell'ultimo tratto? Da quanto dettomi in passato si sono verificati intasamenti con spiacevoli conseguenze.
grazie

Salve pasqualeciam, salve a tutti.
A mio giudizio la condotta in uscita dal pozzetto (DN 110) è sottodimensionata per cui occorre sostituirla.
Applicando la formula di Gauckler-Strickler: Q = Ks*A*Rh^(2/3)*i^(1/2), ipotizzando i seguenti dati:
- Diametro interno nuovo tubo in PVC - SN8: mm. 150,6 (DN 160);
- Coefficiente di scabrezza (Ks) : 70 m^(1/3)/s;
- Pendenza del tubo (i) : 1%;
- Riempimento condotta al 90% (portata massima),
si hanno:
- Portata: 14,27 litri/sec.;
- Velocità: 0,88 metri/sec.
per cui la portata contemporanea molto probabile ipotizzata dall’ing. Pasquale (12,5 litri/sec.), col sopracitato DN 160 dovrebbe poter defluire senza problemi, e anche la velocità del liquame dovrebbe essere adeguata per trasportare le materie in sospensione evitando rischi di sedimentazione (l’esperienza dimostra che una velocità di 0,60 - 0,75 metri/sec. è sufficiente allo scopo).
Alla prossima.
Apache54

_________________
“…quando costruiamo, pensiamo che stiamo costruendo per sempre.”
(John Ruskin. Le sette lampade dell’architettura. La lampada della memoria)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010