IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è martedì 22 ottobre 2019, 13:38

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 17 agosto 2018, 18:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38120
a proposito, vado alla ricerca della pubblicazione
"Impianti interni di distribuzione d'acqua. Una applicazione del calcolo delle probabilità" , prof. ing. Mario Marchetti , Giornale del Genio Civile, 1948

finora ho trovato questa che in pratica tratta lo stesso problema
https://www.docenti.unina.it/webdocenti ... ico/313334

di Clement ho poi trovato questa che tratta sempre di problemi di irrigazione
https://www.shf-lhb.org/articles/lhb/pd ... 966034.pdf

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 28 agosto 2018, 11:23 
Non connesso

Iscritto il: martedì 12 giugno 2018, 19:15
Messaggi: 7
Innanzi tutto vi ringrazio per la partecipazione alla discussione, dalla quale ho ricevuto spunti interessanti.
Faccio due precisazioni e mi scuso con voi:

1) i 4 appartamenti da me citati nel primo post sono muniti ciascuno di n. 2 bagni, ai quali vanno aggiunti anche 1 bagno appartenente ad una soppalco recentemente ricavato. In totale dunque: 4X2=8 +1 (bagno soppalco).Nove bagni. Il collettore a terra riceve complessivamente 9 bagni più uno appartenente al locale pluriuso, più il montante cucine (n.4), più i lavabi dei due garage.

2) I condomini segnalano l'intasamento del collettore da 110 che dal pozzetto di raccolta del palazzo confluisce nel pozzetto della pubblica fogna. Dato che il tubo della fogna comunale è posto più in profondità rispetto al punto di arrivo del collettore (50 cm di dislivello), ho ragione di ritenere che non vi siano problemi di riflusso.

Vorrei riuscire a dimostrare che quel tratto da 110 è effettivamente sottodimensionato. Qualche elemento comincia a venir fuori.


GRAZIE


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 28 agosto 2018, 18:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38120
già il fatto che ogni appartamento ha due bagni raddoppia la probabilità di contemporaneità (ovviamente dipende da quante persone abitano ogni appartamento)

a proposito ho trovato una formula per il coefficiente di contemporaneità molto semplice, evidentemente simile a quella di Clement-Marchetti
C = 0,2 + 1/radq(N)
in cui N sono le unità di scarico (cioè i diversi apparecchi vanno omogeneizzati, ad es. un wc vale circa 25 lavabi)
è usata ad es. in questo foglio di calcolo dell' ing. Carlo Valentini o di qualche suo studente)
http://www.valentiniweb.com/piermo/mecc ... carico.xls

(avevo già postato il link al sito di Valentini in "Links alle principali risorse e documenti", ma solo rivedendolo ho notato questa simpatica preghiera
http://www.valentiniweb.com/piermo/preghiera.htm )

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 28 agosto 2018, 20:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 5 aprile 2012, 23:42
Messaggi: 85
Località: Città Metropolitana di Genova
Salve pasqualeciam, salve a tutti.
La portata complessiva massima contemporanea, calcolata secondo le tue sopracitate precisazioni, dovrebbe essere in dettaglio la seguente:
- bagni: nr. 9 + 1 del locale pluriuso = nr. 10*2,5 litri/sec. (portata vaso a cassetta di ciascun bagno) = litri 25/sec.;
- cucine: nr. 4*1 litro/sec. (portata di ciascun lavello da cucina) = 4 litri/sec.;
- lavabi dei due garages: nr. 2*0,5 litri/sec. (portata di ciascun lavabo) = 1 litro/sec.
Per un totale di 30 litri/sec..
Dette portate di ciascun apparecchio idrosanitario sono state desunte a pagina 153 del precedentemente citato link, qui riprodotto: https://www.caleffi.com/sites/default/f ... o_5_it.pdf
Per i 16 apparecchi sopra considerati, applicando una percentuale di contemporaneità tra il 30 e il 35% (vedere la sottoindicata tabella), la portata complessiva di scarico contemporanea sarebbe compresa tra 9 e 10,5 litri/sec..
Detta portata dovrebbe poter defluire senza problemi da un condotto in PVC - SN8 con diametro interno mm. 150,6 (DN 160) come già citato nel mio primo messaggio del 14 agosto u.s. (portata massima, riempimento al 90%: 14,27 litri/sec.). Considerando un riempimento, più realistico, al 70% di detto tubo e applicando gli stessi dati ipotizzati nel mio primo messaggio, si avrebbe una portata di 11,73 litri/sec., con velocità invariata di 0,88 metri/sec., sufficiente allo scopo.
Se invece si considera un condotto in PVC - SN8, DN 125 (diametro interno: mm. 117,6), applicando gli stessi dati, con riempimento al 90% (portata massima) si avrebbe una portata di 7,38 litri/sec., e con riempimento al 70% (più realistico) si avrebbe una portata di 6,06 litri/sec..
Come si vede, il DN 125 risulta sottodimensionato per una portata tra 9 e 10,5 litri/sec..
Alla prossima.
Apache54
Immagine

_________________
“…quando costruiamo, pensiamo che stiamo costruendo per sempre.”
(John Ruskin. Le sette lampade dell’architettura. La lampada della memoria)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 29 agosto 2018, 12:12 
Non connesso

Iscritto il: martedì 12 giugno 2018, 19:15
Messaggi: 7
Grazie Apache della pronta delucidazione.
Ti chiedo:
Dove hai preso la tabella? in molti documenti, anche quello Caleffi, si parla di fattore di contemporaneità al 50%, invece che al 30-35%.
Come tengo conto inoltre della presenza della lavastoviglie in cucina? vale sempre la regola che la portata di progetto deve essere uguale o maggiore del singolo apparecchio?
Cosa si intende per apparecchio? un insieme di elementi o un singoilo elemento? Vedo che tu hai considerato il bagno (wc, bidet, lavabo, doccia) come unico apparecchio.

grazie ancora, ci siamo quasi :D


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 29 agosto 2018, 13:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 5 aprile 2012, 23:42
Messaggi: 85
Località: Città Metropolitana di Genova
Salve pasqualeciam.
Rispondo alle tue richieste di precisazione.
La tabella l’ho presa dalla seguente discussione su questo forum:
viewtopic.php?f=9&t=61147
(come vedi, era stata pubblicata dall’utente Pasquale) in quanto la ritengo attendibile e rispondente alla realtà.
Nella quasi totalità dei casi la lavastoviglie non viene usata in contemporanea col lavello (viene usata dopo aver “sgrossato” le stoviglie e gli utensili da cucina: è buona regola non inserirli nella stessa eccessivamente sporchi). Inoltre, da quanto si evince dal link di Caleffi a pagina 153, essa ha una portata uguale a quella del lavello da cucina: 1 litro/sec..
Per apparecchio idrosanitario si intende il singolo componente.
Per quanto riguarda il bagno, ho considerato solo il vaso a cassetta per due motivi: 1) E’ l’unico apparecchio con la maggiore portata rispetto agli altri sanitari; 2) Quando la singola persona lo usa, non usa in contemporanea anche gli altri (lavabo, bidet e doccia o vasca da bagno).
Concludendo, io ho considerato gli apparecchi che nelle condizioni reali di vita possono essere usati contemporaneamente in quel condominio.
Alla prossima.
Apache54

_________________
“…quando costruiamo, pensiamo che stiamo costruendo per sempre.”
(John Ruskin. Le sette lampade dell’architettura. La lampada della memoria)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 29 agosto 2018, 18:29 
Non connesso

Iscritto il: martedì 12 giugno 2018, 19:15
Messaggi: 7
Ultima domanda che riguarda un'altra problematica. la colonna montante dei bagni della medesima palazzina ( DN 110) scende in verticale lungo una parete esterna del palazzo e una volta giunta a terra prima di sfociare nel pozzetto di scarico percorre un tratto orizzontale (6 metri circa) attraversando in pendenza il piazzale condominiale. Chiedo: la variazione di pendenza non dovrebbe avvenire attraverso un pozzetto?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 29 agosto 2018, 21:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 5 aprile 2012, 23:42
Messaggi: 85
Località: Città Metropolitana di Genova
pasqualeciam ha scritto:
Ultima domanda che riguarda un'altra problematica. la colonna montante dei bagni della medesima palazzina ( DN 110) scende in verticale lungo una parete esterna del palazzo e una volta giunta a terra prima di sfociare nel pozzetto di scarico percorre un tratto orizzontale (6 metri circa) attraversando in pendenza il piazzale condominiale. Chiedo: la variazione di pendenza non dovrebbe avvenire attraverso un pozzetto?

Salve.
E’ opportuno predisporre un pozzetto d’ispezione alla base della colonna di scarico (e in generale alla base di ogni colonna di scarico) per poter agevolmente intervenire in caso di occlusione.
Tienici informati sugli sviluppi della problematica trattata in questo argomento.
Alla prossima volta. :)
Apache54

_________________
“…quando costruiamo, pensiamo che stiamo costruendo per sempre.”
(John Ruskin. Le sette lampade dell’architettura. La lampada della memoria)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 30 agosto 2018, 17:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38120
solo per precisare che quella tabella l'avevo presa da un volume "Capitolato speciale ...", non ricordo se Pirola o Maggioli ed. perché al momento non l'ho a portata di mano, che riporta molti estratti da norme UNI

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 31 agosto 2018, 1:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38120
pardon :azz: , avevo sbagliato link, quella espressione semplificata di Clement-Marchetti è usata in quest'altro foglio di calcolo
http://www.valentiniweb.com/piermo/mecc ... uzione.xls

( http://www.valentiniweb.com/piermo/mecc ... apers8.htm )

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010