IngForum
http://www.ingegneri.info/forum/

dimensionamento collettore di scarico
http://www.ingegneri.info/forum/viewtopic.php?f=9&t=90820
Pagina 1 di 4

Autore:  pasqualeciam [ giovedì 9 agosto 2018, 15:24 ]
Oggetto del messaggio:  dimensionamento collettore di scarico

Sto redigendo una perizia per la verifica del corretto dimensionamento delle acque nere di una palazzina di n. 8 appartamenti.
Il problema è il seguente: ho un pozzetto nel quale arriva una colonna di scarico bagni diametro 110 (4 appartamenti), una colonna di scarico cucine diametro 110 (4 appartamenti più due lavabi a servizio di due box auto) ed in ultimo un collettore di un locale pluriuso a piano terra diametro 110 (un bagno).
Da questo pozzetto i liuami vengono convogliati al collettore principale cittadino ( distanza 3.5 metri circa) attraverso un tubo da 110.

Come faccio a verificare la correttezza dimensionale dell'ultimo tratto? Da quanto dettomi in passato si sono verificati intasamenti con spiacevoli conseguenze.

grazie

Autore:  pasquale [ giovedì 9 agosto 2018, 16:38 ]
Oggetto del messaggio:  Re: dimensionamento collettore di scarico

la regola in Costruzioni Idrauliche è che un tratto di tubo (collettore) non deve essere mai inferiore a DN 200

Autore:  pasqualeciam [ giovedì 9 agosto 2018, 19:01 ]
Oggetto del messaggio:  Re: dimensionamento collettore di scarico

come potrei dimostrarlo? attraverso quale documento ufficiale?

Autore:  pasquale [ giovedì 9 agosto 2018, 19:05 ]
Oggetto del messaggio:  Re: dimensionamento collettore di scarico

se ricordo bene ci dovrebbe essere anche qualche norma UNI, mi pare la 9183 (anche se queste sono norme volontarie e inoltre continuano ad usare la fumosa dicitura "regola dell'arte" per cui non so quale credito dargli)

Autore:  pasquale [ giovedì 9 agosto 2018, 19:30 ]
Oggetto del messaggio:  Re: dimensionamento collettore di scarico

vedi qui da pag. 152
https://www.caleffi.com/sites/default/f ... o_5_it.pdf

Autore:  pasquale [ venerdì 10 agosto 2018, 1:04 ]
Oggetto del messaggio:  Re: dimensionamento collettore di scarico

resta il problema di quel "coefficiente di contemporaneità", che mi pare abbia senso solo nel caso di caserme ecc. dove tutti sono costretti a svegliarsi ad una certa ora; per il resto è tutto troppo "probabilistico";

ad esempio nel tuo caso hai 5 bagni e quindi 5 vasi igienici ai quali si associa uno scarico ciascuno di 2,5 litri/secondo;
si potrebbe quindi avere una portata (molto "probabile") contemporanea di 2,5x5 = 12,5 lt/s

Autore:  retard380 [ sabato 11 agosto 2018, 9:31 ]
Oggetto del messaggio:  Re: dimensionamento collettore di scarico

Facendo due calcoli approssimativi.

La condotta in uscita dal pozzetto ha diametro 110 mm. Volendo applicare la formula di Chezy Strickler ipotizzo un coefficiente di scambrezza Ks di 70 m^(1/3)/s e una pendenza i dell'1%. Trovo una portata a pieno riempimento di circa Q = Ks*A*R^(2/3)*i^(1/2) = 6 l/s. Tale portata nella realtà sarà minore tenendo in considerazione che 1) la condotta non lavora a pieno riempimento e 2)incertezze di calcolo.

Quindi già i 12.5 l/s ipotizzati da Pasquale fanno fatica a defluire :oops:

Autore:  Ninov [ lunedì 13 agosto 2018, 13:43 ]
Oggetto del messaggio:  Re: dimensionamento collettore di scarico

Con le dovute pendenze, per un edificio con 8 appartamenti un DE110 va più che bene; la normativa di riferimento è la UNI EN 12056, in particolare la parte 2.
Oltretutto con il 110 si può avere un riempimento superiore al 50%, il che è preferibile perchè in tal caso la tubazione viene "lavata" e non si ha il rischio che possa sedimentare qualcosa (cosa che può invece accadere con diametri maggiori come il DE200).

Autore:  pasquale [ lunedì 13 agosto 2018, 20:50 ]
Oggetto del messaggio:  Re: dimensionamento collettore di scarico

per le fogne il coefficiente k di Gauckler e Strickler è meglio non assumerlo maggiore di 50-60 (anche se i manuali di tubi in plastica dicono anche 80-90, ma le incrostazioni invece ci sono sempre)

mi chiedevo se, data la piccola lunghezza del collettore, il problema non sia dovuto invece al cattivo funzionamento della fognatura pubblica e quindi il reflusso del liquame da questa alla fogna privata

Autore:  apache54 [ martedì 14 agosto 2018, 17:04 ]
Oggetto del messaggio:  Re: dimensionamento collettore di scarico

pasqualeciam ha scritto:
..... ho un pozzetto nel quale arriva una colonna di scarico bagni diametro 110 (4 appartamenti), una colonna di scarico cucine diametro 110 (4 appartamenti più due lavabi a servizio di due box auto) ed in ultimo un collettore di un locale pluriuso a piano terra diametro 110 (un bagno).
Da questo pozzetto i liuami vengono convogliati al collettore principale cittadino ( distanza 3.5 metri circa) attraverso un tubo da 110.
Come faccio a verificare la correttezza dimensionale dell'ultimo tratto? Da quanto dettomi in passato si sono verificati intasamenti con spiacevoli conseguenze.
grazie

Salve pasqualeciam, salve a tutti.
A mio giudizio la condotta in uscita dal pozzetto (DN 110) è sottodimensionata per cui occorre sostituirla.
Applicando la formula di Gauckler-Strickler: Q = Ks*A*Rh^(2/3)*i^(1/2), ipotizzando i seguenti dati:
- Diametro interno nuovo tubo in PVC - SN8: mm. 150,6 (DN 160);
- Coefficiente di scabrezza (Ks) : 70 m^(1/3)/s;
- Pendenza del tubo (i) : 1%;
- Riempimento condotta al 90% (portata massima),
si hanno:
- Portata: 14,27 litri/sec.;
- Velocità: 0,88 metri/sec.
per cui la portata contemporanea molto probabile ipotizzata dall’ing. Pasquale (12,5 litri/sec.), col sopracitato DN 160 dovrebbe poter defluire senza problemi, e anche la velocità del liquame dovrebbe essere adeguata per trasportare le materie in sospensione evitando rischi di sedimentazione (l’esperienza dimostra che una velocità di 0,60 - 0,75 metri/sec. è sufficiente allo scopo).
Alla prossima.
Apache54

Pagina 1 di 4 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
https://www.phpbb.com/