IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è sabato 23 marzo 2019, 10:22

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sabato 26 gennaio 2019, 12:04 
Non connesso

Iscritto il: sabato 11 ottobre 2008, 8:12
Messaggi: 49
Una curiosità ... discutendo con un collega ci è sopraggiunto questo dubbio:

Il figlio di un imprenditore oppure di un installatore di impianti termici è un tecnico abilitato alla Certificazione Energetica. Nel caso in cui il padre ha realizzato/ristrutturato un edificio oppure nel caso in cui il padre abbia installato/sostituito un impianto di climatizzazione invernale con annessa caldaia a condensazione, nell'ipotesi in cui il figlio venga contattato dal committente a redigere l' ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA (APE) ... può accettare l'incarico?

Premesso che ...

Cita:
Come richiesto dalla Legge il Certificatore deve assicurare indipendenza ed imparzialità di giudizio ai sensi degli articoli 359 e 481 del Codice Penale e pertanto deve essere un soggetto terzo, ovvero non può avere conflitto di interesse con il proprietario, con il progettista o il direttore dei lavori e con i produttori dei materiali o dei componenti incorporati nell'edificio.

In altri termini deve, nella Dichiarazione di indipendenza, attestare l’assenza di conflitto di interessi, tra l’altro espressa attraverso il non coinvolgimento diretto o indiretto nel processo di progettazione e realizzazione dell’edificio da certificare o con i produttori dei materiali e dei componenti in esso incorporati, e l’assenza di avere rapporti di parentela fino al quarto grado con il committente.


il dubbio ci rimane ... nel rispetto della normativa vigente, il figlio (certificatore energetico) può redigere l'APE di un appartamento nel quale ha lavorato il padre in qualità di imprenditore/installatore?
:?:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 28 gennaio 2019, 15:07 
Non connesso

Iscritto il: sabato 11 ottobre 2008, 8:12
Messaggi: 49
Nessuno si esprime ?

:mrgreen:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 28 gennaio 2019, 16:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19022
Località: Ferrara
Se ne è già parlato molte volte.
Quello che citi è relativo solo alle nuove costruzioni, e non agli edifici esistenti, per i quali sussiste solo l'estraneità nei confronti della proprietà e dei produttori di materiali (qualora l'APE riguardi un edificio sia soggetto a intervento).
In ogni caso, a mio avviso anche nel caso di nuova costruzione, il figlio dell'imprenditore/installatore non ha un coinvolgimento diretto, a meno che non faccia parte della stessa società o impresa, o lavori per il padre.
Il conflitto padre/figlio o altro grado di parentela fino al 4°, c'è solo nei confronti del proprietario (essendo esplicitamente citato nella legge).
Questo almeno se si guarda il testo letterale, poi chiaramente potrebbero rimanere dei dubbi, ad esempio quando si parla di coinvolgimento "indiretto" (vuol dire tutto e nulla)... ma allora a quel punto si potrebbe obiettare che il certificatore energetico nel momento in cui gli viene affidato l'incarico da parte del proprietario diventa automaticamente coinvolto, essendo "dipendente" del proprietario e come tale ha un conflitto di interessi a prescindere (è il proprietario stesso che lo paga per fare l'APE, quindi più conflitto di interesse di così.... :lol: )

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 28 gennaio 2019, 19:18 
Non connesso

Iscritto il: sabato 11 ottobre 2008, 8:12
Messaggi: 49
boba74 ha scritto:
Se ne è già parlato molte volte.
Quello che citi è relativo solo alle nuove costruzioni, e non agli edifici esistenti, per i quali sussiste solo l'estraneità nei confronti della proprietà e dei produttori di materiali (qualora l'APE riguardi un edificio sia soggetto a intervento).
In ogni caso, a mio avviso anche nel caso di nuova costruzione, il figlio dell'imprenditore/installatore non ha un coinvolgimento diretto, a meno che non faccia parte della stessa società o impresa, o lavori per il padre.
Il conflitto padre/figlio o altro grado di parentela fino al 4°, c'è solo nei confronti del proprietario (essendo esplicitamente citato nella legge).
Questo almeno se si guarda il testo letterale, poi chiaramente potrebbero rimanere dei dubbi, ad esempio quando si parla di coinvolgimento "indiretto" (vuol dire tutto e nulla)... ma allora a quel punto si potrebbe obiettare che il certificatore energetico nel momento in cui gli viene affidato l'incarico da parte del proprietario diventa automaticamente coinvolto, essendo "dipendente" del proprietario e come tale ha un conflitto di interessi a prescindere (è il proprietario stesso che lo paga per fare l'APE, quindi più conflitto di interesse di così.... :lol: )



Grazie boba74
:wink:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010