IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è martedì 7 aprile 2020, 3:32

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 107 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 11  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Ing. Elettronica vs Ing. Elettrica
MessaggioInviato: mercoledì 10 marzo 2010, 19:56 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 10 marzo 2010, 19:37
Messaggi: 14
Salve a tutti sto frequentando il corso di laurea in ingegneria elettronica presso il Politecnico Di Bari ed oggi sono venuto a consocenza di una cosa di cui non avevo mai sospettato; cioè ho saputo che un ingegnere elettronico (ramo dell'ingegneria dell'informazione) NON PUO' firmare progetti di impianti civili/industriali cosa che può fare invece un ingegnere elettrico (ramo dell'ingegneria industriale)...quindi un ingegnere elettronico non può fare il libero professionista e può lavorare soltanto in azienda...è vero? mi interessa saperlo dato che ultimamente sto maturando l'idea della libera professione e quindi in caso dovrei cambiare oppure quando finirò la triennale dovrò prendere la specialistica in ingegneria elettrica...qualcuno può aiutarmi???

grazie


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 10 marzo 2010, 20:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 17 luglio 2007, 9:50
Messaggi: 1725
Località: Florida
Si, è vero!
Se vuoi diventare imprenditore di te stesso, lascia perdere i pozzi quantici e/o micro-nano-opto-elettronica...insomma, lascia perdere i micro-nano-pico ampere, volt e watt.
Buttati a capofitto invece su Kilo, Mega, Giga.... :wink:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 10 marzo 2010, 20:09 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 10 marzo 2010, 19:37
Messaggi: 14
ma se termino la triennale in elettronica e prendo la specializzazione in elettrica potrò esercitare da libero professionista?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 10 marzo 2010, 20:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 17 luglio 2007, 9:50
Messaggi: 1725
Località: Florida
La conditio sine qua non è il superamento dell'esame di stato di ingegneria industriale, per il quale la specializzazione "elettrica" dovrebbe andar bene...
...ma sono un V.V.O., per cui dovresti aspettare che qualcuno del N.O. (cioè informato sui DPR 328/01 e DM 270/04)
In bocca al lupo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 12 marzo 2010, 11:30 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 10 marzo 2010, 19:37
Messaggi: 14
nessuno?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 12 marzo 2010, 13:10 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 11 dicembre 2008, 21:41
Messaggi: 266
non so come funziona per il N.O., ma io essendo del vecchio e iscritto all'albo con tutti i settori posso firmare per qualsiasi cosa, case, grattacieli, ponti navi aerei e così via..


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 12 marzo 2010, 13:28 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 8 febbraio 2010, 12:43
Messaggi: 202
nessun problema. Dopo nano micro opto, ti fai una specialistica/magistrale in gestionale.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 12 marzo 2010, 13:52 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 12 marzo 2010, 13:37
Messaggi: 15
Ti tolgo qualsiasi dubbio essendo un ingegnere elettrico junior ed avendo appena passato l'esame di stato..
Prima della riforma, esisteva un unico albo degli ingegneri a cui si poteva iscrivere chiunque avesse una laurea in ingegneria o addirittura chi avesse avuto un diploma e tot anni di esperienza nel settore.
Adesso esistono 6 diversi albi di ingegneria, 3 di categoria A (laurea specialistica) e 3 di categoria B (laurea triennale).. l'unica differenza pratica tra A e B sta nel fatto che quelli iscritti all'albo B non possono firmare i cosiddetti "progetti innovativi"..
Adesso veniamo alla tua questione..nella attuale normativa esistono 3 categorie ingegneristiche e purtroppo elettrica ed elettronica fanno parte di due categorie diverse (la prima fa parte del ramo industriale e la seconda di quello dell'informazione insieme a telecomunicazioni e informatica).
Per i progetti edili e civili non ne parliamo neanche perhé riguardano l'ultima categoria..
Quindi, in parole povere, per poter effettuare una progettazione elettrica bisogna essere iscritti all'albo degli ingegneri industriali e quindi avere conseguito una laurea in elettrica, energetica, aerospaziale, meccanica, biomedica, chimica, etc..
Per questo motivo gli studi nel settore delle ingegnerie dell'informazione non sono affatto adatti a chi volesse intraprendere la libera professione..ti consiglio vivamente di effettuare un passaggio a elettrica oppure a energetica che in effetti è un corso di studi molto interessante..
Infine, non è possibile effettuare la specialistica di elettrica avendo conseguito la triennale di elettronica..ho conosciuto un paio di ingegneri elettronici che sono venuti a prendere la laurea triennale in elettrica per il tuo stesso problema..
Spero di esserti stato di aiuto!
Ciao!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 12 marzo 2010, 13:55 
Non connesso

Iscritto il: sabato 16 maggio 2009, 14:01
Messaggi: 61
france871 ha scritto:
Salve a tutti sto frequentando il corso di laurea in ingegneria elettronica presso il Politecnico Di Bari ed oggi sono venuto a consocenza di una cosa di cui non avevo mai sospettato; cioè ho saputo che un ingegnere elettronico (ramo dell'ingegneria dell'informazione) NON PUO' firmare progetti di impianti civili/industriali cosa che può fare invece un ingegnere elettrico (ramo dell'ingegneria industriale)...quindi un ingegnere elettronico non può fare il libero professionista e può lavorare soltanto in azienda...è vero? mi interessa saperlo dato che ultimamente sto maturando l'idea della libera professione e quindi in caso dovrei cambiare oppure quando finirò la triennale dovrò prendere la specialistica in ingegneria elettrica...qualcuno può aiutarmi???

grazie


Per me vale sempre lo stesso discorso: se tu sei Ingegnere con laurea specialistica, sei iscritto all'Albo (che è unico), nel tuo settore, ma studi e ti applichi a fare anche altre attività di altri settori, cioè raggiungi il dovuto livello di competenza e poi svolgi il tuo progetto in maniera precisa e corretta, mi piacerebbe proprio vedere quel collega che ti denuncia all'Ordine e quell'Ordine che ti sanziona per un progetto fatto bene.

I settori devono servire solo per dare un'indicazione al pubblico della specializzazione nativa posseduta da ogni Ingegnere, ma questo non può togliere al Libero Professionista la possibilità e la iniziativa in un altro settore, purché ovviamente lo faccia in maniera deontologicamente pulita.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 12 marzo 2010, 13:58 
Non connesso

Iscritto il: sabato 16 maggio 2009, 14:01
Messaggi: 61
danydelco ha scritto:
Ti tolgo qualsiasi dubbio essendo un ingegnere elettrico junior ed avendo appena passato l'esame di stato..
Prima della riforma, esisteva un unico albo degli ingegneri


Ma non ci pensate nemmeno: l'Albo era, è e sarà UNICO.

Ma chi ve le racconta ste panzane.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 107 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 11  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010