IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è domenica 15 dicembre 2019, 14:56

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 45 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: domenica 1 settembre 2013, 13:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2012, 18:03
Messaggi: 2922
Oppure, se non vogliamo una vecchiaia da pezzenti, ci dobbiamo preparare ad un altro aumento del contributo soggettivo di altri 10 punti visto che è notizia di oggi che le detrazioni sulle polizze vita sono state dimezzate.

_________________
Non rispondo ai troll-messaggi
_______________________
Cultura significa avere parole. Avere parole significa capire. Capire significa poter contrastare. Poter contrastare significa avere forza.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 1 settembre 2013, 14:59 
Non connesso

Iscritto il: sabato 17 maggio 2008, 23:33
Messaggi: 657
krik ha scritto:
Oppure, se non vogliamo una vecchiaia da pezzenti, ci dobbiamo preparare ad un altro aumento del contributo soggettivo di altri 10 punti visto che è notizia di oggi che le detrazioni sulle polizze vita sono state dimezzate.


Vecchiaia da pezzenti ?

Ma se il prossimo futuro ci riserva una vita professionale da straccioni :lol:
Sto già pensando a quale attività affiancare alla libera professione per dare un senso alla mia partita IVA :azz: .


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 1 settembre 2013, 15:34 
Non connesso

Iscritto il: martedì 30 aprile 2013, 21:48
Messaggi: 947
Come già detto varie di volte:

a) il contributo soggettivo è... soggettivamente aumentabile dal 14,5% al 23% del reddito professionale, a cui si deve aggiungere il 2% di retrocessione dell'integrativo sul volume di affari; sono anche stati alzati i massimali;

b) a parità di contributi versati la pensione contributiva Inarcassa è superiore a quella che l'INPS può dare;

c) viceversa la massima pensione retributiva Inarcassa è di gran lunga inferiore a quella dell'INPS che sa essere molto generosa facendo la media appena degli ultimi 5 e 10 redditi (e non 22 su 27, redditi che vengono spesso aumentati ad hoc); Inarcassa ha penalizzato le pensioni di anzianità anni fa, mentre l'INPS aboliva la riforma Maroni facendoci pagare 10 mdi in più; i pensionati di anzianità INPS possono iscriversi a Inarcassa (e sparlarne nei forum), quelli di Inarcassa devono cessare l'attività;

d) i trattamenti previdenziali ed assistenziali INPS sono pagati col 50% di tutte le imposte dirette ed indirette cjhe un libero professionista paga allo stato, per contro i dipendenti non pagano 1-euro-che-sia-uno per quelle dei liberi professionisti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 1 settembre 2013, 17:46 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2012, 18:03
Messaggi: 2922
"Utente Cancellato" ha scritto:
Come già detto varie di volte:

a) il contributo soggettivo è... soggettivamente aumentabile dal 14,5% al 23% del reddito professionale, a cui si deve aggiungere il 2% di retrocessione dell'integrativo sul volume di affari; sono anche stati alzati i massimali;

b) a parità di contributi versati la pensione contributiva Inarcassa è superiore a quella che l'INPS può dare;

c) viceversa la massima pensione retributiva Inarcassa è di gran lunga inferiore a quella dell'INPS che sa essere molto generosa facendo la media appena degli ultimi 5 e 10 redditi (e non 22 su 27, redditi che vengono spesso aumentati ad hoc); Inarcassa ha penalizzato le pensioni di anzianità anni fa, mentre l'INPS aboliva la riforma Maroni facendoci pagare 10 mdi in più; i pensionati di anzianità INPS possono iscriversi a Inarcassa (e sparlarne nei forum), quelli di Inarcassa devono cessare l'attività;

d) i trattamenti previdenziali ed assistenziali INPS sono pagati col 50% di tutte le imposte dirette ed indirette cjhe un libero professionista paga allo stato, per contro i dipendenti non pagano 1-euro-che-sia-uno per quelle dei liberi professionisti.


a) con tutte le tasse che paghiamo, dove lo trovi un altro 8%?
b) se me lo fai vedere con i numeri, ne sarei ben felice, ma di certo è altra propaganda.
c) un conto è fare la media dei redditi di un dipendente, un conto è scegliere 10 redditi su 15. Le aliquote di rendimento sono maggiori in Inarcassa, quindi stai facendo propaganda.
d) d'accordo, infatti mi sembra un buon motivo per chiudere le casse previdenziali dei professionisti, almeno partecipiamo anche noi alla divisione della torta, ma devono chiudere tutte, non voglio penalizzare nessuno.

Cita:
i pensionati di anzianità INPS possono iscriversi a Inarcassa (e sparlarne nei forum), quelli di Inarcassa devono cessare l'attività

Ottimo motivo per attuare il punto d)

Non capisco cosa intendi per sparlare nei forum. Se critico un aspetto, mi documento e ne metto in risalto i punti che non condivido. Se discutendo capisco che ho sbagliato faccio ammenda. Se dopo mesi che sostengo che i contributi sono imposte e ti faccio leggere il massimo esperto di diritto tributario italiano che dice le stesse cose, se tu continui a dire che faccio propaganda contro Inarcassa, penso che hai dei problemi in quanto tale aspetto è del tutto generale e va dall'INPS a tutte le altre casse e Inarcassa è solo una tra 20.
Se vedi chi sono i soci di Equitalia (50% INPS) e come manda gli avvisi di pagamento per contributi non pagati, forse ti convincerai che sono imposte. Se parli con un semplice artigiano quando gli chiedi il DURC e lo interroghi per sapere a cosa serve, a me mi rispondono sempre "per vedere se ho pagato le tasse".
Allora chi sparla sono io, Tesauro, l'INPS con i suoi avvisi e denunce penali di evasione fiscale, l'artigiano o te?

_________________
Non rispondo ai troll-messaggi
_______________________
Cultura significa avere parole. Avere parole significa capire. Capire significa poter contrastare. Poter contrastare significa avere forza.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 6 settembre 2013, 6:46 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2012, 18:03
Messaggi: 2922
Il bilancio è fatto sull'anno di lavoro, quindi ho usato per il calcolo della pensione l'aliquota contributiva pensionistica di calcolo. Per i pensionati attuali ho trasformato il metodo retributivo in metodo contributivo.
Immagine

Al termine della propria esistenza, il futuro professionista tecnico avrà portato allo Stato quasi il 50% in più delle tasse del dipendente e il 150% in più delle tasse del medico generico.

P.S. ________________________________
C'è chi si chiede se è giusto considerare l'IVA sul lavoro in questo conteggio.
Se l'IVA fosse neutrale in quanto la paga il cliente, perché non portiamo l'IVA al 50% e risaniamo il bilancio dello Stato? Tanto per noi è neutrale.

_________________
Non rispondo ai troll-messaggi
_______________________
Cultura significa avere parole. Avere parole significa capire. Capire significa poter contrastare. Poter contrastare significa avere forza.


Ultima modifica di krik il mercoledì 16 ottobre 2013, 11:37, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 3 ottobre 2013, 18:58 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2012, 18:03
Messaggi: 2922
L’allarme del popolo delle Partite Iva: più del 60% se ne va tra tasse e contributi


http://www.corriere.it/inchieste/report ... 4466.shtml

Mi ero tenuto basso con il cuneo fiscale.

Purtroppo manca ancora metà servizio ossia che il carico fiscale se ne va e non ritornerà.

Almeno per i liberi professionisti.

Ma di tutti i sindacati, chi ci rappresenta?

_________________
Non rispondo ai troll-messaggi
_______________________
Cultura significa avere parole. Avere parole significa capire. Capire significa poter contrastare. Poter contrastare significa avere forza.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 3 ottobre 2013, 22:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 25 maggio 2013, 23:11
Messaggi: 964
krik ha scritto:
1) L’allarme del popolo delle Partite Iva: più del 60% se ne va tra tasse e contributi.
http://www.corriere.it/inchieste/report ... 4466.shtml

2) Ma di tutti i sindacati, chi ci rappresenta?


1) Non osavo sperare in tanta pubblicità da parte tua:

I lavoratori autonomi e liberi professionisti non iscritti ad albo subiscono il peso di non essere rappresentati nei tavoli di contrattazione sociale. Dal 2014 l’aumento anche dell’INPS con un’aliquota che raggiungerà il 33%.

A tutti i consulenti, informatici, videomakers, grafici, traduttori, lavoratori autonomi e liberi professionisti con partita iva, non iscritti ad albo e non appartenenti a nessuna cassa previdenziale di categoria, a fine anno resta meno della metà di quello che hanno guadagnato.

La voce che mette in allarme è la contribuzione INPS della gestione separata: partita dal ‘96 con un’aliquota del 10%, e salita negli anni al 27,72%, dal 2014 ricomincerà ad aumentare di un punto percentuale ogni anno, fino a raggiungere il 33%.

Anna Soru (ACTA): «La legge sulle professioni non regolamentate (l. n. 4/2013) ha definito l’area di rappresentanza: i sindacati, il Colap e la Cna si sono accordati per una norma che consente la rappresentanza del lavoro professionale non regolamentato alle sole associazioni di secondo livello, ovvero a loro stesse. Queste sono tutte organizzazioni che non si rivolgono solo a professionisti autonomi, ma che rappresentano anche lavoratori dipendenti (sindacati e Colap) o imprese (Cna) e che, per questo, spesso hanno obiettivi diversi e in conflitto con i nostri».

2) Attualmente l'unico Sindacato esistente, dei liberi professionisti, Architetti ed Ingegneri, nonchè dipendenti (ma anche di quelli in forma esclusiva), è:

INAREDIS - SINDACATO ITALIANO DEGLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI NONCHE' DIPENDENTI

- L'unico Sindacato in Italia, di tutti i liberi professionisti nonchè dipendenti (e non), regolarmente iscritti al proprio Ordine, degli Ingegneri e/o degli Architetti -

:clap: :idea: :clap: http://inaredis.org/ :clap: :idea: :clap:

Ciao, grazie ancora.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 4 ottobre 2013, 5:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2012, 18:03
Messaggi: 2922
Già, ma io aspetto il ringraziamento, per quando avrai cambiato idea sulla GS Inarcassa, una volta compresa la totale inutilità di tale ente e mi aspetto un tuo appoggio per chiudere Inarcassa.
Sono veramente felice che hai acquistato il testo di Persiani.
E' già tutto scritto, non dovremo più litigare.
Tutte le casse dei professionisti vanno chiuse.
La prima deve essere quella dei giornalisti che non hanno mai denunciato il sistema e ci fanno la lezione di economia ogni giorno.
I giornalisti economici sono i peggiori.

Se il progetto di INAREDIS è quello di portare i professionisti dipendenti in Inarcassa, andranno dalla padella alla brace.

Che ne pensi della mia idea di riduzione del cuneo fiscale?

_________________
Non rispondo ai troll-messaggi
_______________________
Cultura significa avere parole. Avere parole significa capire. Capire significa poter contrastare. Poter contrastare significa avere forza.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 4 ottobre 2013, 17:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 25 maggio 2013, 23:11
Messaggi: 964
krik ha scritto:
Già, ma io aspetto il ringraziamento, per quando avrai cambiato idea sulla GS Inarcassa, una volta compresa la totale inutilità di tale ente e mi aspetto un tuo appoggio per chiudere Inarcassa. Tutte le casse dei professionisti vanno chiuse.

... omissis ...

Se il progetto di INAREDIS è quello di portare i professionisti dipendenti in Inarcassa, andranno dalla padella alla brace.


Forse ti farò una rivelazione, in verità gli iscritti ad INAREDIS non sono necessariamente condizionati ad entrare in INARCASSA (ancor più nel dettaglio, dopo aver informato e rappresentato reiteratamente dell'ipotesi di una G.S. INARCASSA, sia a importanti Delegati che alla stessa Arch. Paola Muratorio, nonchè dell'opportunità e della sinergia di istituire una Gestione Separata Inarcassa, considerata la scarsa attenzione alla problematica, valutato pure che la gestione finanziaria dovrebbe in futuro risultare sufficientemente competitiva, non avendo alcuna responsabilità circa la possibilità di poter ancora istituire una GS Inarcassa e nè tanto meno sull'eventuale possibilità di dividere la categoria degli ingegneri/architetti) a noi pare del tutto indifferente andare in Inarcassa o rimanere in Inps.
Non nascondo, che dolorosamente rimane ancora la questione di principio, dell'unica casa comune, una travagliata vicenda che poteva concludersi vantaggiosamente per tutti; ma se qualcuno non ci vuole, non possiamo certamente obbligarli e/o imporre la nostra proposta di implementare una GS Inarcassa.
A maggior ragione, se in futuro ci verrà prospettata una eventuale GS Inarcassa, debbo valutare del tutto improbabile l'eventuale accettazione, divenendo pregiudizievole la limitata volontà all'epoca, di approfondire e valutare la proposta di implementare una GS Inarcassa, rimanendo vessati dell'operazione Poseidone II (alcuni colleghi si sono visti recapitare avvisi bonari di INPS di importo pari a €. 60.000-80.000). In relazione all'ideazione dell'operazione Poseidone II, abbiamo indizi e riserve, che riguardano direttamente Inarcassa (che avrebbe introitato un 4% a "fondo perduto" ritrovandosi strategicamente alleato di INPS che avrebbe ricavato ulteriori introiti, correlati alla riscossione sia del contributo soggettivo che integrativo).
Inoltre, tieni pure presente che attualmente, siamo già INPS (non dovendo pagare GS INPS - criterio della prevalenza). L'ingresso dei liberi professionisti nonchè dipendenti in Inarcassa, avrebbe rappresentato solo un costo aggiuntivo senza alcuna certezza del rendimento futuro. Invero, attualmente abbiamo un potenziale risparmio da poter utilizzare liberamente, per esempio promuovendo un fondo complementare pensione attraverso INAREDIS, al fine di migliorare le future prestazioni previdenziali, alquanto ridimensionate per effetto dei "diritti quesiti". Come hai avuto modo appurare, non è del tutto infondata la tua richiesta di sostegno per tentare di implementare un nuovo sistema previdenziale più efficiente e trasparente, potendo garantire la motivata richiesta di sostenibilità e stabilità nonchè un adeguato rendimento finanziario.

Del tutto indifferenti, siamo pronti a sostenere qualsiasi iniziativa a vantaggio di tutti i liberi professionisti (in particolar modo di ingegneri ed architetti).

https://www.facebook.com/paola.muratorio?fref=ts


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 4 ottobre 2013, 19:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2012, 18:03
Messaggi: 2922
krok ha scritto:
krik ha scritto:
Già, ma io aspetto il ringraziamento, per quando avrai cambiato idea sulla GS Inarcassa, una volta compresa la totale inutilità di tale ente e mi aspetto un tuo appoggio per chiudere Inarcassa. Tutte le casse dei professionisti vanno chiuse.

... omissis ...

Se il progetto di INAREDIS è quello di portare i professionisti dipendenti in Inarcassa, andranno dalla padella alla brace.


Forse ti farò una rivelazione, in verità gli iscritti ad INAREDIS non sono necessariamente condizionati ad entrare in INARCASSA (ancor più nel dettaglio, dopo aver informato e rappresentato reiteratamente dell'ipotesi di una G.S. INARCASSA, sia a importanti Delegati che alla stessa Arch. Paola Muratorio, nonchè dell'opportunità e della sinergia di istituire una Gestione Separata Inarcassa, considerata la scarsa attenzione alla problematica, valutato pure che la gestione finanziaria dovrebbe in futuro risultare sufficientemente competitiva, non avendo alcuna responsabilità circa la possibilità di poter ancora istituire una GS Inarcassa e nè tanto meno sull'eventuale possibilità di dividere la categoria degli ingegneri/architetti) a noi pare del tutto indifferente andare in Inarcassa o rimanere in Inps.
Non nascondo, che dolorosamente rimane ancora la questione di principio, dell'unica casa comune, una travagliata vicenda che poteva concludersi vantaggiosamente per tutti; ma se qualcuno non ci vuole, non possiamo certamente obbligarli e/o imporre la nostra proposta di implementare una GS Inarcassa.
A maggior ragione, se in futuro ci verrà prospettata una eventuale GS Inarcassa, debbo valutare del tutto improbabile l'eventuale accettazione, divenendo pregiudizievole la limitata volontà all'epoca, di approfondire e valutare la proposta di implementare una GS Inarcassa, rimanendo vessati dell'operazione Poseidone II (alcuni colleghi si sono visti recapitare avvisi bonari di INPS di importo pari a €. 60.000-80.000). In relazione all'ideazione dell'operazione Poseidone II, abbiamo indizi e riserve, che riguardano direttamente Inarcassa (che avrebbe introitato un 4% a "fondo perduto" ritrovandosi strategicamente alleato di INPS che avrebbe ricavato ulteriori introiti, correlati alla riscossione sia del contributo soggettivo che integrativo).
Inoltre, tieni pure presente che attualmente, siamo già INPS (non dovendo pagare GS INPS - criterio della prevalenza). L'ingresso dei liberi professionisti nonchè dipendenti in Inarcassa, avrebbe rappresentato solo un costo aggiuntivo senza alcuna certezza del rendimento futuro. Invero, attualmente abbiamo un potenziale risparmio da poter utilizzare liberamente, per esempio promuovendo un fondo complementare pensione attraverso INAREDIS, al fine di migliorare le future prestazioni previdenziali, alquanto ridimensionate per effetto dei "diritti quesiti". Come hai avuto modo appurare, non è del tutto infondata la tua richiesta di sostegno per tentare di implementare un nuovo sistema previdenziale più efficiente e trasparente, potendo garantire la motivata richiesta di sostenibilità e stabilità nonchè un adeguato rendimento finanziario.

Del tutto indifferenti, siamo pronti a sostenere qualsiasi iniziativa a vantaggio di tutti i liberi professionisti (in particolar modo di ingegneri ed architetti).

https://www.facebook.com/paola.muratorio?fref=ts


Aspetto il ringraziamento a quando mi dirai che non c'era alcun vantaggio dalla GS Inarcassa.
Arrivederci in INPS.
Basta che dopo non vi vendicate e ci discriminate voi.

Quello che mi fa un poco ridere è il discorso della categoria separata. Quando vai al supermercato, ti dividono a seconda della categoria? La previdenza deve essere la stessa cosa.
Se vai all'ospedale, se sei dipendente ti tengono di più o ti guardano meglio?
E finiamola con la solidarietà della categoria che qui ci stiamo massacrando a vicenda.

_________________
Non rispondo ai troll-messaggi
_______________________
Cultura significa avere parole. Avere parole significa capire. Capire significa poter contrastare. Poter contrastare significa avere forza.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 45 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010