IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è martedì 13 aprile 2021, 6:07

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: aiuto per regolazione curva climatica
MessaggioInviato: lunedì 15 dicembre 2014, 20:17 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 4 novembre 2010, 12:56
Messaggi: 69
Salve,
da 4 anni abito in una casa dove è stato installato l'impianto a pavimento con sonda esterna (la caldaia è una victrix zeus della immergas).
Alla prima installazione l'idraulico ha detto che la curva climatica deve stare su 3.5 (regolabile sul cronotermostato), poi ogni anno che vengono i tecnici della caldaia per la manutenzione cambiano impostazione. Prima 4, poi 4,5...Fino ad oggi non abbiamo mai avuto problemi, poichè in casa eravamo in due e le stanze della casa che usavamo erano poche e ben riscaldate. Ora abbiamo la necessità di scaldare bene anche le altre stanze, ma impostando una temperatura di 21 gradi, questa non viene raggiunta in queste stanze.
Mi chiedo allora se non sia impostata a male la curva climatica, visto che tutti quelli che l'hanno modificata non avevano le idee chiare...
Vorrei provare a fare qualche prova da solo, come mi consigliate di agire?
Grazie.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 15 dicembre 2014, 21:51 
Non connesso

Iscritto il: martedì 25 novembre 2014, 17:58
Messaggi: 58
Ci potrebbero essere altre cause oltre alla regolazione della curva climatica.
Ti faccio due domande:
- Prima le stanze "disabitate" le scaldavi comunque?
- Hai possibilità di vedere la temperatura di mandata all'impianto?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 15 dicembre 2014, 22:10 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 4 novembre 2010, 12:56
Messaggi: 69
si le stanze le scaldavo comunque, ma le tenevamo a 19/20 gradi. Adesso invece mandiamo a 21 gradi. Ma non ci arrivano, i termostati infatti non si spengono, inoltre ho messo un termometro che appunto mi segna 20/20,3 gradi.
La temperatura di mandata oscilla tra i 25 gradi (quando gli ambienti sono già riscaldati) e i 34 gradi (quando l'impianto parte ad esempio la mattina alle 5 che in casa la temperatura è scesa).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 16 dicembre 2014, 14:32 
Non connesso

Iscritto il: martedì 25 novembre 2014, 17:58
Messaggi: 58
A questo punto prova ad alzare leggermente la curva climatica (temperatura di mandata piu alta) e vedi come ti trovi


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 16 dicembre 2014, 15:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19622
Località: Ferrara
concordo, secondo me se fuori fa freddo la T di mandata dovrebbe arrivare almeno a 38-40°C, i valori inferiori sono per le mezze stagioni...

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 16 dicembre 2014, 18:36 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 4 novembre 2010, 12:56
Messaggi: 69
ok, però io vorrei capire bene a che livello alzarla. Sul libretto di istruzioni del cronotermostato c'è una tabella, posto il link, la tabella è a pagina 13: http://www.immergas.com/documents/10184 ... 670fedbdfa
Come si interpreta?
Grazie.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 16 dicembre 2014, 20:17 
Non connesso

Iscritto il: martedì 25 novembre 2014, 17:58
Messaggi: 58
Dalla tabella in pratica tu vedi come varia la temperatura di mandata in base alla temperatura esterna.
Faccio un esempio: sulla curva 9 avrai la massima temperatura in mandata quando all'esterno ci sono 5°C, mentre, ad esempio, sulla curva 6 avrai la stessa temperatura di mandata (la massima) solo quando all'esterno ci saranno 0°C.
In pratica a parità di temperatura esterna maggiore è il "numero" della curva climatica maggiore sarà la temperatura di mandata.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 17 dicembre 2014, 16:05 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 4 novembre 2010, 12:56
Messaggi: 69
suzu718 ha scritto:
Dalla tabella in pratica tu vedi come varia la temperatura di mandata in base alla temperatura esterna.
Faccio un esempio: sulla curva 9 avrai la massima temperatura in mandata quando all'esterno ci sono 5°C, mentre, ad esempio, sulla curva 6 avrai la stessa temperatura di mandata (la massima) solo quando all'esterno ci saranno 0°C.
In pratica a parità di temperatura esterna maggiore è il "numero" della curva climatica maggiore sarà la temperatura di mandata.

Allora se ho capito bene, io dovrei impostare una curva almeno tra 6 e 9? Cioè, io abito in Romagna, dove in inverno c'è sempre una media di 4/6 gradi di notte (con alcuni periodi in cui la temperatura va sotto lo zero), quindi per regolare la curva a livello generale, dovrei attenermi a quei due parametri.
Inoltre, sempre se ho capito bene, quando all'installazione della sonda e del cronotermostato mi hanno impostato la curva a 3.5 hanno sbagliato alla grande?
E' così?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 17 dicembre 2014, 16:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19622
Località: Ferrara
Io ho una Cosmogas a condensazione con impianto a pavimento (praticamente l'impostazione della curva è simile alla tua).
Ho constatato, che in linea di massima, per gli impianti a pavimento non abbia un grande senso utilizzare una regolazione della T di mandata in base a una sonda esterna, o meglio, è una cosa che non influisce più di tanto sui consumi, e anzi può creare problemi di comfort (come nel caso da te constatato).
Se imposto la curva troppo in basso, se non fa troppo freddo la caldaia in pratica si spegne (perchè probabilmente la potenza richiesta dall'impianto è talmente piccola che la caldaia non arriva a modulare così in basso e inizia ad andare ad intermittenza, del tipo che accende una volta ogni 2-3 ore per qualche minuto. E del resto, quanto inizia a fare freddo, una curva troppo bassa imposta una T massima che diventa insufficiente a scaldare. Perciò si ha l'assurdo che si debba poi andare manualmente ad abbassare o alzare la curva a seconda di quanto abbiamo freddo o caldo, il che è la stessa cosa che faremmo noi manualmente se impostassimo una T di mandata fissa e la modificassimo manualmente in caso di necessità (ossia, la sonda esterna di fatto non serve a nulla....). Altro inconveniente (soprattutto se la casa non è molto coibentata, non so se è il tuo caso), si ha un certo "ritardo" tra la T esterna e quella interna, data l'inerzia termica dell'involucro, perciò ci possono essere condizioni tali per cui se fuori arriva una giornata non particolarmente fredda, in casa hai freddo, perchè la T di mandata viene mantenuta bassa dalla sonda esterna....
Inoltre, il comfort ideale per gli impianti a pavimento secondo me si ottiene con una T dell'acqua tra i 35 e i 40°C, quindi ha poco senso avere una sonda che ti faccia viaggiare la temperatura dai 35 ai 40°C perchè in pratica equivale ad avere una curva quasi piatta, tanto vale tenere quindi una T costante (es. 38°C e alzarla a 40° in caso di necessità)...
Insomma, a mio avviso se tu la curva la tieni a una valore medio-alto (quello che va bene per non avere freddo), puoi lasciarla tale e quale, non serve più di tanto abbassarla, neppure nelle mezze stagioni.
La sonda esterna e la regolazione climatica secondo me hanno molto più senso in un impianto a radiatori, dove lì sì che potresti avere una T dai 30°C (radiatore appena appena tiepido per le mezze stagioni) a 70° quando fuori fa molto freddo: in quel caso il range è molto più elevato ed è possibile sfruttare la condensazione in modo ottimale, ma negli impianti a pavimento la condensazione ce l'hai sempre, quindi è inutile abbassare la temperatura al di sotto ci valori insostenibili, si rischia di peggiorare il comfort e di non risparmiare (anzi, forse si consuma di più perchè si peggiora il rendimento della caldaia...) :roll:

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 17 dicembre 2014, 20:08 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 4 novembre 2010, 12:56
Messaggi: 69
Ti quoto in pieno, specialmente per quel che riguarda i piccoli disagi a cui fai riferimento.
Però una cosa non ho capito: ma da dove imposto la temperatura massima di mandata? Nella scheda che ho postato non ci sono i gradi di riferimento in base alle curve proposte.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it