IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è domenica 8 dicembre 2019, 4:46

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 57 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 9 maggio 2017, 10:50 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 1 dicembre 2008, 15:37
Messaggi: 122
Località: Padova
Soprattutto il campo della medicina non ha mai crisi, quindi un medico, prima o poi, un buco da qualche parte lo trova...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 9 maggio 2017, 14:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 giugno 2011, 15:28
Messaggi: 1179
Jova_PG ha scritto:
Soprattutto il campo della medicina non ha mai crisi, quindi un medico, prima o poi, un buco da qualche parte lo trova...



Considerando che l'Itaglia è un paese di diversamente giovani poi...


Ad ogni modo se verrà una grande recessione non ce ne sarà per nessuno.

_________________
https://www.marxists.org/italiano/sezione/arte/lett/animali.htm


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 9 maggio 2017, 18:32 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 16 luglio 2015, 20:27
Messaggi: 233
mi stupisce che ancora nessuno abbia tirato fuori la deontologia del medico, che nella scelta di tale professione è un fattore determinante. Il fatto che tutti i lavoratori siano così con le pezze al c***o in questo paese da skippare completamente qualsiasi discorso deontologico in discussioni come questa, mi fa pensare che siamo proprio arrivati alla frutta.

Detto questo, OP mi aspetterei che un medico faccia il suo lavoro per passione e compassione verso gli altri, con estrema professionalità e deontologia professionale. La professionalità credo derivi da un impegno costante che solo la forza di volontò di voler DAVVERO aiutare gli altri può dare. Lo stipendione è solo una conseguenza delle responsabilità del medico e dei suoi orari non proprio gradevoli. Per questo ti direi che se non hai vocazione, se hai anche un minimo dubbio di vocazione, non dovresti scegliere medicina.
Ma siccome non vivo nel mondo delle favole, ma nel mondo reale, ammetto che di medici che scelgono la professione con una deontologia professionale sotto i piedi, per soldi o per "eredità" ne è pieno il mondo, come esistono tutte le varie sfumature tra i due casi estremi. Però non darei così per scontato che tutti i vantaggi economici di cui un medico gode non sono ammortizzati dagli svantaggi della professioni, sicuramente amplificati da chi non ha vocazione: orari estremi, responsabilità, essere sempre a contatto con la sofferenza, corso di studi lungo e tedioso, soddisfazione professionale ritardata.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 10 maggio 2017, 13:34 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 14 dicembre 2012, 20:30
Messaggi: 37
Tornando al bieco materialismo....
Date una letta a questa classifica
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/ ... &nmll=2707


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 10 maggio 2017, 18:49 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 17 aprile 2017, 16:03
Messaggi: 32
vince86 ha scritto:
Tornando al bieco materialismo....
Date una letta a questa classifica
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/ ... &nmll=2707


Mi aspettavo i notai al primo posto ma ciò dipende anche dal fatto che sono impossibilitati a evadere le tasse, ogni prestazione è tracciabile. Per altre categorie ci può essere anche più del 30% di reddito non dichiarato...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 10 maggio 2017, 21:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19275
Località: Ferrara
concordo con deltax, e come ho già detto all'inizio, sta passando il concetto che si sceglie il lavoro in base al reddito o alla possibilità di lavoro, ma questa cosa non ha senso se parliamo di ingegneria o di medicina: per entrambe occorre avere prima di tutto la "vocazione" e non la prospettiva di reddito o carriera, perchè sennò non si va da nessuna parte.... :badboy:

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 17 maggio 2017, 7:40 
Non connesso

Iscritto il: martedì 28 luglio 2009, 18:59
Messaggi: 225
Tra i miei amici/conoscenti, i medici se la passano esattamente come dice tippgirl, gli ingegneri che stanno bene sono quelli che si sono trovati lo studio avviato (e immanicato).
Però la ipotetica retribuzione non può essere l'unico metro di giudizio per la scelta tra Medicina e Ingegneria.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 17 maggio 2017, 9:53 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1573
gamatta ha scritto:
Tra i miei amici/conoscenti, i medici se la passano esattamente come dice tippgirl, gli ingegneri che stanno bene sono quelli che si sono trovati lo studio avviato (e immanicato).
Però la ipotetica retribuzione non può essere l'unico metro di giudizio per la scelta tra Medicina e Ingegneria.

Se si ha uno scopo ben preciso o una vocazione no... Ma nel dubbio (se piacciono entrambe) perché non scegliere la carriera che può portarti migliori guadagni? Io la scelta la feci, all'epoca in base a tutta una serie di fattori... A parte che la giovane età non aiuta ad avere basi solide su cui scegliere, non vedo perché l'aspetto economico non sia da valutare. Non tutti hanno un progetto preciso a 18 anni, alcune "vocazioni" vengono con il tempo o con le occasioni. Buona metà dei miei colleghi di università (me compresa) tornando indietro farebbe un altro indirizzo o un altro corso.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 19 maggio 2017, 17:35 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 19 maggio 2017, 10:01
Messaggi: 8
solo in italia c'è sto schifo..
all'estero un ingegnere qualificato arriva anche a 80K mentre un medico all'estero arriva a 90-100K. C'è un po di differenza e ci sta.
In italia un medico è pagato mediamente il doppio di un ingegnere senon il triplo.

L'italia non è un paese per laureati, ma, per medici e farmacisti (che hanno la farmacia).
Io sto valutando attentamente l'estero non posso vedere che crape, solo per aver superato un test del CAxxO o aver vinto un ricorso arrivano a prendere il doppio di me, avendo studiato solo a memoria!! non l'accetto e non è giusto..


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 20 maggio 2017, 11:35 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 16 luglio 2015, 20:27
Messaggi: 233
enaud84 ha scritto:
solo in italia c'è sto schifo..
all'estero un ingegnere qualificato arriva anche a 80K mentre un medico all'estero arriva a 90-100K. C'è un po di differenza e ci sta.
In italia un medico è pagato mediamente il doppio di un ingegnere senon il triplo.

L'italia non è un paese per laureati, ma, per medici e farmacisti (che hanno la farmacia).
Io sto valutando attentamente l'estero non posso vedere che crape, solo per aver superato un test del CAxxO o aver vinto un ricorso arrivano a prendere il doppio di me, avendo studiato solo a memoria!! non l'accetto e non è giusto..

ti posso chiedere se sei un neolaureato?
Vedo l'incazzatura tipica di un neolaureato. Quando mi sono laureato, nel non troppo lontano ottobre del 2014, scrivevo qui con gli stess rant che oggi tu ci proponi. Non riuscivo a capire come qui (ma anche altrove) " se si arriva a guadagnare 1500 euro. A quasi 3 anni di distanza, mi sono allineato con lo stesso pensiero, se non peggio, diventando il peggio disilluso e appogiato sugli allori. Essere il più bravo del tuo corso non conta un CAxxO, prendere 30 studiando la metà degli altri non conta un CAxxO, essere stra motivato non conta un CAxxO, voler capire le materie e gli argomenti invece di passare l'esame e basta non conta un CAxxO, appassionarsi realmente ad una materia non conta un CAxxO. Voler innovare, voler dare il proprio contributo per fare qualcosa di grande, non conta un CAxxO. Una volta laureato non sai fare un CAxxO e non sei nessuno in ogni caso, che tu ti sia laureato con 80 o con 110; non puoi contrattare lo stipendio, e scordati di essere entusiasta o di tentare di migliorare qualche processo. Scordati di imparare qualcosa di utile con alta efficienza (di insegnamento dico).
Non so come è all'estero, non essendoci mai stato. Pensavo fosse l'edolarado, ci ho provato ad andermene ma ho fallito. Bisogna abbracciare il fallimento ed essere consapevoli che viviamo in una società, quella italiana, fallita. Chi è abbastanza fortunato come me da guadagnare una cifra dignitosa non si dovrebbe fare seghe mentali sulla passione, quelle sono puttanate morte e sepolte. Adesso vado li, mi faccio le mie 8 ore di croce e via. Rassegnazione è la parola chiave. Altrimenti rischiamo di stare anni a roderci il fegato senza alcun risultato pratico. Filosofia della rassegnazione e del fottesega e passa tutto.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 57 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], hansvongrobel e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010