IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è martedì 17 settembre 2019, 16:28

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 123 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 13  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 7 settembre 2017, 21:29 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1561
whiter4bbit ha scritto:
Io mi riferisco a 12 mensilità.

Non devi per forza vivere in città, e non devi per forza vivere in affitto, e non devi per forza vivere da solo, non devi neanche per forza pagare poco la casa, insomma non è così lineare la cosa... In linea generale per le esigenze di un giovane 1200€ sono sufficienti soprattutto fuori dalle grandi città, e 1900€ sono grasso che cola. Poi conosco gente che guadagna 2400 e spende tutto lo stesso, che vuoi farci... :D

Il punto è che quelle cifre sono normali in Italia per chi lavora da anni, non mi sembra giusto declassarle a stipendi bassi, sono stipendi normali e arrivano con una lunga serie di diritti garantiti.

Fa bene a scandalizzarsi chi lavora precario a 900€ al mese, che è appunto tutta un'altra situazione.

Per me è scaldaloso anche che un laureato possa trovarsi, a 40 anni ancora precario o comunque con 1300 euro di stipendio al mese!! Io,alla soglia dei 40 anni guadagno 1800 per puro caso, se non avessi trovato cambiato lavoro 6 anni fa starei ancora sotto i 25k annui.. Vero è che bisogna fare la gavetta,ma non è detto che si riesca a fare carriere decenti .io ho una famiglia adesso, ma se fossi rimasta single e nella metalmeccanica stavo ancora a condividere appartamento con qualcuno. E per città intendo in senso ampio, anche in provincia meno di 400 euro impossibile trovare un monolocale


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 8 settembre 2017, 11:13 
Non connesso

Iscritto il: sabato 31 dicembre 2011, 16:05
Messaggi: 950
tippgirl ha scritto:
Per me è scaldaloso anche che un laureato possa trovarsi, a 40 anni ancora precario o comunque con 1300 euro di stipendio al mese!!
Io,alla soglia dei 40 anni guadagno 1800 per puro caso, se non avessi trovato cambiato lavoro 6 anni fa starei ancora sotto i 25k annui..


Ma scandaloso rispetto a cosa? Non è sostenibile un sistema che ti GARANTISCE lauti stipendi e avanzamenti di carriera.
Tu non guadagni 1800 "per puro caso", ma perchè ti sei mossa sul mercato e qualcuno ha pensato che tu valessi quella cifra.

Lo stipendio che citi di 1300x12 non è assolutamente la norma per una persona con 10-15 anni di esperienza, è invece normale che in ogni categoria esista chi rimane indietro e non è per forza colpa "del sistema".
E comunque una coppia con 2600€ al mese ci vive decentemente anche in una grande città, poi devi anche considerare la qualità del lavoro eccetera.

Cita:
E per città intendo in senso ampio, anche in provincia meno di 400 euro impossibile trovare un monolocale


Ti assicuro che in paesi di zone ricche, ad esempio provincia BG, trovi anche a meno, idem se ti sposti in regioni intermedie tipo le Marche, se poi vai a Palermo trovi anche sotto i 200€ :mrgreen:

Ma in questo periodo storico le case costano talmente poco che con 70.000€ ti compri un bilocale in una città del nord (come Bergamo, Padova, Torino, non certo a Milano), che significa che la rata di un mutuo a vent'anni è di 250€...

Comunque fossero anche 400 ti avanzano 1000€ al mese, se non ci vivi il problema non è lo stipendio in sè.

Discorso diverso per Milano e Roma, ma non possiamo sempre prende i casi peggiori no?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 8 settembre 2017, 15:33 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 giugno 2017, 10:15
Messaggi: 59
tippgirl ha scritto:
whiter4bbit ha scritto:
Io mi riferisco a 12 mensilità.

Non devi per forza vivere in città, e non devi per forza vivere in affitto, e non devi per forza vivere da solo, non devi neanche per forza pagare poco la casa, insomma non è così lineare la cosa... In linea generale per le esigenze di un giovane 1200€ sono sufficienti soprattutto fuori dalle grandi città, e 1900€ sono grasso che cola. Poi conosco gente che guadagna 2400 e spende tutto lo stesso, che vuoi farci... :D

Il punto è che quelle cifre sono normali in Italia per chi lavora da anni, non mi sembra giusto declassarle a stipendi bassi, sono stipendi normali e arrivano con una lunga serie di diritti garantiti.

Fa bene a scandalizzarsi chi lavora precario a 900€ al mese, che è appunto tutta un'altra situazione.

Per me è scaldaloso anche che un laureato possa trovarsi, a 40 anni ancora precario o comunque con 1300 euro di stipendio al mese!! Io,alla soglia dei 40 anni guadagno 1800 per puro caso, se non avessi trovato cambiato lavoro 6 anni fa starei ancora sotto i 25k annui.. Vero è che bisogna fare la gavetta,ma non è detto che si riesca a fare carriere decenti .io ho una famiglia adesso, ma se fossi rimasta single e nella metalmeccanica stavo ancora a condividere appartamento con qualcuno. E per città intendo in senso ampio, anche in provincia meno di 400 euro impossibile trovare un monolocale


Il precariato è una condizione indispensabile per avere un reddito alto, anche nel lavoro dipendente, tant'è che i CCNL per dirigenti hanno clausole molto elastiche per facilitare i licenziamenti rispetto agli altri CCNL per impiegati e operai. Solo nel mondo politico esistono posizioni stabili con alto reddito.
La carriera decente piacerebbe a tutti gli impiegati ma direi che è matematicamente impossibile perchè va in conflitto con la struttura piramidale delle aziende. In teoria l'azienda potrebbe assumere impiegati laureati in numero esattamente corrispondente a quello dei futuri dirigenti, cosicchè ogni laureato possa fare carriera e diventare dirigente, questo accade raramente in poche aziende (soprattutto piccole) e quelle più grandi hanno l'opposto vizio di esigere una laurea anche per la segretaria che risponde al telefono.
Forse potrebbe essere utile la tanto discussa abolizione del valore legale del titolo di laurea, a cominciare dai concorsi pubblici, limitanto l'obbligo di laurea (più l'abilitazione professionale) alle poche professioni regolamentate. Un metodo per fare selezione può essere l'esperienza, almeno mettiamo fine a questa situazione in cui è pieno di dipendenti pubblici con tanti titoli ma zero esperienza.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 8 settembre 2017, 21:58 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 27 giugno 2014, 19:12
Messaggi: 233
whiter4bbit ha scritto:
tippgirl ha scritto:
Per me è scaldaloso anche che un laureato possa trovarsi, a 40 anni ancora precario o comunque con 1300 euro di stipendio al mese!!
Io,alla soglia dei 40 anni guadagno 1800 per puro caso, se non avessi trovato cambiato lavoro 6 anni fa starei ancora sotto i 25k annui..


Ma scandaloso rispetto a cosa? Non è sostenibile un sistema che ti GARANTISCE lauti stipendi e avanzamenti di carriera.
Tu non guadagni 1800 "per puro caso", ma perchè ti sei mossa sul mercato e qualcuno ha pensato che tu valessi quella cifra.

Lo stipendio che citi di 1300x12 non è assolutamente la norma per una persona con 10-15 anni di esperienza, è invece normale che in ogni categoria esista chi rimane indietro e non è per forza colpa "del sistema".
E comunque una coppia con 2600€ al mese ci vive decentemente anche in una grande città, poi devi anche considerare la qualità del lavoro eccetera.



Credo che quello che volesse dire tippgirl è questo: noi della nostra generazione laureatasi tra gli anni 2000 e 2015 diciamo (e anche i futuri laureati) abbiamo a che fare con persone, colleghi di lavoro, gente più anziana di noi ecc. che ha avuto gli "scatti" di stipendio in maniera praticamente automatica......ti faccio un esempio: dove lavoro io (azienda multinazionale del nord) ho dei colleghi di 45-50 anni che prendono decisamente più di me (tra i 300 e i 500 euro in più al mese) e fanno meno della metà della mole di lavoro che faccio io....

il 1300x12 che "non è la norma", no, appunto, non lo è per i 40-50 enni di oggi (10-15 anni di esperienza), ma molto probabilmente lo sarà per quelli di domani (cioè noi)......chiamalo sfogo, chiamalo lamento, chiamalo come vuoi ma la situazione è così, per favore non tirare sempre in ballo le frasi tipo "è il mercato che è disposto a pagare" perchè da buoni laureati tutti sappiamo queste cose, ma ti assicuro che quando hai a che fare ogni giorno con gente che non saprebbe fare un cerca vert su excel ma guadagna 400 euro in più di te fidati che le scatole ti girano.......

Ed è per questo che ciclicamente tornano questi topic: perchè la fatica fatta e le competenze maturate, ad oggi, non vengono ripagate allo stesso modo che anni fa......non lo si può negare, gli stipendi sono livellati verso il basso, tirami fuori tutte le statistiche che vuoi ma per noi di questa generazione è un boccone duro da digerire, probabilmente i laureati di domani sapranno già che dovranno aspirare ad avere 1300 euro al mese e per loro quello sarà l'obiettivo e quindi la vivranno in maniera più serena.....


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 9 settembre 2017, 17:59 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1561
mighty ha scritto:
whiter4bbit ha scritto:
tippgirl ha scritto:
Per me è scaldaloso anche che un laureato possa trovarsi, a 40 anni ancora precario o comunque con 1300 euro di stipendio al mese!!
Io,alla soglia dei 40 anni guadagno 1800 per puro caso, se non avessi trovato cambiato lavoro 6 anni fa starei ancora sotto i 25k annui..


Ma scandaloso rispetto a cosa? Non è sostenibile un sistema che ti GARANTISCE lauti stipendi e avanzamenti di carriera.
Tu non guadagni 1800 "per puro caso", ma perchè ti sei mossa sul mercato e qualcuno ha pensato che tu valessi quella cifra.

Lo stipendio che citi di 1300x12 non è assolutamente la norma per una persona con 10-15 anni di esperienza, è invece normale che in ogni categoria esista chi rimane indietro e non è per forza colpa "del sistema".
E comunque una coppia con 2600€ al mese ci vive decentemente anche in una grande città, poi devi anche considerare la qualità del lavoro eccetera.



Credo che quello che volesse dire tippgirl è questo: noi della nostra generazione laureatasi tra gli anni 2000 e 2015 diciamo (e anche i futuri laureati) abbiamo a che fare con persone, colleghi di lavoro, gente più anziana di noi ecc. che ha avuto gli "scatti" di stipendio in maniera praticamente automatica......ti faccio un esempio: dove lavoro io (azienda multinazionale del nord) ho dei colleghi di 45-50 anni che prendono decisamente più di me (tra i 300 e i 500 euro in più al mese) e fanno meno della metà della mole di lavoro che faccio io....

il 1300x12 che "non è la norma", no, appunto, non lo è per i 40-50 enni di oggi (10-15 anni di esperienza), ma molto probabilmente lo sarà per quelli di domani (cioè noi)......chiamalo sfogo, chiamalo lamento, chiamalo come vuoi ma la situazione è così, per favore non tirare sempre in ballo le frasi tipo "è il mercato che è disposto a pagare" perchè da buoni laureati tutti sappiamo queste cose, ma ti assicuro che quando hai a che fare ogni giorno con gente che non saprebbe fare un cerca vert su excel ma guadagna 400 euro in più di te fidati che le scatole ti girano.......

Ed è per questo che ciclicamente tornano questi topic: perchè la fatica fatta e le competenze maturate, ad oggi, non vengono ripagate allo stesso modo che anni fa......non lo si può negare, gli stipendi sono livellati verso il basso, tirami fuori tutte le statistiche che vuoi ma per noi di questa generazione è un boccone duro da digerire, probabilmente i laureati di domani sapranno già che dovranno aspirare ad avere 1300 euro al mese e per loro quello sarà l'obiettivo e quindi la vivranno in maniera più serena.....

io ho vissuto qualche anno a 1000 € mensili e , da soli , è abbastanza difficile garantirsi una vita con standard più che dignitosi.Non ci sono solo affitto, cibo macchina e vestiti.Con stipendi sotto i 1000 € fai fatica a mettere da parte qualcosa, rischi di stare in affitto tutta la vita e di non poter neanche affittare casa da solo...e se hai problemi di salute seri...ciao.
Per me il limite soglia di "decenza" sono almeno 1300 € mensili.Una coppia con 2600 ci sta bene, ma se arrivano un paio di figli e lo stipendio non cresce con il tempo, è dura comunque far quadrare i conti (ma non impossibile) .è vero che gli "standard" cui siamo abituati non sono sostenibili, ma per me ci sono dei minimi che andrebbero garantiti alla maggioranza della popolazione.Io ho un certo tipo di stipendio per puro caso...potevo stare ancora a 1300 euro mensili o anche meno.E, secondo me, con una laurea a pieni voti in ingegneria presa a 25 anni non è "normale" pensare di arrivare a 40 anni senza stabilità.In Italia può tranquillamente ssuccedere.Lo so che sono lamentona, e so anche che che sono fortunata e c'è gente davvero disperata. Ma , per dire, un mio collega interinale di 27 anni, marocchino, con diploma professionale, si lamentava con me che con 1300 € al mese non ce la fa a mantenere se e la moglie ( e lo credo, metà stipendio andrà via solo tra bollette e affitto).Io alla sua età mi trovavo a guadagnare meno e con contratto ancora più precario. Per me sono proprio bassi tutti gli stipendi e non c'è disparità esagerata tra lavoro di bassa qualifica o di medio-alta qualifica (dirigenti esclusi).La paga oraria di un carrellista, manovale, idraulico, ingegnere, avvocato,commercialista non è così diversa.Fossero pagati tutti bene in relazione al costo della vita lo capirei e accetterei anche. Ci fosse un welfare che aiuta davvero i cittadini in difficoltà le famiglie, asili nidi gratuiti , orari flessibili per genitori con infanti, sanità davvero gratuita potrei anche dichiararmi soddisfatta. Beh ora smetto perché sto andando fuori tema :lol: :lol: :lol:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 10 settembre 2017, 11:04 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2006, 12:03
Messaggi: 642
Dopo il dottorato ho rifiutato due, indeterminati ( ho capito che salvo eccezioni da impiegato al massimo arrivi a 2000 al mese dopo parecchi anni) ora faccio tante attività diverse. Alcuni anni sono arrivato sui 4000 al mese altripiu sfigati sui 1500 ( mi riferisco al netto). Se hai la possibilità di entrare in un posto dove grazie a conoscenze/ bravura ecc ecc arriverai a fare il dirigente non pensarci un attimo, viceversa devi inventarti un lavoro


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 10 settembre 2017, 14:21 
Non connesso

Iscritto il: domenica 4 novembre 2012, 14:50
Messaggi: 174
svip ha scritto:
Dopo il dottorato ho rifiutato due, indeterminati ( ho capito che salvo eccezioni da impiegato al massimo arrivi a 2000 al mese dopo parecchi anni) ora faccio tante attività diverse. Alcuni anni sono arrivato sui 4000 al mese altripiu sfigati sui 1500 ( mi riferisco al netto). Se hai la possibilità di entrare in un posto dove grazie a conoscenze/ bravura ecc ecc arriverai a fare il dirigente non pensarci un attimo, viceversa devi inventarti un lavoro


dove lavoro io a dieci anni dalla laurea non c'è un ingegnere sotto 2000€. Purtoppo non è così per la platea di ditte esterne, società di consulenza etc.

ing. elettronico VO classe '81 laureato nel 2005


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 10 settembre 2017, 16:20 
Non connesso

Iscritto il: domenica 10 settembre 2017, 16:15
Messaggi: 36
Io con Laurea in ingegneria meccanica dopo 7 anni in azienda privata arrivo a circa 2000 euro mensili. Però copro vari ruoli in azienda tra cui progettista e resposabile tecnico.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 10 settembre 2017, 21:06 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2006, 12:03
Messaggi: 642
Per come la vedo io un ing dovrebbe guadagnare minimo 3500 puliti al mese ma ci sono troppi ingegneri sempre più spesso cercati per lavori di bassa qualità che potrebbe fare anche un diplomato (scarso). Diciamoci a verità su 10 ingegneri in azienda 6 faranno documenti word excell e solo 4 argomenti per i quali serve una laurea


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 11 settembre 2017, 7:59 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1561
svip ha scritto:
Per come la vedo io un ing dovrebbe guadagnare minimo 3500 puliti al mese ma ci sono troppi ingegneri sempre più spesso cercati per lavori di bassa qualità che potrebbe fare anche un diplomato (scarso). Diciamoci a verità su 10 ingegneri in azienda 6 faranno documenti word excell e solo 4 argomenti per i quali serve una laurea

Esatto.. Sono molto pochi gli ingegneri che svolgono mansioni di livello medio-alto, l'80 per cento è semplice impiegato. E comunque anche nella libera professione, tra periti e ingegneri il divario è minimo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 123 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 13  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010