IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è giovedì 19 settembre 2019, 18:59

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 12 giugno 2018, 23:03 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2018, 12:50
Messaggi: 4
Buonasera,

sono un ingegnere alle prime armi soprattutto con poca esperienza. Ho dei grossi dubbi sulle regole del buon costruire.
Cerco di farvi delle domande ponendovi un esempio:

vorrei realizzare per semplicità un telaio piano MRF alto 8 metri, incastrato sulla fondazione a platea e costituito da tre interpiani di altezza circa 2.7 m. I miei dubbi maggiori non ricadono tanto nel calcolo quanto nella regola del buon costruire e nella semplicità di montaggio tutelando il costo dell'opera.

1) è possibile trasportare e montare le colonne senza spezzarle ? (8 metri)

2) se dovessi spezzare le colonne, qual'è il modo più semplice e giusto di garantire la continuità ? Giunto con coprigiunto ?

3) qual'è il modo migliore di vincolare le travi a momento ? Vista la poca esperienza non riesco ad immaginare una precisione tale da non aver problemi di montaggio quindi chiedo a voi quale sia il modo migliore. Saldare 2 moncherini e usare il giunto bullonato ?

4) si vedono molti particolari costruttivi pieni di bulloni piastre e saldature, ma qualcuno può aiutarmi a fare un'idea sul costo di queste lavorazioni ? Non vorrei progettare coprigiunti con 18 bulloni di difficile montaggio, dai costi eccessivi.

Vi chiedo di cedermi un po della vostra esperienza, e ve ne sarei davvero grato.

vi ringrazio moltissimo


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 13 giugno 2018, 0:02 
Non connesso

Iscritto il: domenica 18 marzo 2012, 13:33
Messaggi: 34
In attesa di utenti ben più esperti provo a risponderti io che di acciaio comunque un pochino ne mancino avendo qualche carpenteria tra i clienti.

4) Prezzo strutture acciaio.
Ha poco a che fare con le giunzioni che si vanno a progettare tranne rari casi o elementi particolari (es. penso coperture apribili). Il prezzo di una struttura è composto da:

- prezzo acquisto acciaio in profilati, in questo caso la scelta di profili tipo He, ipe unp o upn che di si voglia e angolari e da preferire si tubolari in quanto le carpenteria possono acquistare le travi a misura senza avere praticamente scarto, giusto per un esempio nel tuo caso ipotizzando colonne da 8 mt dovresti acquistare barre da 12 mt con conseguente scarto ( a meno di non voler saldare spezzoni per rifare una trave cosa che praticamente non viene mai fatta) e poi i tubi tondi o commerciali costano di piu

- Prezzo trasformazione officina
Qui si va a kg/ora, ossia un operaio in un ora produce tot kg, ora posto che ogni officina ha il.suo tempario in linea generale la produttività per profili ad anima piena è molto molto maggiore ad esempio di travi a capriate che vero pesano meno, ma richiedono molta manodopera, ergo a volte più pesa la struttura non è detto che costi di più di una struttura leggera con colonne calastrellate, tralicci, capriate ecc.

- saldature
Tante saldature, soprattutto molto lunghe o con preparazione dei lembi portano via più tempo, quindi es profili con piatti composti se possibile da evitare

- prezzo montaggio
Qui vale la pratica, ossia facile posizionamento degli elementi con pochi bulloni o elementi di supporto (tipo angolari sulle colonne per appoggio travi prima del settaggio) e poi ovvio meno bulloni ci sono meglio è.

- casi particolari
travi calandrate ma anche no tranne nel caso che l'architetto ti costringa con una pistola alla tempia.


1) si puoi tranquillamente trasportare e montare colonne di 8 mt a meno che non esistano vincoli geometrici tipo curva a 90 gradi con raggio esterno di 4 mt subito prima del tuo cantiere, oppure che stai cercando di montagna quella colonna in un edificio esistente cercando di Caldarola dall'alto con i solai integri e una gru che è alta solo 3 mt in più della copertura, e via dicendo.

2) agli ingegneri come noi il giunto a coprigiunti piace un sacco per ripristinare momento ovvio che se provi a farlo su un IPE140 non ti verrà mai verificato, occhio al q che usi in fase di progetto perché poi devi fare nodi sovraresistenti sulle travi.

3) moncherini in officina e sopraggiunti in cantiere ok, se riesco io invece propendo per flangia di testa con irrigidimento, magari aumentando l'altezza e lo spessore della piastra, è tendenzialmente più duttile come nodo ma se ben progettato da le sue soddisfazioni.

X) evita come la peste le saldature in cantiere per una caterva di motivi tra cui: 1 se saldano a filo con il vento che c'è in cantiere la protezione del bagno va in Mona e con lei la saldature. Se la struttura è zincata a caldo tanto vale che la saldi con lo stagno a mio parere, fra inclusione scorie ecc viene una porcata, occhio che i controlli sulle saldature, obbligatorio in officina nessuno li fa sul cantiere ergo la responsabilità della corretta esecuzione della saldatura è a carico del direttore lavori strutturale.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 13 giugno 2018, 1:35 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2018, 12:50
Messaggi: 4
Non so come ringraziarti, informazioni utilissime, sono contento.

Nel caso di collegamento con flangia irrigidita sbaglio o bisogna essere ancora più precisi che con il collegamento con moncherini ? Io vorrei capire bene questa cosa.

Arrivo in cantiere, monto le 2 colonne in bolla alla fondazione e magari le lego temporaneamente. A questo punto devo montare le travi.

Se ho capito bene tu monteresti 2 angolari d'ausilio(saldati in officina, temporanei), dove poggi per semplificare il montaggio le travi, poi imbulloni il giunto flangiato alla colonna, nella parte sinistra. Adesso se hai la trave piu corta di 1/1.5 cm come fai ad imbullonarla a destra ?

Idem nel caso dei moncherini, imbullono a sinistra, e se ho un piccolo difetto come faccio arrivare a destra ?

Grazie di nuovo davvero


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 13 giugno 2018, 9:32 
Non connesso

Iscritto il: domenica 18 marzo 2012, 13:33
Messaggi: 34
Esatto, ovvio che se il lavoro è piccolo puoi anche evitarli.

Per il montaggio si opera come hai detto tu, solo che i giochi (spazi liberi) non sono quelli che hai indicato.

Generalmente quando disegno carpenteria le travi sono più corte della loro lunghezza reale di circa 2/3 mm max, ovvio che è fondamentale il rilievo strumentale in cantiere (disto laser e livella laser sono il minimo), se invece sei in campo libero potresti anche pensare di "forzare" le colonne per fare entrare la trave, diverso è il discorso dei moncherini, in quel caso potresti avere accorciamenti di circa 1 cm per parte che tanto recuperi con le piastre coprigiunto.

PS non ho mai visto "legare temporaneamente" le colonne, quando hai messo i tirafondi con dado di regolazione e posi la colonna 3 bulloni a triangolo sono sufficienti per tenerla ferma e in piombo.

Poi se disgraziatamente accade che la trave è corta si va di imbottiture, il problema maggiore in termini economici è se la trave è lunga in quel caso se la struttura è zincata in teoria ti devi riportare la trave in officina, tagliarla e risaldarla e nuovamente in teoria rimandarla a zincare a caldo a meno che il committente non autorizzi all'utilizzo dello zinco a freddo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 13 giugno 2018, 12:32 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 15 marzo 2007, 17:29
Messaggi: 1610
1) è possibile trasportare e montare le colonne senza spezzarle ? (8 metri)

Sì. Le dimensioni del cassone di un bilico sono 240x1360, perciò l'ingombro totale della colonna e delle sue piastre deve rientrare in questo rettangolo.

2) se dovessi spezzare le colonne, qual'è il modo più semplice e giusto di garantire la continuità ? Giunto con coprigiunto ?

Il modo più semplice è piastra e contropiastra, il modo più giusto è doppio coprigiunto d'anima e d'ala.

3) qual'è il modo migliore di vincolare le travi a momento ? Vista la poca esperienza non riesco ad immaginare una precisione tale da non aver problemi di montaggio quindi chiedo a voi quale sia il modo migliore. Saldare 2 moncherini e usare il giunto bullonato ?

Flangia più lunga e triangolo di rinforzo con setti di rinforzo su trave e colonna: il menù calcolo nodi del programma di calcolo dovrebbe dare già un'idea.

4) si vedono molti particolari costruttivi pieni di bulloni piastre e saldature, ma qualcuno può aiutarmi a fare un'idea sul costo di queste lavorazioni ? Non vorrei progettare coprigiunti con 18 bulloni di difficile montaggio, dai costi eccessivi.

Costo acquisto+lavorazione+zincatura = 1.2-1.6 euro/kg. Dipende dalla quantità e dal potere commerciale dell'acquirente.

Costo montaggio = 10 euro/mq, 15 euro/mq se struttura lontana dal punto di partenza dei montatori. Se struttura piccola da montarsi in un giorno: 2000 euro. Prezzo inclusivo di montaggio pannelli e lattonerie. Se struttura tamponata aggiungere 5/10 euro/mq esclusi portoni e finestre.

Sono cifre molto aleatorie, ma senza dettagli ulteriori non si può azzardare oltre...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010