IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è martedì 17 settembre 2019, 0:59

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 16 gennaio 2019, 13:29 
Non connesso

Iscritto il: martedì 22 maggio 2007, 0:22
Messaggi: 2313
Un collaudatore puo' essere dipendente della committenza? Anche se lo e' anche il progettista e DL delle strutture?

grazie


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 16 gennaio 2019, 18:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38025
secondo me si,
infatti le uniche condizioni di legge sono l'anzianità di iscrizione (non necessaria nel caso di dipendenti di enti pubblici) e la non partecipazione a progettazione, direzione ed esecuzione;

d'altra parte sempre nel caso di amministrazioni pubbliche, normalmente l'incarico è conferito a dipendenti dell'amministrazione stessa


non capisco perché queste questioni si pongono nell'ambito di lavori edilizi,
( vedi ad es.
https://www.codiceappalti.it/dpr_207_20 ... atore/1186
oppure
http://ordine.architettiroma.it/sportel ... ivo-e-cse/ )

in ambito industriale (meccanico ecc.) è una cosa normale che il collaudo delle cose prodotte sia eseguito dall'azienda stessa

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2019, 10:32 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 12 febbraio 2010, 12:20
Messaggi: 1269
c'è anche una cosa che si chiama "conflitto di interessi" e che, al di là delle specifiche disposizioni normative che potrebbero consentire una situazione come quella da te descritta, deve far riflettere parecchio. Oltre ad essere espressamente menzionata in diverse norme relative ai lavori pubblici (es. 50/2016, 165/2001, etc.).
C'è poi un codice deontologico per la nostra professione, anche se, confesso, non l'ho mai letto...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2019, 11:55 
Non connesso

Iscritto il: martedì 22 maggio 2007, 0:22
Messaggi: 2313
E' la "non partecipazione a progettazione, direzione ed esecuzione" che mi preoccupa un po essendo il progettista e DL delle strutture collega del collaudatore (sono entrambi dipendenti della committenza)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2019, 12:00 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 6 ottobre 2014, 9:31
Messaggi: 1157
Pasquale dice :
"secondo me si, infatti le uniche condizioni di legge sono l'anzianità di iscrizione (non necessaria nel caso di dipendenti di enti pubblici) e la non partecipazione a progettazione, direzione ed esecuzione"

La domanda iniziale chiedeva (se non ho capito male) se poteva esserlo anche il progettista : in tal caso la risposta è no.

Ammesso che sia ancora valido vedi art. 7 legge nr 1086/71


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2019, 13:52 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 6 ottobre 2014, 9:31
Messaggi: 1157
Io ho fatto il DL pur essendo dipendente della committenza ma, formalmente, non ho partecipato alla progettazione e sicuramente non ho potuto fare il collaudatore (1988-1990 ricostruzione terremoto Irpinia). Il collaudatore è stato fatto da una persona esterna.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2019, 14:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 17:44
Messaggi: 7133
Località: Atene (Greece)
il solito dilemma, che si ripete.

ma se il committente nomina collaudatore legge 1086/1971 un ing. con il quale non ha alcun contratto di lavoro,
nel momento in cui lo nomina, non diventa un suo "dipendente"?

_________________
Tra quello che noi riusciamo a malapena a vedere e quello che in realtà accade veramente c'è sempre molta differenza (Banondre, filosofo greco agnostico del II sec. d.C.).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 18 gennaio 2019, 2:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38025
soprattutto nel campo della professione di ingegnere, secondo me, il "conflitto di interessi" è una mega-stupidaggine

(sebbene penso che sia una mega-stupidaggine in tutti i campi, ho ristretto l'aggettivo solo agli ingegneri perché, per me, sono tra i più onesti e intelligenti, non me ne vogliano altre professioni o altri :azz: )

non ho mai capito da dove sia nato questa dicitura "conflitto di interessi",
non è di certo un concetto ma al massimo potrebbe essere un costrutto, ma nemmeno, è solo un costrutto fatto ad uso e consumo;
è basato sull'ipotesi che certe persone sono infinitamente stupide, disoneste e non libere,
è però un topo che si morde la coda , (per evidenti motivi cambio il classico gatto in topo :lol: ) ;
non ha logica,
tutte le persone sono in ogni caso libere, nessuno può sapere i loro pensieri, e prevedere i loro comportamenti;

sono tentato di fare una domanda sull'argomento nel forum dell'Accademia della Crusca, almeno per l'origine della dicitura (non so se ci sono analoghi forum di Psicologia o di Filosofia dove forse saprebbero rispondere meglio)

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 18 gennaio 2019, 10:22 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 12 febbraio 2010, 12:20
Messaggi: 1269
pasquale ha scritto:
soprattutto nel campo della professione di ingegnere, secondo me, il "conflitto di interessi" è una mega-stupidaggine

Pasquale, stavolta non sono per nulla in accordo con te.

Ti faccio un esempio:
Lavoro privato; DL dipendente di impresa esecutrice (si può).
Il DL deve fare necessariamente gli interessi SIA del committente SIA dell'impresa (ovvero del suo datore di lavoro).
E questi interessi possono essere contrapposti.
Appunto, un conflitto di interesse.

Poi, abbiamo preso l'abitudine di associare alla dicitura "conflitto di interessi" la figura di Berlusconi, delle leggi ad personam, etc e quindi le abbiamo dato un certo significato. Ma in realtà per me è molto semplice.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 18 gennaio 2019, 14:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 17 marzo 2007, 22:43
Messaggi: 3306
Località: brescia
Concordo con frank. E l esempio dei meccanici non quadra: praticamente tutto quello che viene messo in commercio e soggetto a valutazione di un ente terzo, che non e il produttore

_________________
Art.1 : L'Italia è una Repubblica fondata sul Lavoro. ..degli altri.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010