IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è domenica 26 maggio 2019, 11:30

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 13 febbraio 2019, 17:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19098
Località: Ferrara
Come certificatore energetico, l'APE deve essere attinente alla realtà, non al catasto. Il fatto di allegare una planimetria catastale è probabilmente un obbligo imposto dalla tua norma regionale, ma tu non sei tenuto a verificare la presenza o meno di abusi edilizi.
Anzi, se facessi l'APE attenendoti alla planimetria catastale sbagliata potresti in caso di verifica essere contestato, proprio perchè hai fatto un APE non rispondente alla realtà (e in quel caso sei responsabile tu).

Piuttosto io verificherei un'altra cosa: l'APE che stai facendo a che scopo viene fatto? Se serve per un passaggio di proprietà o altro trasferimento tra X e Y, il notaio si accorgerà sicuramente della presenza di abusi, e in tal caso si renderà necessario fare le opportune modifiche: a quel punto quindi io prima di fare l'APE mi accerterei della cosa perchè se poi vengono fatte modifiche a livello catastale il tuo APE decade e poi ti tocca rifarlo dopo, quindi chiarisci prima questa cosa per non dover fare il lavoro 2 volte (a meno che non sia pagato 2 volte 8) )....

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 13 febbraio 2019, 17:34 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 maggio 2014, 16:40
Messaggi: 25
Buonasera colleghi. Sono stato incaricato a redigere un APE. Ho fatto richiesta delle planimetrie catastali, e al momento del sopralluogo mi sono accorto di notevoli abusi edilizi, ossia:

- appartamento (con accesso da vano scala condominiale) al piano primo/secondo (duplex) di proprietà di X con una scala in c.a. interna all'appartamento;
- appartamento (con accesso da vano scala condominiale) al piano secondo di proprietà di Y;

ora, X ha demolito la scala interna, chiuso il foro del solaio dove insisteva la scala interna, e la parte del secondo piano di sua proprietà l'ha collegata (tramite apertura di una porta) con l'appartamento di Y ampliando quindi lo stesso, il tutto senza uno straccio di titolo abilitativo e senza la minima variazione catastale.
La domanda è: posso redigere l'APE su quest'immobile anche se ci sono questi abusi edilizi sapendo che dovrò allegare al certificato la planimetria catastale totalmente non conforme alla realtà? Dichiarerei un falso allegando la planimetria giusto?

P.s. Gli immobili fanno parte della stessa p.lla ma hanno ovviamente sub diversi.
P.s.s. X e Y sono mamma e figlio.

Grazie a chi mi saprà aiutare.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 13 febbraio 2019, 17:53 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 maggio 2014, 16:40
Messaggi: 25
boba74 ha scritto:
Come certificatore energetico, l'APE deve essere attinente alla realtà, non al catasto. Il fatto di allegare una planimetria catastale è probabilmente un obbligo imposto dalla tua norma regionale, ma tu non sei tenuto a verificare la presenza o meno di abusi edilizi.
Anzi, se facessi l'APE attenendoti alla planimetria catastale sbagliata potresti in caso di verifica essere contestato, proprio perchè hai fatto un APE non rispondente alla realtà (e in quel caso sei responsabile tu).

Piuttosto io verificherei un'altra cosa: l'APE che stai facendo a che scopo viene fatto? Se serve per un passaggio di proprietà o altro trasferimento tra X e Y, il notaio si accorgerà sicuramente della presenza di abusi, e in tal caso si renderà necessario fare le opportune modifiche: a quel punto quindi io prima di fare l'APE mi accerterei della cosa perchè se poi vengono fatte modifiche a livello catastale il tuo APE decade e poi ti tocca rifarlo dopo, quindi chiarisci prima questa cosa per non dover fare il lavoro 2 volte (a meno che non sia pagato 2 volte 8) )....



Grazie. L'APE mi è stato richiesto da un avvocato in quanto c'è una causa di separazione in corso tra moglie e marito (dispettoso da quello che ho capito) che deve cedere in qualche modo la sua quota di questi immobili ai rispettivi figlio/moglie. Ora, detto sinceramente, un pò di paura c'è in quanto questi signori (madre e figlio) si sono stabilizzati dentro casa contro la volontà del padre/marito e gli abusi li hanno fatti quando avevano "occupato" gli immobili. E se questo per non cedere niente si attacca su questi maledetti abusi e in qualche modo mettono di mezzo anche me? Vale la pena rischiare per una modica cifra?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 13 febbraio 2019, 17:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19098
Località: Ferrara
gianni02 ha scritto:
boba74 ha scritto:
Come certificatore energetico, l'APE deve essere attinente alla realtà, non al catasto. Il fatto di allegare una planimetria catastale è probabilmente un obbligo imposto dalla tua norma regionale, ma tu non sei tenuto a verificare la presenza o meno di abusi edilizi.
Anzi, se facessi l'APE attenendoti alla planimetria catastale sbagliata potresti in caso di verifica essere contestato, proprio perchè hai fatto un APE non rispondente alla realtà (e in quel caso sei responsabile tu).

Piuttosto io verificherei un'altra cosa: l'APE che stai facendo a che scopo viene fatto? Se serve per un passaggio di proprietà o altro trasferimento tra X e Y, il notaio si accorgerà sicuramente della presenza di abusi, e in tal caso si renderà necessario fare le opportune modifiche: a quel punto quindi io prima di fare l'APE mi accerterei della cosa perchè se poi vengono fatte modifiche a livello catastale il tuo APE decade e poi ti tocca rifarlo dopo, quindi chiarisci prima questa cosa per non dover fare il lavoro 2 volte (a meno che non sia pagato 2 volte 8) )....



Grazie. L'APE mi è stato richiesto da un avvocato in quanto c'è una causa di separazione in corso tra moglie e marito (dispettoso da quello che ho capito) che deve cedere in qualche modo la sua quota di questi immobili ai rispettivi figlio/moglie. Ora, detto sinceramente, un pò di paura c'è in quanto questi signori (madre e figlio) si sono stabilizzati dentro casa contro la volontà del padre/marito e gli abusi li hanno fatti quando avevano "occupato" gli immobili. E se questo per non cedere niente si attacca su questi maledetti abusi e in qualche modo mettono di mezzo anche me? Vale la pena rischiare per una modica cifra?

Mettere in mezzo a che titolo? Tu l'APE lo fai per chi ti incarica di farlo, che fino a prova contraria dovrebbe essere il proprietario dell'edificio, perchè eventuali avvocati oppure occupanti (abusivi o meno) non hanno titolo sull'immobile, quindi non potrebbero nemmeno darti l'incarico di fare un APE.... :roll:

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 14 febbraio 2019, 9:49 
Non connesso

Iscritto il: martedì 4 febbraio 2014, 12:33
Messaggi: 486
Personalmente sono sempre stato dell'idea di Boba.

Ho fatto il corso certificatori della mia regione (anche se ero già abilitato ho voluto farlo per approfondire e per vedere se avevo capito tutto) ed i docenti sostenevano che in caso di difformità catastali bisogna segnalarle e devono essere sistemate prima di fare l'APE. In poche parole se la pianta catastale non coincide con la realtà non si può fare l'APE fino a che non viene sistemato il tutto.
A me sembra una sciocchezza.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 14 febbraio 2019, 10:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19098
Località: Ferrara
barbossa ha scritto:
Personalmente sono sempre stato dell'idea di Boba.

Ho fatto il corso certificatori della mia regione (anche se ero già abilitato ho voluto farlo per approfondire e per vedere se avevo capito tutto) ed i docenti sostenevano che in caso di difformità catastali bisogna segnalarle e devono essere sistemate prima di fare l'APE. In poche parole se la pianta catastale non coincide con la realtà non si può fare l'APE fino a che non viene sistemato il tutto.
A me sembra una sciocchezza.

Anche a me, come la storia della mancanza di libretto o addirittura del fatto che sono in ritardo con i controlli fumi....

Il discorso delle difformità catastali (o delle irregolarità impiantistiche) è più che altro perchè in caso di difformità l'APE non sarebbe più valido, quindi "sarebbe meglio" prima regolarizzare la situazione e poi fare l'APE, ma questa è una cosa che deve essere stabilita da altri e che esula dal normale incarico di redazione di un APE..... tutt'al più quindi è meglio far presente la sitauzione, onde evitare sorprese future, ma il certificatore non è un controllore.... :roll:

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 14 febbraio 2019, 11:02 
Non connesso

Iscritto il: martedì 4 febbraio 2014, 12:33
Messaggi: 486
boba74 ha scritto:
barbossa ha scritto:
Personalmente sono sempre stato dell'idea di Boba.

Ho fatto il corso certificatori della mia regione (anche se ero già abilitato ho voluto farlo per approfondire e per vedere se avevo capito tutto) ed i docenti sostenevano che in caso di difformità catastali bisogna segnalarle e devono essere sistemate prima di fare l'APE. In poche parole se la pianta catastale non coincide con la realtà non si può fare l'APE fino a che non viene sistemato il tutto.
A me sembra una sciocchezza.

Anche a me, come la storia della mancanza di libretto o addirittura del fatto che sono in ritardo con i controlli fumi....

Il discorso delle difformità catastali (o delle irregolarità impiantistiche) è più che altro perchè in caso di difformità l'APE non sarebbe più valido, quindi "sarebbe meglio" prima regolarizzare la situazione e poi fare l'APE, ma questa è una cosa che deve essere stabilita da altri e che esula dal normale incarico di redazione di un APE..... tutt'al più quindi è meglio far presente la sitauzione, onde evitare sorprese future, ma il certificatore non è un controllore.... :roll:


Si concordo.

Al corso però sostenevano che fare l'APE dopo aver accertato delle irregolarità significa essere addirittura "complici". Bisogna per forza segnalare ed attendere che il tutto venga sistemato.
Fra poco ci faranno fare anche il corso di detective.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010