IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è lunedì 22 luglio 2019, 18:40

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 22 maggio 2019, 14:46 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19170
Località: Ferrara
yatahaze ha scritto:
boba74 ha scritto:
peppe74 ha scritto:
Insisto anche io :mrgreen: :mrgreen:
Un fabbricato rurale che ha perso i requisiti di ruralità, deve passare dal catasto terreno a quello urbano indicando la categoria in base alla destinazione d'uso: abitazioni (categoria A/....), depositi (C/2) e cosi via.
Quindi se il fabbricato rurale già esiste, e non è stato demolito e ricostruito, doveva essere accatastato in categoria A o C, ma sicuramente non in quella speciale F.
Sii sincero :wink: non è che lo hanno demolito e ricostruito sulla stessa sagoma???

In caso contrario, devo immaginare che il tecnico lo ha messo in categoria F3 per non fargli pagare tasse......e ha fatto male.......

non mi intendo di catasto, ma a mio avviso, indipendentemente da quale sia la condizione "reale" dell'immobile, prima di poter detrarre qualunque cosa, è necessario accatastarlo in modo definitivo, (quindi non come F), e solo dopo al limite si può pensare di detrarre i lavori eseguiti successivamente a tale accatastamento. Fin qui direi che non ci piove....
Poi bisognerà anche verificare che sia possibile affermare che l'edificio era precedentemente dotato di impianti di riscaldamento, altro "requisito" necessario per poter accedere al diritto....



che ne pensi della categoria catastale F/4 in corso di definizione, è vero che può essere considerato "esistente", quindi con foglio di mappa e particella e subalterno?


https://www.finanzaonline.com/forum/att ... -a-doc.pdf

potrà essere anche considerato esistente, ma la detrazione fiscale per risparmio energetico spetta solo per edifici esistenti e precedentemente dotati di impianto, quindi se è attualmente al grezzo perchè non è mai stata completata, anche se è accatastata non ha impianti e quindi la detrazione non spetta, venendo a mancare il risparmio energetico rispetto alla situazione precedente.
poi ovvio che uno può asseverare ciò che vuole, assumendosene la responsabilità...

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 22 maggio 2019, 15:13 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 luglio 2016, 16:36
Messaggi: 57
boba74 ha scritto:
potrà essere anche considerato esistente, ma la detrazione fiscale per risparmio energetico spetta solo per edifici esistenti e precedentemente dotati di impianto, quindi se è attualmente al grezzo perché non è mai stata completata, anche se è accatastata non ha impianti e quindi la detrazione non spetta, venendo a mancare il risparmio energetico rispetto alla situazione precedente.
poi ovvio che uno può asseverare ciò che vuole, assumendosene la responsabilità...


infatti mi sembrava strana la risposta dell'esperto sul Sole24ore...
ma ho dei dubbi anche sulle detrazioni per la ristrutturazione fino a 96.000 onestamente, non essendoci scritto niente di specifico sugli edifici accatastati come F/4 dall'AdE, ma riportando solo che devono essere "esistenti"


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 23 maggio 2019, 9:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19170
Località: Ferrara
yatahaze ha scritto:
boba74 ha scritto:
potrà essere anche considerato esistente, ma la detrazione fiscale per risparmio energetico spetta solo per edifici esistenti e precedentemente dotati di impianto, quindi se è attualmente al grezzo perché non è mai stata completata, anche se è accatastata non ha impianti e quindi la detrazione non spetta, venendo a mancare il risparmio energetico rispetto alla situazione precedente.
poi ovvio che uno può asseverare ciò che vuole, assumendosene la responsabilità...


infatti mi sembrava strana la risposta dell'esperto sul Sole24ore...
ma ho dei dubbi anche sulle detrazioni per la ristrutturazione fino a 96.000 onestamente, non essendoci scritto niente di specifico sugli edifici accatastati come F/4 dall'AdE, ma riportando solo che devono essere "esistenti"

Non è strana, più che altro è generica, nel senso che si focalizza sul requisito di "esistenza", ma non su quello di edificio riscaldato, che nel caso di interventi di risparmio energetico è un requisito richiesto da un'altra circolare.
Cioè ti dice: in quanto esistente può accedere alle detrazioni come ristrutturazione e come risparmio energetico, ma va inteso che poi deve comunque rispettare anche gli altri requisiti richiesti a seconda del tipo di detrazione.
Nel caso della ristrutturazione non occorre il requisito legato agli impianti, quindi quella è comunque applicabile.

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 23 maggio 2019, 9:29 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 luglio 2016, 16:36
Messaggi: 57
boba74 ha scritto:
Nel caso della ristrutturazione non occorre il requisito legato agli impianti, quindi quella è comunque applicabile.


ok per la riqualificazione energetica, ma ho dei dubbi anche sulla ristrutturazione al 50%.
esempio:
ipotizzando che un edificio al grezzo (con tetto finito, senza intonaci, senza serramenti, da finire tutto internamente, senza cappotto), si possa spostare catastalmente da F/3 (in corso di costruzione) a F/4 (in corso di definizione), e lo acquisto allo stato attuale, poi presento SCIA per completamento lavori....non sono sicuro si possa portare in detrazione i lavori di completamento.
Anche perché in sostanza il progetto originario (ad oggi non completato) era una sostituzione edilizia con spostamento di volume, assimilabile alla nuova costruzione.
Si entra in un ginepraio secondo me.

Inoltre un esperto del Servizio Catasto per prov. di Trento mi scrive:

"Secondo me è sbagliato il fatto che una unità inserita in atti in categoria F/4 sia diversa, formalmente, dall'unità inserita in atti in categoria F/3.
Entrambe le unità sono infatti registrate in atti con tutti gli identificativi catastali (Comune Amministrativo, Comune Catastale, particella, foglio e subalterno e per entrambi manca la rendita catastale in quanto ricadenti in categorie (cosiddette fittizie).
Detto questo, le unità in F/3 e in F/4 si differenziano per le caratteristiche intrinseche.
Un fabbricato in corso di costruzione è un fabbricato o una parte di esso che non è ultimato, non è allacciato alla reti di pubblici servizi (acqua, luce, gas....) ma è un edifico esistente che, per fini civilistici quali un'atto di vendita o altro, trova la sua collocazione al catasto in questa categoria.
Per quanto riguarda la Provincia di Trento l'unità immobiliare potrà essere dichiarata in catasto solo se veramente esistente (ovvero ne esiste fisicamente la sua individuazione e collocazione) e non solo perché esistente nel progetto cartaceo"

In sostanza per lui non c'è molta differenza tra F/3 ed F/4.
Il dubbio soprattutto nasce dal fatto che non c'è nessuna risoluzione o circolare dell' AdE che specifica che sono detraibili i lavori su edifici F/4, ma parla solo di edifici "esistenti"...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 23 maggio 2019, 9:38 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 luglio 2016, 16:36
Messaggi: 57
e poi la risposta dell'esperto su Sole24ore dice una cosa non esatta, che la categoria F/4 ha una rendita catastale, non è così in realtà, non la ha allo stesso piano del F/3.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010