IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è martedì 11 agosto 2020, 22:00

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 22 ottobre 2019, 10:39 
Non connesso

Iscritto il: martedì 3 maggio 2016, 19:45
Messaggi: 16
Salve,
mi ritrovo a dover affrontare l'inserimento del carico vento su di una tettoia ad unica falda ma il concetto è generale.
Ora leggendo la circolare direi che è chiaro come valutare l'entità della forza equivalente da considerare e la sua posizione lungo la pendenza della falda i d/4 che per vederlo bene ci vuole la lente di ingrandimento, meno male che nella CNR sono ben chiare le immagini.
Immagine


Detto questo non riesco a capire dove andare ad applicare spazialmente tale forza...
Se la "L" al quadrato indicata dalla circolare fa riferimento alla superficie dell'intera tettoia...allora la forza andrebbe applicata sull'intera tettoia...il che vuol dire che per assurdo sarebbe applicata solo sul'elemento centrale, trave o arcareccio che sia, del telaio centrale???

Onestamente mi pare una assurdità...

Applicare su ogni elemento la forza in base alla sua superficie di influenza avrebbe più senso...ma non riesco a farlo "legare" concettualmente con quella dicitura del valore "L" al quadrato come "pari all’area della tettoia."

Qualcuna che mi aiuta a capire meglio il tutto?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 22 ottobre 2019, 11:16 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 1 luglio 2009, 9:14
Messaggi: 174
shalafi ha scritto:
Salve,
mi ritrovo a dover affrontare l'inserimento del carico vento su di una tettoia ad unica falda ma il concetto è generale.
Ora leggendo la circolare direi che è chiaro come valutare l'entità della forza equivalente da considerare e la sua posizione lungo la pendenza della falda i d/4 che per vederlo bene ci vuole la lente di ingrandimento, meno male che nella CNR sono ben chiare le immagini.
Immagine


Detto questo non riesco a capire dove andare ad applicare spazialmente tale forza...
Se la "L" al quadrato indicata dalla circolare fa riferimento alla superficie dell'intera tettoia...allora la forza andrebbe applicata sull'intera tettoia...il che vuol dire che per assurdo sarebbe applicata solo sul'elemento centrale, trave o arcareccio che sia, del telaio centrale???

Onestamente mi pare una assurdità...

Applicare su ogni elemento la forza in base alla sua superficie di influenza avrebbe più senso...ma non riesco a farlo "legare" concettualmente con quella dicitura del valore "L" al quadrato come "pari all’area della tettoia."

Qualcuna che mi aiuta a capire meglio il tutto?


Ciao "shalafi",
prova a scaricarti il PDF che illustra il calcolo dell'azione del vento sulle tettoie e pensiline eseguito con Sismicad:

https://www.ingenio-web.it/24466-come-c ... -pensiline

Mi unisco anche io ai tuoi dubbi di come ripartire l'azione sulla copertura e quindi chiedo a chi è più esperto come ha risolto tali difficoltà.
Resto in attesa.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 22 ottobre 2019, 17:18 
Non connesso

Iscritto il: martedì 31 luglio 2012, 0:14
Messaggi: 476
Ho applicato di recente queste prescrizioni per una tettoia.
Avevo dei telai con trave a sbalzo, e su questa ho applicato la forza ricavata, determinata come zona di influenza della trave singola (lunghezza trave x interasse tra le travi).
Nel modello strutturale ho inserito un punto ad 1/4 della trave, da un estremo e dall'altro, e lì ho applicato le forze.
Ovviamente nei telai laterali ho applicato una forza metà.
Così pertanto penso di aver rispettato quello che dice la norma, ovvero ho un totale di forze che sono riferite all'area totale della tettoia.

Per quanto riguarda invece gli arcarecci che univano le varie travi ho pensato la singola forza applicata ad 1/4 della lunghezza della trave come risultante di un carico distribuito di forma trapezia (intrecciato). All'arcareccio più penalizzato ho assegnato le pressioni derivanti da questo diagramma.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 6 aprile 2020, 14:54 
Non connesso

Iscritto il: martedì 27 settembre 2016, 15:15
Messaggi: 14
Salve a tutti.

Riapro questa discussione perchè mi sto trovando nella stessa situazione esposta da shalafi; vorrei condividere alcune riflessioni per chiarire questo punto della circolare tutt'altro che chiaro.

Ho consultato l'ottima guida predisposta dalla Concrete e pubblicata su Ingenio ma anche con essa permane il dubbio di come applicare questa forza.

Nella guida infatti si sceglie l'opzione di utilizzare un carico per superficie avente larghezza pari a 1 cm e distribuito longitudinalmente e trasversalmente a distanza d/4 da ciascun bordo e impiegando le 12 combinazioni di carico generate. Tale opzione in alcuni casi (come il mio) appare inapplicabile in assenza di un elemento shell unico.

Soffermandomi esclusivamente su quanto indicato dalla norma e alle modalità di calcolo della forza F (riduttivamente esprimibile come prodotto tra pressione del vento e superficie totale della tettoia) in prima analisi verrebbe da pensare che tale sollecitazione debba essere applicata sul baricentro della tettoia.

L'introduzione degli schemi di Figura C3.3.22 e l'indicazione della distanza d/4 dai bordi considerata nei vari casi sopra vento e sotto vento mi fa reputare che l'azione F debba essere ancora una forza concentrata e debba essere spostata rispetto alla posizione baricentrica del tanto che basta per porsi nella posizione a distanza d/4 dal bordo.
Appare evidente che tale determinatezza geometrica sul posizionamento geometrica di F non tiene conto del fatto che strutturalmente in tale posizione potrei non avere un elemento strutturale (un travetto) bensì un elemento secondario (il tavolato ad esempio).

Altresì ho trovato fuorviante quando indicato nella suddetta guida predisposta dalla Concrete che recita:


[...] [/u]Altra possibilità potrebbe essere quella di definire dei carichi concentrati da applicare sui singoli arcarecci, ma in tal caso non è possibile definire automaticamente il verso “normale alla superficie” ma è necessario scomporre la risultante nelle sue componenti in funzione dell’angolo di inclinazione della falda stessa[/u].[...]


Subentra infatti la presente questione: perchè andare a considerare la componente della forza F perpendicolare alla copertura? F non è già perpendicolare alla superficie come indicato in figura? L'angolo di inclinazione della falda entra infatti in gioco nella determinazione del coefficiente CF.

Spero di aver fornito alcuni spunti di riflessione utili ad alimentare la discussione.

Nel mio caso credo inserirò la forza F come carico concentrato sui singoli travetti a distanza d/4 dal bordo della tettoia in entrambe le direzioni.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 7 aprile 2020, 8:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 settembre 2006, 17:19
Messaggi: 1305
ho lo stesso problema per quanto riguarda i cartelli pubblicitari di grosse dimensioni. I colleghi brutalmente ignorano le CNR e considerano la pressione del vento al mq su tutta la superficie. Le CNR sono molto più penalizzanti in quanto è chiaro il discorso del d/4, ovvero come specificato creare un'eccentricità a favore di sicurezza. I problemi sono che spesso lì non c'è l'elemento strutturale...quindi o come nel mio caso si ha fortuna che passi un pilastro, oppure bisogna creare "elementi fittizi" che ripartiscono il carico, ma è un artifizio vero e proprio. Rimane poi il problema del fatto che F penalizza fortemente la zone dove è applicato ma non considera gli altri elementi....come vedi anche io mi sono e mi sto scervellando. All'italiana maniera faccio 2 verifiche, una con questa F, che nel mio caso mi dimensiona il piastro del cartello, e una con q distribuito. Però non so se si possa fare lo stesso discorso sulle tettoie.

_________________
Gli esseri umani seminano il proprio terreno con guai e inciampano nei macigni della loro stessa falsa erronea immaginazione, e la vita è dura.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 8 aprile 2020, 13:09 
Non connesso

Iscritto il: martedì 27 settembre 2016, 15:15
Messaggi: 14
el ingeniero ha scritto:
ho lo stesso problema per quanto riguarda i cartelli pubblicitari di grosse dimensioni. I colleghi brutalmente ignorano le CNR e considerano la pressione del vento al mq su tutta la superficie. Le CNR sono molto più penalizzanti in quanto è chiaro il discorso del d/4, ovvero come specificato creare un'eccentricità a favore di sicurezza. I problemi sono che spesso lì non c'è l'elemento strutturale...quindi o come nel mio caso si ha fortuna che passi un pilastro, oppure bisogna creare "elementi fittizi" che ripartiscono il carico, ma è un artifizio vero e proprio. Rimane poi il problema del fatto che F penalizza fortemente la zone dove è applicato ma non considera gli altri elementi....come vedi anche io mi sono e mi sto scervellando. All'italiana maniera faccio 2 verifiche, una con questa F, che nel mio caso mi dimensiona il piastro del cartello, e una con q distribuito. Però non so se si possa fare lo stesso discorso sulle tettoie.


Si su un cartello pubblicitario immagino la situazione peggiori ulteriormente avendo comunque un numero molto inferiore di supporti.

Dal tuo spunto però mi viene da trarre la seguente conclusione: essendo la verifica destinata agli elementi "strutturali" mi sento di affermare che se a distanza d/4 non vi è un elemento a cui applicare allora è lecito applicarla all'elemento strutturale più prossimo. Non è il pannello pubblicitario quello demandato a resistere all'azione del vento bensì i suoi supporti.

Allo stesso modo nel caso di una copertura semplice come la mia (travicelli + assito + tegole) ritengo che qualora il carico distanziato d/4 dai bordi ricada sul solo tavolato sia corretto applicarlo invece al travicello più prossimo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it