IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è martedì 13 aprile 2021, 6:18

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 29 dicembre 2020, 18:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 dicembre 2020, 17:41
Messaggi: 7
Salve, ho una laurea triennale in ingegneria energetica ma non ho l'abilitazione professionale.
Sono interessato agli argomenti quali efficientamento energetico e fonti energetiche rinnovabili quindi vorrei fare il corso abilitante di 80 ore per diventare certificatore energetico degli edifici. Ne avevo già fatto uno un paio di anni fa ma, purtroppo, mi sono reso conto tardi che non era aggiornato e quindi non l'ho terminato. L'anno scorso avevo poi pensato di farne un altro ma mi è stato sconsigliato a causa della concorrenza sleale che c'è, la quale porterebbe alla diminuzione del compenso per potersi adeguare e lavorare, senza però abbassare la qualità del lavoro. Questa cosa non sarebbe fattibile.
Vorrei un consiglio da qualche professionista che opera in questo settore in quanto sto valutando se valga la pena investire nuovamente tempo e denaro per fare il corso. Purtroppo, i professionisti si imbattono nella concorrenza sleale operata da parte di presunti "tecnici" che, tra l'altro, sminuisce la figura del certificatore energetico. Mi riferisco ai famosi APE a 50 euro, o anche meno, senza sopralluogo. Sulla base di questo aspetto e, dall'altra parte, sulla necessità della redazione dei tre APE per i lavori di efficientamento energetico legati al Superecobonus, vorrei sapere se ci sono buone prospettive di lavoro e di guadagno, anche se non nell'immediato, per i certificatori che si inseriscono in questo settore senza esperienza e senza agganci (e.g., agenzie immobiliari, imprese, professionisti, ecc.).
Trovandomi in un forum di professionisti, che dovrebbero ritenersi persone serie, mi aspetto e vorrei ricevere solo consigli disinteressati. Grazie.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 3 gennaio 2021, 16:51 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 settembre 2012, 10:03
Messaggi: 96
Ciao, se vuoi intraprendere il percorso che comprende la riqualificazione energetica degli edifici e l'analisi degli edifici nuovi ed esistenti dal punto di vista termotecnico, può essere un buon punto di partenza. E' difficile riuscire a farsi un giro per emettere gli APE, ma prima o poi ci riuscirai, è inoltre un periodo storico in cui la gli APE iniziano ad avere maggiore importanza, anche se per la maggior parte delle persone rimangono comunque dei pezzi di carta, sogno il momento in cui le persone si renderanno conto del valore delle classi energetiche....
Comunque, nel mio caso, il corso è stato un primo passo verso il mondo della termotecnica, che mi ha affascinata sempre di più, spingendomi ad investire nella formazione. Se ripenso ora al corso per certificatore energetico che ho seguito, mi sembra sia stato veramente carente, ma lo considero comunque un primo approccio. Ti darà un'abilitazione e dovrai iniziare a scontrarti con i veri edifici, con la miriade di tipologie di impianto che esistono, la moltitudine di considerazioni che ci sarebbero da fare prima di fare un APE e il modo corretto di far capire ad un programma come mettere giù il tuo edificio in modo che sia coerente con la realtà. Piano piano crescerai e imparerai molte cose che solo la pratica e dei bravi colleghi possono aiutarti a comprendere.
In bocca la Lupo!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 3 gennaio 2021, 17:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 dicembre 2020, 17:41
Messaggi: 7
Ciao Vanillina, grazie per la risposta, sei stata chiara. Immagino che non sia facile inserirsi nel settore senza avere agganci. Inoltre, senza l'abilitazione professionale, potrei fare solo gli APE e non le relazioni ex legge 10, cosa che introduce un'altra difficoltà in quanto ho letto che gli APE ante e post in genere vengono prodotti dai progettisti che hanno redatto la relazione energetica per lo stesso edificio. C'è sempre poi il discorso degli APE svenduti a 50 euro, mi chiedo quindi se, superata la difficoltà dell'inserimento nel settore, si riesce a tirar fuori uno stipendio, cioè se si riesce ad avere abbastanza richieste di APE mantenendo i giusti prezzi.
Che viva il lupo! :)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 3 gennaio 2021, 18:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 settembre 2012, 10:03
Messaggi: 96
uno stipendio con solo APE te lo puoi scordare...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 13 gennaio 2021, 18:19 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 12:38
Messaggi: 40
A dire la verità neanche gli APE puoi fare senza abilitazione.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 14 gennaio 2021, 0:46 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 dicembre 2020, 17:41
Messaggi: 7
Facendo il corso di 80 ore con esame finale, sì.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 15 gennaio 2021, 12:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19622
Località: Ferrara
Quella del "certificatore energetico" non può essere considerata una professione.... al limite un'arrotondamento.
In ogni caso, per l'abilitazione a fare APE dipende dalla regione e dalle sue norme. A livello nazionale devi comunque essere ing. o perito, o altro diploma-laurea inerente la progettazione di edifici o impianti, poi in alcune regioni è richiesto anche un corso specifico.

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 15 gennaio 2021, 17:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 dicembre 2020, 17:41
Messaggi: 7
OK boba74, ho capito.
Per quanto riguarda l'abilitazione a redigere gli APE, con riferimento al D.P.R. 75/2013, è necessario il possesso di titolo di studio quale laurea in ingegneria o architettura, diploma di geometra o perito e simili e, alternativamente, l'abilitazione all'esercizio della professione relativa alla progettazione di edifici e impianti asserviti agli edifici stessi e l'iscrizione ai relativi ordini e collegi professionali (art. 2, comma 3) o l'attestato di frequenza di un corso di 80 ore con superamento dell'esame finale (art. 2, comma 4). Il corso può essere svolto a livello nazionale da enti, organismi, università, collegi, consigli e ordini autorizzati dal Mi.S.E., oppure da regioni e provincie autonome (art. 2, comma5).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it