IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è domenica 23 febbraio 2020, 7:50

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Pompa Centrifuga - Per Ing. Meccanici
MessaggioInviato: venerdì 30 settembre 2011, 21:10 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 3 giugno 2011, 18:16
Messaggi: 30
Buonasera,

Sono un Ing. Meccanico che lavora in campo impiantistico e avrei un dubbio al quale faccio fatica a trovare un risposta che reputo corretta. Trovo anche molto poco di convincente in rete.
La curva Q/H tipica delle pompe centrifughe con pale all'indietro ha come noto un andamento tipicamente descrescente da un max a portata nulla e prevalenza max a un minimo nel viceversa.
I costruttori danno una portata limite che non interseca l'asse delle ascisse ma prima, ed a una prevalenza minima, non pari a zero. Per lavorare in curva pertanto è necessario creare una perdita localizzata con una valvola di regolazione in caso di circuito di valle senza rilevanti perdite.
Vi chiedo per quale motivo la curva non esiste o non è definibile nella parte conclusiva? non è misurabile o è poco significativa? Si dice che in tale zona siamo fuori dalla curva. A parte il rimedio ovvio a cui si ricorre sempre vorrei una spegazione tecnica.

Una saluto


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 2 ottobre 2011, 11:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2005, 10:14
Messaggi: 7749
Località: rimini
qual è la parte conclusiva che intendi? quella a portata microscopica o a prevalenza microscopica?
cmq cerca NPSH in google, presumibilmente è la risposta che cerchi

_________________
"Sul lungo periodo... siamo tutti morti" (John M. Keynes)

Ing. Paolo Bianco


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 2 ottobre 2011, 13:46 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 3 giugno 2011, 18:16
Messaggi: 30
No.Parlo della zona a portata massima e prevalenza minima..appunto nella zona destra del diagramma Q/H. Non è un problema dell' NPSHr ne di quello NPSHa (che sono diversi) visto che le condizioni operative della pompa non possono essere discriminate da un grafico generico.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 2 ottobre 2011, 14:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2005, 10:14
Messaggi: 7749
Località: rimini
avevo il 50% di possibilità :arg:
ok: la parte estrema destra della curva non è definibile perchè in quelle condizioni la pompa si trova in condizioni di "corto circuito" (pazienta, sono ingegnere elettrico), ovvero la resistenza meccanica che la girante incontra è così bassa che essa non riesce più a trasmettere l'energia al fluido, ma ruota senza resistenza fino a bruciarsi (il motore, ovviamente, non la girante).

tieni sempre conto cmq che uscire dalla zona in cui la tangente alla curva si trova all'incirca tra -30° e -50° vuol dire trovarsi in condizioni di rendimento inaccettabile (e il motivo è proprio quello detto sopra: che la pompa non ce la fa a trasmettere la potenza al fluido)

_________________
"Sul lungo periodo... siamo tutti morti" (John M. Keynes)

Ing. Paolo Bianco


Ultima modifica di Ronin il domenica 2 ottobre 2011, 20:44, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 2 ottobre 2011, 17:48 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 13 febbraio 2008, 16:12
Messaggi: 189
Bravo Ronin..

Intendo dire: per un essere un elettrico ne sai abbastanza anche di macchine ( si vede che sei un V.O...)

Aggiungo solo che per le pompe centrifughe non ha appunto senso guardare la curva nella zona alte Q e basse H : per quelle ci sono le pompe assiali( pù adatte).

_________________
Lorenzo


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 2 ottobre 2011, 21:17 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 3 giugno 2011, 18:16
Messaggi: 30
Per Ronin:
Diciamo che si crea una condizione di stallo per la quale la girante continua a ricorcolare la stessa acqua (o quello che è) e pertanto va in surriscalmento perchè non smaltisce più.. Conoscevo il problema del surriscaldamento in qsta situazione ma non mi tornava che potesse crearsi una condizione di rotazione "a vuoto" della stessa. Pensavo fosse una condizione di sovraccarico sulla coppia nominale del motore. Ti ringrazio dell'info.

Per Zacapa25:
La mia era una curiosità tecnica. Riguardo al funzionamento sicuro non lavoro lì.. Però anche nelle pompe assiali si genera una situazione analoga a questa per portate massime. Solo che queste sono già di costruzione sono adatte per basse prevalenze e portate più alte risp alle centrifughe.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 2 ottobre 2011, 21:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2005, 10:14
Messaggi: 7749
Località: rimini
infatti non è una condizione a vuoto: una pompa funziona a vuoto nell'altro punto estremo (cioè a portata nulla, es. con la valvola a due vie completamente chiusa): questa condizione è molto meno pericolosa, giacchè il motore è raffreddato ad aria, ed il suo funzionamento è comunque limitato da una resistenza elevata (a meno che non sia una pompa sommersa, naturalmente: in tal caso è pericolosissima).

grazie, zacapa: l'acqua è perfetta per l'analogia elettrica (in corrente continua): la portata è la corrente, la prevalenza è la tensione, i tubi sono cavi, le reti circuiti, la pompa è il generatore, le valvole a due vie reostati, la perdita il generatore di corrente. è facile vedere che la legge di ohm ( V= RI, ovvero V = l*ro/S* I ) corrisponde esattamente alle formule di calcolo delle perdite di carico, e che le regole empiriche di soluzione dei circuiti idraulici altro non sono che semplificazioni dei più generali teoremi che sovrintendono ai circuiti elettrici.

non così l'aria, che in tante situazioni invece non si comporta come fluido incompressibile, e pertanto è assai più riottosa rispetto alle nostre aspettative; un esempio è proprio quello del confronto pompa accesa+valvola chiusa con ventilatore acceso+serranda chiusa: quello che per la pompa è funzionamento a vuoto, per il ventilatore è funzionamento in corto circuito (per via della compressibilità dell'aria, si genera lo stesso effetto che la pompa subisce a portata elevata e prevalenza nulla), ed il guasto in questo caso è assai rapido nel manifestarsi.

_________________
"Sul lungo periodo... siamo tutti morti" (John M. Keynes)

Ing. Paolo Bianco


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 19 aprile 2018, 17:04 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 19 aprile 2018, 16:33
Messaggi: 1
Buongiorno,
scusate se Uppo di questa discussione un poco datata ma vorrei chiarirmi le idee.
Premetto di essere un ingegnere elettrico.

Per quanto mi ricordo e sono stato finora convinto, il problema delle centrifughe a "bocca aperta" o con poca perdita di carico in mandata sta nella natura stessa della pompa.
Le pompe centrifughe sono continue e non volumetriche, ciò significa che la portata è limitata superiormente dalle perdite di carico della linea di mandata; se manca questa limitazione la portata di fluido supera il massimo consentito dalla parte del motore primo (elettrico in genere). Infatti la potenza necessaria a pompare il fluido è pari alla portata volumetrica per il dislivello per la densità: se ho troppa portata chiedo al motore primo una potenza maggiore di quella che può erogare e va in sovraccarico ( e generalmente il sovraccarico elettrico giunge parecchio prima di quello meccanico di girante e chiocciola).
Da queste osservazioni sopra nasce l'inesistenza dei diagrammi oltre una data portata: la pompa non potrebbe lavorare in quella zona senza sovraccaricarsi e per impedire che ci vada a finire bisogna sempre garantire la presenza in mandata del battente minimo (Hmin).

Per quanto riguarda la "bocca chiusa" ovvero una pompa centrifuga che gira con la mandata chiusa, elettricamente non genera problemi, meccanicamente si, visto che non essendoci flusso di fluido non vi è neppure il raffreddamento delle parti rotanti interne: ovvio che i tempi sono lunghi ma far girare una pompa centrifuga per più di un ora senza flusso è garanzia di tenute distrutte.

Spero di trovare conferma nelle mie convinzioni o valide controdeduzioni per migliorare la mia preparazione.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: URGENTISSIMO PER FAVORE
MessaggioInviato: mercoledì 12 febbraio 2020, 9:10 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 12 febbraio 2020, 8:57
Messaggi: 2
SCUSAte se scrivo qui ma non riesco a postare un nuovo argomento. Avrei bisogno di una celere risposta questa domande

1. quale tipo di tenuta meccanica viene fatta funzionare senza mezzo di tenuta/fluido di sbarramento e perchè?

2. perché le pompe centrifughe devono essere sfiatate prima dell'accensione? (da 1 a max. 3 frasi brevi)

3. qual è il termine usuale nei paesi anglofoni per lo sfiato di una pompa prima di accenderla?
(secondo voi è venting,flushing o altro? In italiano è sfiato o flussaggio?)

4. in una zona portuale, una pompa dovrebbe aspirare la benzina da un container aperto. Quale altezza di aspirazione (prevalenza) è teoricamente possibile? Breve spiegazione!
Secondo voi non è troppo complessa? Non diepnde dall'altezza del container e della pompa, della sezione del tubo e da altri parametro?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 14 febbraio 2020, 20:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 17 marzo 2007, 22:43
Messaggi: 3336
Località: brescia
4. La prevalenza teorica massima è la colonna di fluido (H x densità) che ha la stessa pressione di vapore (che dipende dalla temperatura) di quel fluido; senno', anziche 'venir su', il liquido preferisce bollire.

_________________
Art.1 : L'Italia è una Repubblica fondata sul Lavoro. ..degli altri.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010