IngForum il forum di Ingegneri.info
[phpBB Debug] PHP Warning: in file /home/prod.ingegneri.info/public_html/wp-content/themes/teknoring/tk-posts/taxonomy.php on line 210: array_keys() expects parameter 1 to be array, null given
Visita le sezioni:

Oggi è martedì 22 maggio 2018, 2:30

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 16 maggio 2018, 16:47 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 11 gennaio 2010, 17:14
Messaggi: 209
DDD ha scritto:
gli FC sono stati introdotti perchè se si hanno conoscenze limitate sulla qualità dei materiali (LC3 o LC2) ci si cautela con un coefficiente di sicurezza riduttivo delle caratteristiche meccaniche.


Giustissimo: i miei interrogativi infatti sono rivolti al caso (non contemplato nella circolare), di possesso di progetto originale, senza esecuzione di prove. E' quello da solo sufficiente a dire di trovarmi in LC1 (e quindi utilizzare FC = 1,35)? La risposta che ho cercato di darmi, con i calcoli che ho illustrato prima, è che probabilmente, tra eseguire una prova su di un elemento (e quindi portandomi in LC2, avendo a disposizione i disegni originali) oppure non fare alcuna prova (e quindi lavorando in LC1 con coefficiente 1,35) la differenza è minima. L'incertezza che ho tra FeB44k e FeB38K è compensata quasi perfettamente dal fattore di confidenza.
Rimarrebbe probabilmente l'incertezza legata, che so, ad una partita di acciaio di qualità particolarmente scadente, per cui già in origine non avrebbe dovuto essere accettato in cantiere. Ma dati i livelli di controllo produzione che si avevano già in quegli anni mi sento di dire che potrebbe essere piuttosto remota come ipotesi. Si potrebbe tenerne conto utilizzando il fattore di sicurezza 1,15 che abitualmente si usa nel calcolo di edifici nuovi, applicato al valore caratteristico di resistenza del materiale (come ho fatto nell'ipotesi precedente). Però mi rendo conto che è un punto di vista molto personale, e come tale opinabile.

DDD ha scritto:
in alternativa al prelievo di barre si possono usare anche altri metodi meno invasivi


Di che tipo di metodi si tratta? Che grado di accuratezza sono in grado di fornire?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 17 maggio 2018, 18:21 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 19:12
Messaggi: 1500
varano1980 ha scritto:
DDD ha scritto:
gli FC sono stati introdotti perchè se si hanno conoscenze limitate sulla qualità dei materiali (LC3 o LC2) ci si cautela con un coefficiente di sicurezza riduttivo delle caratteristiche meccaniche.


Giustissimo: i miei interrogativi infatti sono rivolti al caso (non contemplato nella circolare), di possesso di progetto originale, senza esecuzione di prove. E' quello da solo sufficiente a dire di trovarmi in LC1 (e quindi utilizzare FC = 1,35)? La risposta che ho cercato di darmi, con i calcoli che ho illustrato prima, è che probabilmente, tra eseguire una prova su di un elemento (e quindi portandomi in LC2, avendo a disposizione i disegni originali) oppure non fare alcuna prova (e quindi lavorando in LC1 con coefficiente 1,35) la differenza è minima. L'incertezza che ho tra FeB44k e FeB38K è compensata quasi perfettamente dal fattore di confidenza.
Rimarrebbe probabilmente l'incertezza legata, che so, ad una partita di acciaio di qualità particolarmente scadente, per cui già in origine non avrebbe dovuto essere accettato in cantiere. Ma dati i livelli di controllo produzione che si avevano già in quegli anni mi sento di dire che potrebbe essere piuttosto remota come ipotesi. Si potrebbe tenerne conto utilizzando il fattore di sicurezza 1,15 che abitualmente si usa nel calcolo di edifici nuovi, applicato al valore caratteristico di resistenza del materiale (come ho fatto nell'ipotesi precedente). Però mi rendo conto che è un punto di vista molto personale, e come tale opinabile.

DDD ha scritto:
in alternativa al prelievo di barre si possono usare anche altri metodi meno invasivi


Di che tipo di metodi si tratta? Che grado di accuratezza sono in grado di fornire?


durometro..ovviamente non ti fornisce un valore assoluto ... ma può essere un riferimento
per capirci il durometro sta al prelievo di barre come lo sclerometro sta alle carote


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 18 maggio 2018, 10:20 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 11 gennaio 2010, 17:14
Messaggi: 209
Potrebbe dare una indizio in più, ma a questo punto mi sa che non si riuscirebbe a cogliere una differenza apprezzabile tra un acciaio FeB44K e un FeB38K....saremmo praticamente al punto di partenza.
Facendo un po di conti, ho visto che fondamentalmente per questi edifici, a meno di non aver messo staffe alla membro di segugio, anche con un acciaio non troppo performante si riuscirebbe ad ottenere risultati piuttosto confortanti in termini di resistenza. Il problema principale rimane quello dei nodi trave-pilastro, dove la verifica a trazione (anche con il contributo delle staffe presenti nel nodo), rimane pesantemente non soddisfatta.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010