IngForum il forum di Ingegneri.info
[phpBB Debug] PHP Warning: in file /home/prod.ingegneri.info/public_html/wp-content/themes/teknoring/tk-posts/taxonomy.php on line 210: array_keys() expects parameter 1 to be array, null given
Visita le sezioni:

Oggi è martedì 25 settembre 2018, 5:13

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 142 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 10, 11, 12, 13, 14, 15  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 7 settembre 2018, 10:37 
Non connesso

Iscritto il: sabato 31 dicembre 2011, 16:05
Messaggi: 799
captainfox ha scritto:
whiter4bbit ha scritto:
E' proprio una cosa da non fare


Lo so, ma ormai cominciano a farmi pesare il buco nel curriculum ai (pochi) colloqui che faccio...


Sì ma rischi di peggiorare ancora la situazione, e di molto... Ognuno ha i propri difetti nel curriculum, l'onestà di riconoscerli è importante. Durante il "buco" cos'hai fatto?

Cita:
Per prendere 50K in Italia (da dipendente) si deve aver scalato qualche gradino dell'azienda oppure avere competenze esclusive. A 30 anni raramente si hanno questi requisiti.


E' raro ma non impossibile. Ci sono diversi modi per arrivarci, tipo fare la staffetta fra top-company (c'è gente che cambia azienda ogni anno), accettare condizioni di lavoro difficili (appunto molte trasferte intercontinentali, ma non per forza in Nigeria eh!), maturare un'esperienza di rilievo all'estero e poi tornare in italia, maturare competenze ancora rare nel mondo del lavoro... poi una volta che la RAL è alta hai forte potere contrattuale, quindi di fatto ti basta UNA mossa che ti alza lo stipendio e il mercato si deve adeguare.

Poi è anche questione di trovarsi al posto giusto nel momento giusto, c'è gente che a 30 anni diventa anche dirigente e sta sopra i 100k.

Ancora più difficile è trovarsi in queste situazioni e avere comunque una vita "normale", la maggior parte delle persone che conosco si ammazza di lavoro e responsabilità, cosa che non è da tutti e non è per forza positiva a quell'età.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 10 settembre 2018, 9:31 
Non connesso

Iscritto il: martedì 4 febbraio 2014, 12:33
Messaggi: 446
731086 ha scritto:
barbossa ha scritto:
Per prendere 50K in Italia (da dipendente) si deve aver scalato qualche gradino dell'azienda oppure avere competenze esclusive. A 30 anni raramente si hanno questi requisiti.

Se uno lavora in posti disagiati all'estero raggiunge quelle cifre anche come impiegato ingegnere.
Però è una vita particolare... Magari devi rimanere 6 mesi in Congo o Kazakistan...

Si certo, infatti io parlavo di lavoro in Italia.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 10 settembre 2018, 19:07 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 532
Si parla spesso dei costi delle università usa... Nelle migliori di arriva a spendere 200000 euro per 5 anni di studio....quindi rispetto ai nostri ingegneri partono svantaggiati di 185000 euro... Ma pensiamo che iniziano a lavorare un anno prima di noi a partire da 50k poi 70k a 3 anni e poi 80k a 5 anni... Praticamente a 30 anni ci passano avanti e a 50 anni ci distanziano anni luce


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 11 settembre 2018, 10:22 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 ottobre 2015, 18:52
Messaggi: 379
731086 ha scritto:
Si parla spesso dei costi delle università usa... Nelle migliori di arriva a spendere 200000 euro per 5 anni di studio....quindi rispetto ai nostri ingegneri partono svantaggiati di 185000 euro... Ma pensiamo che iniziano a lavorare un anno prima di noi a partire da 50k poi 70k a 3 anni e poi 80k a 5 anni... Praticamente a 30 anni ci passano avanti e a 50 anni ci distanziano anni luce


non ha senso fare paragoni numerici con gli USA, e' un altro mercato ed un altro mondo. e se e' per questo a 5 anni e' molto comune essere ben al di sopra degli 80k.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 11 settembre 2018, 10:47 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 532
a.d3angel1s ha scritto:
731086 ha scritto:
Si parla spesso dei costi delle università usa... Nelle migliori di arriva a spendere 200000 euro per 5 anni di studio....quindi rispetto ai nostri ingegneri partono svantaggiati di 185000 euro... Ma pensiamo che iniziano a lavorare un anno prima di noi a partire da 50k poi 70k a 3 anni e poi 80k a 5 anni... Praticamente a 30 anni ci passano avanti e a 50 anni ci distanziano anni luce


non ha senso fare paragoni numerici con gli USA, e' un altro mercato ed un altro mondo. e se e' per questo a 5 anni e' molto comune essere ben al di sopra degli 80k.

Eh si... Noi fin quando continueremo a parlare male di Trump che fa +4% di Pil e il nostro principale problema saranno migranti o reddito di sussistenza non andremo da nessuna parte...
Dovrebbero parlare del fatto che cresciamo la metà di quelli che sono i nostri competitor e 1/10 degli USA non di diritti civili, migranti o altre menate. Per quelli ci sarà tempo quando usciamo da sto periodo di stagnazione.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 11 settembre 2018, 14:09 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 giugno 2011, 15:28
Messaggi: 1141
Lavoro e Italia sono due termini da NON utilizzare nella stessa frase.


(per vivere meglio)

_________________
https://www.marxists.org/italiano/sezione/arte/lett/animali.htm


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 13 settembre 2018, 16:21 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 532
prof di fisica dopo qualche anno ci disse parole che non scorderò mai

"la distribuzione dei voti è cambiata, c'è stata un'inflazione di 110 e lode"
ha ragione... è diventato tutto dannatamente piu facile.
Troppi esami frastagliati oltretutto non aiutano l'apprendimento in quanto se vuoi stare al passo con gli studi, ti metti a studiare piu per passare l'esame che per capirci qualcosa.

Ovviamente è interesse dei laureandi dire che non è vero. Del resto si verrebbero a formare lauree di "serie B", in quanto piu facili da ottenere

Gli iscritti aumentano a dismisura rispetto ad anni fa, il numero di laureati aumenta tale da essere inflazionati e SMINUIRE il valore della laurea, che non è più uno "status" ma semplicemente un "lasciapassare" che bisogna avere per forza ormai. Ovvero è come il diploma di 10 anni fa.
A ingegneria eravamo 4 gatti. Ora è pieno di ragazzini rumorosi e scomposti, sembra di stare a liceo.
Questo è un commento del 2009.condivido tutto dopo 10 anni a maggior ragione.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 14 settembre 2018, 17:41 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 ottobre 2015, 18:52
Messaggi: 379
731086 ha scritto:
prof di fisica dopo qualche anno ci disse parole che non scorderò mai

"la distribuzione dei voti è cambiata, c'è stata un'inflazione di 110 e lode"
ha ragione... è diventato tutto dannatamente piu facile.
Troppi esami frastagliati oltretutto non aiutano l'apprendimento in quanto se vuoi stare al passo con gli studi, ti metti a studiare piu per passare l'esame che per capirci qualcosa.

Ovviamente è interesse dei laureandi dire che non è vero. Del resto si verrebbero a formare lauree di "serie B", in quanto piu facili da ottenere

Gli iscritti aumentano a dismisura rispetto ad anni fa, il numero di laureati aumenta tale da essere inflazionati e SMINUIRE il valore della laurea, che non è più uno "status" ma semplicemente un "lasciapassare" che bisogna avere per forza ormai. Ovvero è come il diploma di 10 anni fa.
A ingegneria eravamo 4 gatti. Ora è pieno di ragazzini rumorosi e scomposti, sembra di stare a liceo.
Questo è un commento del 2009.condivido tutto dopo 10 anni a maggior ragione.


veramente ci sarebbero i numeri che negli ultimi 10 anni hanno continuato a confermare che all'universita' ci si iscrive sempre di meno, in europa siamo il popolo con il minor numero di laureati, ed il tasso di laureati di ingegneria e' rimasto sempre quello piu' o meno con delle medie voto tra le piu' basse fra tutte le classi di laurea.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 14 settembre 2018, 18:42 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 532
a.d3angel1s ha scritto:
731086 ha scritto:
prof di fisica dopo qualche anno ci disse parole che non scorderò mai

"la distribuzione dei voti è cambiata, c'è stata un'inflazione di 110 e lode"
ha ragione... è diventato tutto dannatamente piu facile.
Troppi esami frastagliati oltretutto non aiutano l'apprendimento in quanto se vuoi stare al passo con gli studi, ti metti a studiare piu per passare l'esame che per capirci qualcosa.

Ovviamente è interesse dei laureandi dire che non è vero. Del resto si verrebbero a formare lauree di "serie B", in quanto piu facili da ottenere

Gli iscritti aumentano a dismisura rispetto ad anni fa, il numero di laureati aumenta tale da essere inflazionati e SMINUIRE il valore della laurea, che non è più uno "status" ma semplicemente un "lasciapassare" che bisogna avere per forza ormai. Ovvero è come il diploma di 10 anni fa.
A ingegneria eravamo 4 gatti. Ora è pieno di ragazzini rumorosi e scomposti, sembra di stare a liceo.
Questo è un commento del 2009.condivido tutto dopo 10 anni a maggior ragione.


veramente ci sarebbero i numeri che negli ultimi 10 anni hanno continuato a confermare che all'universita' ci si iscrive sempre di meno, in europa siamo il popolo con il minor numero di laureati, ed il tasso di laureati di ingegneria e' rimasto sempre quello piu' o meno con delle medie voto tra le piu' basse fra tutte le classi di laurea.

Medie voto più basse vero.. Il picco di voti si ha avuto nei primi anni di N. O.... poi giustamente hanno corretto il tiro... Ma i laureati sono mooooolti di più


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 16 settembre 2018, 19:13 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 4 giugno 2018, 21:15
Messaggi: 29
whiter4bbit ha scritto:
captainfox ha scritto:
whiter4bbit ha scritto:
E' proprio una cosa da non fare


Lo so, ma ormai cominciano a farmi pesare il buco nel curriculum ai (pochi) colloqui che faccio...


Sì ma rischi di peggiorare ancora la situazione, e di molto... Ognuno ha i propri difetti nel curriculum, l'onestà di riconoscerli è importante. Durante il "buco" cos'hai fatto?



E' proprio quello il problema, non ho fatto niente se non cercare lavoro, fare colloqui e partecipare a un concorso pubblico.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 142 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 10, 11, 12, 13, 14, 15  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010