IngForum il forum di Ingegneri.info
[phpBB Debug] PHP Warning: in file /home/prod.ingegneri.info/public_html/wp-content/themes/teknoring/tk-posts/taxonomy.php on line 210: array_keys() expects parameter 1 to be array, null given
Visita le sezioni:

Oggi è martedì 20 novembre 2018, 22:38

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Pareri lavoro come ASPP/RSPP
MessaggioInviato: venerdì 14 settembre 2018, 16:26 
Non connesso

Iscritto il: domenica 8 luglio 2018, 15:44
Messaggi: 15
Ciao a tutti :wink:
Vorrei gentilmente chiedervi qualche parere. In un'industria metalmeccanica presso la quale ho svolto un colloquio cercano un ASPP (Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione). Non avendo esperienza lavorativa in campo industriale, mi chiedo, banalmente, se sia una buona opportunità di lavoro o meno. Cosa ne dite? Come si svolgerebbe la giornata tipo? Pro e contro? Abbiate pazienza se faccio domande banali :azz:
In questa fase preliminare conoscitiva l'Azienda non si è ancora sbilanciata parlandomi di cifre per quanto riguarda la retribuzione. Mi ha accennato comunque a un contratto da metalmeccanico, prima a tempo determinato e successivamente a a lungo termine se ci si trova bene da entrambe le parti. Secondo voi, giusto per farmi due conti e un'idea, quale potrebbe essere un giusto compenso? Considerando che inizialmente (e penso ci voglia non poco, vero?) dovrei imparare il lavoro.

Grazie mille


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Pareri lavoro come ASPP/RSPP
MessaggioInviato: sabato 15 settembre 2018, 15:09 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 30 gennaio 2013, 20:17
Messaggi: 229
Compenso: 1200-1300 euro netti/mese.
Ho svolto ASPP per azienda metalmeccanica per 3 anni. Non mi è piaciuto e ne sono uscito.
Lavoro prettamente organizzativo, gestione archivio, documentazione tecnica.
Il dvr, le varie pratiche, i progetti ad esempio di impianti, vengono tutti appaltati a professionisti esterni. Tu come aspp devi tenere le fila del tutto ma non è che progetti.
Ti devi occupare di organizzare le visite col medico competente (lavoro da segretaria), far rispettare i controlli a norma di legge (esempio recipienti in pressione), gestire rifiuti.
Devi recuperare le schede di sicurezza dei prodotti.
Devi comprare i dpi, gli armadietti..(lavoro da segreteria)
Un apetto positivo è che tutte le aziende lo hanno. Quindi puoi facilmente cambiare anche fra settori diversi.
Un aspetto negativo è che non operi nel core business dell'azienda. Per molte aziende sicurezza uguale costo da abbattere.
Quindi gli stipendi non sono molto elevati e le carriere nel settore non sono folgoranti. Potresti diventare rspp in un paio di anni e poi magari facility manager.
Bisogna avere un minimo di vocazione per questo lavoro, essere portati, avere a cuore la sicurezza ecc.
E' un lavoro che o ti piace o lo odi non ci sono mezze misure.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Pareri lavoro come ASPP/RSPP
MessaggioInviato: sabato 15 settembre 2018, 15:13 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 644
reynold ha scritto:
Compenso: 1200-1300 euro netti/mese.
Ho svolto ASPP per azienda metalmeccanica per 3 anni. Non mi è piaciuto e ne sono uscito.
Lavoro prettamente organizzativo, gestione archivio, documentazione tecnica.
Il dvr, le varie pratiche, i progetti ad esempio di impianti, vengono tutti appaltati a professionisti esterni. Tu come aspp devi tenere le fila del tutto ma non è che progetti.
Ti devi occupare di organizzare le visite col medico competente (lavoro da segretaria), far rispettare i controlli a norma di legge (esempio recipienti in pressione), gestire rifiuti.
Devi recuperare le schede di sicurezza dei prodotti.
Devi comprare i dpi, gli armadietti..(lavoro da segreteria)
Un apetto positivo è che tutte le aziende lo hanno. Quindi puoi facilmente cambiare anche fra settori diversi.
Un aspetto negativo è che non operi nel core business dell'azienda. Per molte aziende sicurezza uguale costo da abbattere.
Quindi gli stipendi non sono molto elevati e le carriere nel settore non sono folgoranti. Potresti diventare rspp in un paio di anni e poi magari facility manager.
Bisogna avere un minimo di vocazione per questo lavoro, essere portati, avere a cuore la sicurezza ecc.
E' un lavoro che o ti piace o lo odi non ci sono mezze misure.

Esattamente, è un lavoro da burocrate. E non sarai mai al centro dell'azienda. Il datore di lavoro ti vede quasi più come un problema che altro. Spesso bisogna quasi avere degli scontri nelle aziende piccole che puntano a tagliare i costi.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Pareri lavoro come ASPP/RSPP
MessaggioInviato: sabato 15 settembre 2018, 16:59 
Non connesso

Iscritto il: domenica 8 luglio 2018, 15:44
Messaggi: 15
Ragazzi vi ringrazio molto per le risposte, che rendono perfettamente l'idea. Per me in questo momento sono molto preziose (a breve devo comunicare se sono interessato).
Aggiungo che al colloquio oltre al ruolo di ASPP mi hanno detto che la figura si dovrà occupare anche di qualità e di ambiente. Anche per queste attività valgono le considerazioni dell'addetto alla sicurezza?
Me lo immagino come un lavoro dove occorre districarsi tutto il tempo tra leggi, decreti e leggiucole, e questo mi spaventa un po' perché non so se ci sono portato. Anche se al colloquio mi hanno detto che il lavoro è in ufficio per la sola metà del tempo, mentre l'altra metà è prettamente operativa sul campo (è normale?).
Una cosa che mi preme chiedervi, gentilmente, è se sia difficile e lungo da imparare come lavoro. Ho paura di ritrovarmi a passare le sere/notti a studiare norme e decreti senza staccare mai.
Grazie ancora!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Pareri lavoro come ASPP/RSPP
MessaggioInviato: sabato 15 settembre 2018, 17:01 
Non connesso

Iscritto il: domenica 8 luglio 2018, 15:44
Messaggi: 15
731086 ha scritto:
Spesso bisogna quasi avere degli scontri nelle aziende piccole che puntano a tagliare i costi.

In questo caso si tratterebbe di un'azienda metalmeccanica abbastanza grande.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Pareri lavoro come ASPP/RSPP
MessaggioInviato: domenica 16 settembre 2018, 14:05 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 30 gennaio 2013, 20:17
Messaggi: 229
Qualità ambiente e sicurezza vanno a braccetto. Per la qualità valgono le stesse cose. Molte carte un mare di documentazione e certificazione interne, esterne dei fornitori. Però è un ambito spendibile.
Cita:
Anche se al colloquio mi hanno detto che il lavoro è in ufficio per la sola metà del tempo, mentre l'altra metà è prettamente operativa sul campo (è normale?).

Si, aspp non è un lavoro di ufficio come l'impiegato amministrativo. Sei a contatto con la produzione, gli impianti, i magazzini. Se si devono fare dei lavori in azienda devi preoccuparti di fare i cartelli, delimitare l'area ecc.. preoccuparti che tutto avvenga in sicurezza.
Cita:
è se sia difficile e lungo da imparare come lavoro. Ho paura di ritrovarmi a passare le sere/notti a studiare norme e decreti senza staccare mai.

Assolutamente no, devi conoscere i decreti solo a livello superficiale. Ad esempio; bisogna adeguare la cabine elettriche alla normativa cei entro il 31-12-2020.
Le leggi le sa bene il progettista elettrico che ti farà il progetto, è responsabilità sua, a te non interessa


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Pareri lavoro come ASPP/RSPP
MessaggioInviato: domenica 16 settembre 2018, 14:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 17:44
Messaggi: 6909
Località: Atene (Greece)
la discussione mi pare incanalata su un binario serio,

però esistono realtà dove tutto fila al contrario.
nel senso che ci sono molte realtà (quasi sempre non private) nelle quali non si bada a spendere risorse (avendole), nelle quali si "vende" l'illusione di far sicurezza, ma tutto finisce al contrario, e...,
con la bella pace di tanti che non capiscono e di altri che fanno finta di non capire.

insomma, esistono non poche realtà dove si gira solo in funzione di quel motivo lì.

come al solito, i "servizi" sempre a carico del contribuente sono.

_________________
Tra quello che noi riusciamo a malapena a vedere e quello che in realtà accade veramente c'è sempre molta differenza (Banondre, filosofo greco agnostico del II sec. d.C.).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Pareri lavoro come ASPP/RSPP
MessaggioInviato: domenica 16 settembre 2018, 15:42 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 644
Io per esperienza diretta vi spiegherò quello che è accaduto ad Aprile 2018.
Trovo e vengo assunto in azienda metalmeccanica in provincia di Ravenna... Ancora nessun contratto firmato.
Primo giorno entro (il mio lavoro doveva essere addetto qualità sicurezza ambiente e quando richiesto disegnare a cad) e non trovano il sistri che è fondamentale. Roba che se fanno un controllo ritirano ogni certificazione e si beccano le multe...
Poi tutto ad occhio, ultima annotazione avvenuta 3 mesi prima... Per sicurezza praticamente era tutto da organizzare da zero perché la faceva uno a tempo perso...
Insomma sicurezza qualità e ambiente è una cosa di pubblicità per le aziende per testimoniare la loro sostenibilità dal punto di vista ambientale.
Che poi quando sei dentro ti accorgi che al capo sei solo un problema. Sei l'ultima ruota del carro...
L'unico è forse entrare in aziende grosse che operano in situazioni complesse penso ad esempio a società petrolifere chimiche o settore energia. O magari nel pubblico nelle agenzie regionali per l'ambiente.
Altrimenti tenetevene alla larga, non farete mai carriera... E anche in quelle grandine 2000 dip. c'è solo un hse manager gli altri sono tutti addetti con al massimo un quadro...
Quindi poche possibilità di avanzamento
Purtroppo i settori di ambientali sono si tanti ma che poi non danno molte possibilità di carriera. È un corso troppo variegato, potresti fare tutto ma non sei specializzato quanto un chimico, energetico, civile...
Per dire un ambientale in confronto a un civile o chimico ha più campi di inserimento (nel pubblico, nella sicurezza di tutte le aziende, nel settore energia, negli studi di progettazione, nel settore rifiuti, nelle imprese di costruzioni) però alla fine non essendo specializzato fa fatica ad entrare nel core dell'industria.
Ah ovviamente non ho firmato il contratto e tanti saluti


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Pareri lavoro come ASPP/RSPP
MessaggioInviato: domenica 16 settembre 2018, 16:51 
Non connesso

Iscritto il: domenica 8 luglio 2018, 15:44
Messaggi: 15
Grazie ragazzi.
I racconti delle vostre esperienze rendono bene l'idea.
Quando ho sentito la parola "Sicurezza" mi sono sentito un po' incerto per due ragioni.
La prima ragione è che mi sono venuti in mente i racconti di vecchi conoscenti (per esempio compagni di corso) riguardo la Sicurezza in cantiere, i quali ricordo che mettevano in guardia sull'occuparsi di Sicurezza per via delle preoccupazioni e delle responsabilità che uno si porta oltre l'orario lavorativo. Però forse in ambito industriale è diverso.
La seconda ragione banalmente è che io di tutti questi documenti, leggi, certificazioni in materia di sicurezza non so nulla (perché non me ne sono mai occupato, e dal corso di Sicurezza nei cantieri dell'università sono passati ormai anni), per non parlare di qualità e ambiente, e non so se sarei all'altezza.
Tuttavia è sempre un lavoro e oggi come oggi... :?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Pareri lavoro come ASPP/RSPP
MessaggioInviato: domenica 16 settembre 2018, 17:30 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 644
liukkk ha scritto:
Grazie ragazzi.
I racconti delle vostre esperienze rendono bene l'idea.
Quando ho sentito la parola "Sicurezza" mi sono sentito un po' incerto per due ragioni.
La prima ragione è che mi sono venuti in mente i racconti di vecchi conoscenti (per esempio compagni di corso) riguardo la Sicurezza in cantiere, i quali ricordo che mettevano in guardia sull'occuparsi di Sicurezza per via delle preoccupazioni e delle responsabilità che uno si porta oltre l'orario lavorativo. Però forse in ambito industriale è diverso.
La seconda ragione banalmente è che io di tutti questi documenti, leggi, certificazioni in materia di sicurezza non so nulla (perché non me ne sono mai occupato, e dal corso di Sicurezza nei cantieri dell'università sono passati ormai anni), per non parlare di qualità e ambiente, e non so se sarei all'altezza.
Tuttavia è sempre un lavoro e oggi come oggi... :?

il fatto è che se vuoi lavorare nel privato è praticamente l'unico lavoro che viene offerto ad un ambientale con poca esperienza…
quindi anche io vedrò di adattarmi.
Anche se in lombardia la scelta è più ampia difficile che ti mettano in un ufficio tecnico per progettazione o analisi qualità per dire.
purtroppo con la crisi del settore delle costruzioni tutti gli ambientali cercano un lavoro in azienda...se solo si riprendesse in parte il settore edilizio anche gli ambientali troverebbero quasi con la stessa facilità degli industriali.
basta vedere le statistiche di ambientale e civile di 10 anni fa...praticamente se la media di ing. meccanica era 1800 a 5 anni,ambientale era a 1700 e civile anche 1900...
ora meccanica è sempre a 1800 mentre civile e ambientale sono affossati a 1400-1500 con meno occupati.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010