IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è domenica 24 marzo 2019, 6:51

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lunedì 14 gennaio 2019, 11:55 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 14 febbraio 2014, 18:48
Messaggi: 34
Buongiorno a tutti,
devo eseguire l'adeguamento sismico di un capannone prefabbricato esistente che, essendo della Protezione Civile, è strategico.

Ho sentito pareri contrastanti riguardo al modulo elastico e di taglio da utilizzare per il calcestruzzo e vorrei sapere voi cosa ne pensate.

C'è chi mi ha consigliato di ridurre il modulo elastico al 50%, e chi al 65%.

A me sembra sensato ridurre un po' il modulo elastico per considerare la fessurazione del calcestruzzo, soprattutto considerato che la costruzione è esistente.

Anche riducendo il modulo elastico al 65% però, gli spostamenti di interpiano aumentano notevolmente (circa 5 cm, per un'h di interpiano di 7 m).

Considerare la fessurazione del cls per me sarebbe importante, altrimenti mi trovo in difficoltà con il raggiungimento dell'adeguamento sismico dal punto di vista della resistenza degli elementi strutturali.

I dubbi che mi sono sorti sono i seguenti:

1) Al paragrafo 8 delle NTC 2018 è riportato: "la valutazione della sicurezza e la progettazione degli interventi sulle costruzioni esistenti potranno essere eseguite con riferimento ai soli SLU, salvo che per le costruzioni di classe IV, per le quali sono richieste anche le verifiche agli SLE specificate nel §7.3.6; in quest'ultimo caso potranno essere adottati livelli prestazionali ridotti". Cosa si intende per livelli prestazionali ridotti?

2)E' plausibile che una struttura intelaiata prefabbricata in ca, monopiano, possa avere uno spostamento di piano di 0.0075h, nel mio caso 5 cm?

3)Cosa intende la normativa per tamponature duttili? dei pannelli in c.a. prefabbricati, con telaietto in ca e riempimento di polistirolo possono considerarsi duttili dato che sono debolmente armati?

4)Da un lato mi sembra eccessivamente a favore di sicurezza non considerare la fessurazione del calcestruzzo, per quanto riguarda le sollecitazioni sismiche, ma dall'altro lato mi preoccupano le deformazioni. Quanto è realistica secondo voi questa modellazione?

Spero di essere stata chiara nell'esposizione del problema.

Intanto grazie a tutti!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 14 gennaio 2019, 18:59 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 6 ottobre 2008, 13:17
Messaggi: 1183
Immagine

Il § 7.2.6 chiede di tener conto della fessurazione mediante la riduzione delle rigidezze a taglio e flessione e non mediante la riduzione del modulo elastico.
Lo stralcio (sopra riportato) della nuova Circolare in fase di eterna stesura, indica, a seconda dello Stato limite, i valori dei coeff. di riduzione da applicare.
Nel caso in specie sarebbe opportuno effettuare due analisi sismiche (una allo SLV, l'altra allo SLO) in modo da applicare differenti rigidezze alla struttura.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010