Dissesto idrogeologico: l'Anas firma protocollo d'intesa con Ispra | Ingegneri.info

Dissesto idrogeologico: l’Anas firma protocollo d’intesa con Ispra

Dei 25mila km di rete stradale sono molti quelli che ricadono in aree interessate da fenomeni di dissesto idrogeologico. Anche su questo tema si focalizzerà la partnership tra le due realtà

Gianni Vittorio Armani, presidente Anas, e Bernardo De Bernardinis, presidente Ispra (foto: Foto: Brunella Urbani per Ispra)
Gianni Vittorio Armani, presidente Anas, e Bernardo De Bernardinis, presidente Ispra (foto: Foto: Brunella Urbani per Ispra)
image_pdf

Anas e Ispra hanno firmato un protocollo d’intesa, della durata di tre anni, che metterà al servizio le conoscenze dell’Istituto superiore per la protezione ambientale al servizio del gestore della rete stradale italiano. Siglato dai presidenti Gianni Vittorio Armani (Anas) e Bernardo De Bernardinis (Ispra), l’accordo prevede la collaborazione in particolare sui fenomeni di dissesto idrogeologico, tra cui Iffi, l’Inventario dei Fenomeni Franosi in Italia, sui fenomeni alluvionali e su quelli di evoluzione del territorio.

La rete di strade e autostrade gestite da Anas copre 25.485 chilometri (937 km di autostrade), molti dei quali ricadono in aree in cui si sono verificati in passato eventi di frana o alluvionali o in zone potenzialmente suscettibili a nuovi fenomeni di dissesto idrogeologico e idraulico. In questo senso la collaborazione con Ispra porterà alla realizzazione di una banca dati, finalizzata ad una migliore conoscenza dei fenomeni di dissesto idrogeologico del territorio che possono interessare la rete statale di competenza Anas e ad un aggiornamento dei dati informatici degli stessi fenomeni.

“Sono particolarmente soddisfatto – ha affermato De Bernardinis – perché il Protocollo firmato oggi rappresenta non solo uno scambio di conoscenze nei vari settori di competenza, ma getta le basi per un lavoro sinergico per la tutela del sistema viario nazionale dai fenomeni di dissesto in generale e dalla pericolosità idrogeologica e idraulica così diffusa in Italia. La collaborazione tra Ispra ed Anas ha l’ambizione di raggiungere quell’integrazione di conoscenze e competenze necessarie al Paese per contribuire alla sicurezza delle infrastrutture, nonché per garantire una modernità sostenibile dal punto di vista ambientale”.

“La salvaguardia e la cura del territorio dove insistono le nostre strade è una delle priorità di Anas”, ha dichiarato il Presidente Gianni Vittorio Armani. “Per questo scopo Anas ed Ispra hanno disciplinato, con il Protocollo odierno, la possibilità di utilizzare i dati relativi ai fenomeni di dissesto idrogeologico nella disponibilità di Ispra, tra cui l’Inventario dei Fenomeni Franosi in Italia, già elaborati dall’Istituto, sia per la Regione Sicilia sia per tutto il territorio nazionale, al fine di verificarne l’eventuale impatto sulla rete stradale di competenza Anas”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Dissesto idrogeologico: l’Anas firma protocollo d’intesa con Ispra Ingegneri.info