Eye on Earth | Ingegneri.info

Eye on Earth

wpid-4278_eye.jpg
image_pdf

L’ampliamento del portale “Eye on Earth” è il risultato della collaborazione tra Microsoft Corp e Agenzia Europea per l’Ambiente (AEA) che hanno unito tecnologia all’avanguardia e dati ambientali. Una nuova applicazione, “Airwatch” fornisce informazioni sulla qualità dell’aria a più di 500 milioni di persone in Europa. Per la prima volta, l’AEA mette insieme dati misurati e modelli con le osservazioni dei cittadini. Fonte: AEA

“Eye on Earth” è stato lanciato nel maggio del 2008 insieme a “WaterWatch”, un’applicazione interattiva per la presentazione dei dati sulla qualità delle acque che utilizzava  il motore “Bing Maps”. Con questo aggiornamento “Eye on Earth” si presenta non solo con una nuova veste grafica per entrambe le sezioni informative sulla qualità dell’aria e sulla qualità delle acque, ma si presenta anche come una delle più recenti applicazioni realizzate con “Windows Azure” e “SQL Azure” che ospitano anche il “Geo observatory data store”.

L’interfaccia utente fornisce informazioni interattive a partire da un punto di vista complessivo sull’Europa fino ad arrivare al dettaglio stradale. Tali informazioni sono basate sulle misure delle centraline della qualità dell’aria e sulle osservazioni inserite dai cittadini. Traduce i dati scientifici in termini facilmente comprensibili.

Il  portale “Eye on Earth” è raggiungibile all’indirizzo: http://eyeonearth.cloudapp.net

L’Italia, attraverso la rete dei Punti Focali Regionali (PFR), partecipa anche al progetto di AEA “Near real Time – Air quality” che utilizza la tecnologia XML per lo scambio in tempo “quasi-reale” dei dati di monitoraggio rilevati dalle centraline di qualità dell’aria. I dati sono consultabili sul sito del progetto “OzoneWeb”: http://www.eea.europa.eu/maps/ozone/map

Gli stessi dati sono disponibili sul sito SINAnet alla sezione: http://www.sinanet.apat.it/it/nrt

Punti Focali Regionali partecipanti al progetto “Near Real Time – Air quality” (in verde):

Inoltre è possibile consultare il sito web “BRACE” contenente tutti i dati e i metadati sulla qualità dell’aria raccolti dalle centraline di monitoraggio italiane: http://www.brace.sinanet.apat.it

Copyright © - Riproduzione riservata
Eye on Earth Ingegneri.info