Forum PA, lo sviluppo sostenibile del Politecnico di Torino | Ingegneri.info

Forum PA, lo sviluppo sostenibile del Politecnico di Torino

A Roma premiato il progetto del Green Team dell’Ateneo piemontese che punta all’efficientamento energetico e a buone pratiche condivise in vista del 2030.

Polito_Campus_Sostenibile
image_pdf

Il progetto del Green Team Polito Sustainable Path è stato selezionato come particolarmente meritevole, tra i quasi trecento pervenuti, nell’ambito del convegno Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile, tenutosi durante l’ultima edizione del Forum PA 2018 a Roma.

Il progetto del Team del Politecnico di Torino, sempre attivo in ambiti trasversali dell’Ingegneria, è stato coordinato dalla Prorettrice Patrizia Lombardi ed ha partecipato nella sezione denominata ‘Città, infrastrutture, capitale sociale’ e avrà una notevole visibilità in quanto sarà esposto nella galleria poster del Concourse all’interno dell’Arena Convention Center La Nuvola, nella Capitale.

Un nuovo modello di sviluppo sostenibile

Il Premio, promosso da Forum PA in collaborazione con l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile-ASviS, ha come scopo la raccolta dei progetti più interessanti legati ad un modello vincente di sviluppo sostenibile. Iniziative che fungano da volano a sostegno di una crescita sostenibile da percorrere fino e oltre il 2030. La convinzione che sta alla base dell’iniziativa vede la “costante ricerca di innovazione da parte delle amministrazioni centrali e locali, ma anche da parte di associazioni e start up, come la strada irrinunciabile per assicurare benessere e sviluppo alle comunità”, si legge in una nota dell’organizzazione.

In particolare, il Politecnico di Torino ha intrapreso un percorso sulla sostenibilità che prende le mosse già nel 2009, con l’idea del Green mobile campus, celebrato proprio nel corso di Forum PA a Roma. I campi di intervento sono numerosi e variegati: si va dall’efficientamento energetico degli edifici, alla creazione di un Living Lab per il monitoraggio del consumo di energia termica, elettrica e di acqua nelle sedi principali dell’Ateneo, al totale approvvigionamento di energia verde, alla produzione di energia da fonti rinnovabili, fino alla creazione – appunto – del Green Team che riunisce professori, ricercatori, personale amministrativo e studenti in un’azione continua di sensibilizzazione verso il tema.  Il Team coordina tutte le attività connesse alla promozione e concreta realizzazione della sostenibilità in Ateneo e si interfaccia con i diversi servizi di Ateneo, per garantire che il Politecnico si avvicini sempre più all’attuazione piena degli SDG – Obiettivi di Sviluppo Sostenibile previsti dall’Agenda 2030 dell’Onu.

Gli obiettivi del Green Team torinese

Il Green Team incoraggia il Politecnico di Torino ad un’integrazione globale della sostenibilità nella ricerca universitaria, nell’insegnamento, nella comunicazione e nelle attività, per preparare studenti e personale ad essere protagonisti di un cambiamento verso uno stile di vita più equo e saggio nell’uso delle nostre risorse”, spiegano i responsabili del Dipartimento.

Nello specifico, il Team nel 2017 ha deciso di sostenere la formazione di uno o più team studenteschi targati “green”, per sviluppare la componente studentesca principale destinataria degli obiettivi di miglioramento della sostenibilità e della qualità di vita del campus.

L’idea del Green Team – si legge nelle note programmatiche redatte dall’Ateneo piemontese – è infatti sorta per rendere concreta l’attuazione delle linee del piano strategico sul campus sostenibile, che non mira solo alla mera riduzione del consumo di energia, ma contribuisce anche alla formazione, allo sviluppo e l’esperienza complessiva del nostro personale e degli studenti, delle comunità e delle reti di cui facciamo parte”.

Il sustainability report, curato dal Green Team, è stato il primo audit sulla sostenibilità, illustrando come il Politecnico stia già integrando gli SDG nel cuore delle sue attività, promuovendo scelte edilizie e impiantistiche in nome dell’efficienza energetica, riducendo l’impatto ambientale e potenziando le azioni di riduzione, riutilizzo e riciclaggio dei rifiuti. Oltre ai progressi nei temi ambientali classici, il report mostra come il sistema accademico stia cambiando la sua cultura per rispondere alle sfide più ampie dell’era moderna, concentrandosi anche sugli aspetti etici e sociali nonché sui modelli di governance inclusiva.

Insomma, “abbiamo già tutte le carte in regola per la partita del Climate Change, partendo da un ruolo potenziato del Politecnico di Torino come motore della transizione verso una società diversa da quella in cui ci siamo ritrovati, più attenta ai problemi ambientali e alle conseguenze delle nostre azioni sulla salute nostra e di chi verrà”.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Forum PA, lo sviluppo sostenibile del Politecnico di Torino Ingegneri.info