Il carico neve secondo le Norme Tecniche Costruzioni | Ingegneri.info

Il carico neve secondo le Norme Tecniche Costruzioni

Che cosa dicono le NTC08 in merito al carico neve? Come si può valutare l'elemento manto nevoso oltre il calcolo, ma anche nella sua connotazione ambientale? Il focus tecnico

Valanga_rischio
image_pdf

Il carico neve, in questa stagione rappresenta un’entità che deve essere tenuto in debita considerazione. Lo scorso anno, in Centro Italia, rappresentò di fatto un aggravio sia per le operazioni di sopralluogo di agibilità post sismica delle costruzioni sia per le condizioni di vivibilità all’interno delle strutture provvisorie messe a disposizione sul territorio.

Solitamente il carico della neve sulle costruzioni è valutato dal progettista quale carico insistente, durante il periodo invernale, prevalentemente sulle coperture, di natura prettamente statica la cui entità è distribuita sulla proiezione orizzontale della falda.
Ai sensi delle attuali Norme Tecniche delle Costruzioni (D.M. 14 gennaio 2008, NTC08) il valore attributo a questo carico accidentale è funzione di diversi parametri, tra cui la zona geografica di costruzione, intesa sia come stretto riferimento geografico, ovvero la Regione di appartenenza, sia come altitudine.

figura

Nella Tabella sottostante è riportato un quadro riassuntivo riguardante appunto il carico della neve da applicarsi alle costruzioni civili ai sensi del paragrafo delle NTC08.

tabella

Il manto nevoso, però, non corrisponde solo ad un semplice carico da applicare alle costruzioni, ma anche un evento ambientale a cui attribuire una determinata soglia di rischio, anche dal punto di vista ambientale.

Leggi anche: Incendi in Campania: lo scenario di rischio e il piano di intervento

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Il carico neve secondo le Norme Tecniche Costruzioni Ingegneri.info