La raccolta Raee in Italia è ancora in crescita nel 2015 | Ingegneri.info

La raccolta Raee in Italia è ancora in crescita nel 2015

Al Forum Raee di Ecomondo 2015 presentati i dati sulla raccolta di Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (Raee). Restano le differenze territoriali, ma il Sud migliora la performance

raee_raee
image_pdf

Continua a crescere in Italia la raccolta differenziata dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (Raee): per il secondo anno consecutivo infatti il trend appare in aumento, con 184.505 tonnellate raccolte (+7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente). L’anno scorso l’aumento era stato del +2,56%. In crescita anche la raccolta pro capite, che si assesta su 3,04 kg di Raee raccolti per abitante (erano 2,82 Kg a settembre 2014).

Il punto sui Raee in Italia è stato fatto al Forum Raee di Ecomondo 2015, l’evento riminese conclusosi lo scorso 7 novembre 2015 e dedicato all’intera filiera della green economy. I dati sono quelli elaborati dal Centro di Coordinamento Raee.

Va rilevato che a livello territoriale la raccolta di Raee continua ad avere risultati molto buoni nelle regioni del Nord e del Centro, mentre Sud e Isole sono al di sotto della media nazionale. Nonostante questo, nei primi mesi del 2015 sono state proprio alcune regioni del Sud a incrementate maggiormente la raccolta: Calabria +55%, Sicilia +26%, Sardegna +8%. Risultati che fanno sperare in una ripresa della raccolta anche in queste aree. Unico dato negativo a livello nazionale quello della Basilicata, che registra un -10% rispetto al 2014.

Chiaramente la raccolta dei Raee cresce in maniera diversa a seconda della tipologia alla quale essi appartengono. Nei primi mesi del 2015, è cresciuto in maniera significativa il Raggruppamento 2 (+16%), che comprende Grandi Elettrodomestici quali lavatrici, forni elettrici, lavastoviglie. Ottima la performance anche di R5 (Sorgenti luminose) che registra un +12% e di R1 (Frigoriferi e Apparecchiature Refrigeranti) che cresce dell’11%. I Piccoli elettrodomestici (cellulari, tablet, frullatori ecc.) raggruppati in R4 incrementano la raccolta del 4% mentre l’unico comparto a diminuire la raccolta è R3 (Tv e Monitor) che registra un -5%, dato comunque in linea con l’andamento di questo settore negli ultimi anni.

In occasione di Ecomondo, il Centro di Coordinamento Raee ha presentato anche la consuntivazione dei Raee gestiti dagli Impianti di Trattamento per l’anno 2014. Secondo questi dati, lo scorso anno sono state trattate in totale 321.919 tonnellate di Raee.  Gli Impianti di Trattamento risultato così distribuiti: 495 nelle regioni del Nord Ovest, 178 nelle regioni del Nord Est, 147 nelle regioni del Centro, 94 nelle regioni del Sud, e 43 nelle Isole.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
La raccolta Raee in Italia è ancora in crescita nel 2015 Ingegneri.info