Mobilità sostenibile: al via la sperimentazione "casa-scuola e casa-lavoro" | Ingegneri.info

Mobilità sostenibile: al via la sperimentazione “casa-scuola e casa-lavoro”

Parte il bando per il "Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro": presentazione delle domande fino al 10 gennaio 2017

mobilità-sostenibile-620x360
image_pdf

È stato pubblicato dal Ministero dell’Ambiente l’avviso pubblico di apertura del bando per il finanziamento di progetti che riguardino la mobilità alternativa e sostenibile. Progetti il cui finanziamento è stato previsto dalla Legge 28 dicembre 2015, n. 221 e definito dal Decreto Ministeriale 208 del 20 luglio 2016.

Alla sua attuazione sono destinati 35 milioni di euro, come previsto dalla legge n. 221/2015 (“Green economy”), art. 5, comma 1.

Per presentare le domande di cofinanziamento c’è tempo fino al 10 gennaio 2017

Vedi anche: Mobilità sostenibile: firmato il decreto da 35 milioni per progetti green

Destinatari

Destinato ad enti locali, singoli o associati, con ambito territoriale di popolazione superiore a 100.000 abitanti, il programma cofinanzia progetti diretti a incentivare “iniziative di mobilità sostenibile”. La percentuale di finanziamento non sarà superiore al 60% del totale dei costi ammissibili.

Le iniziative previste

Le iniziative di mobilità sostenibile previste comprendono:

  • “piedibus”, car-pooling, car-sharing, bike-pooling e bike-sharing;
  •  “la realizzazione di percorsi protetti per gli spostamenti, anche collettivi e guidati, tra casa e scuola, a piedi o in bicicletta, di laboratori e uscite didattiche con mezzi sostenibili, di programmi di educazione e sicurezza stradale, di riduzione del traffico, dell’inquinamento e della sosta degli autoveicoli in prossimità degli istituti scolastici”;
  •  programmi di riduzione del traffico, dell’inquinamento e della sosta degli autoveicoli in prossimità di queste, anche al fine di contrastare problemi derivanti dalla vita sedentaria. Tali programmi possono comprendere la cessione a titolo gratuito di «buoni mobilità» ai lavoratori che usano mezzi di trasporto sostenibili.

Il “pedibus”  è, come definito sul sito dedicato delle scuole di Milano,

“uno scuolabus a piedi, un’azione partecipata che promuove la mobilità a piedi nel tragitto casa-scuola. I bambini iscritti al pedibus, organizzati in piccoli gruppi, sono accompagnati da genitori e/o nonni volontari e si recano da casa a scuola seguendo itinerari definititi e certificati dai vigili: le linee pedibus”.

I vantaggi, illustrati nel sito, sono molteplici, da quelli ambientali (non inquina e riduce le emissioni di inquinanti vicino alla scuola, non intasa il traffico) a quelli per la salute (I bambini camminando fanno esercizio fisico) e per le famiglie (risparmio di tempo non dovendo accompagnare i bambini fino a scuola, sia col bello che con il cattivo tempo; gratuità; sicurezza: i bambini sono accompagnati da volontari supportati da esperti, indossano sempre un giubbetto rifrangente) ecc.

Ben noti e diffusi nelle maggiori città italiane il noleggio auto in condivisione, con prelievo e rilascio in qualunque punto del territorio comunale (“car sharing”) e l’analogo servizio per le biciclette (con la differenza degli stalli dedicati). Meno usati in Italia i servizi di condivisione:

  •  car pooling, dove un gruppo di persone che compiono abitualmente lo stesso tragitto viaggiano a bordo di una sola automobile;
  • più rivoluzionario (anche se non nuovo) il bike-pooling: gruppi di biciclette che si danno appuntamento per andare insieme al lavoro o a scuola, soprattutto per rendere più sicuri i percorsi in urbani in bicicletta grazie alla maggiore visibilità di un gruppo.

In conformità all’art. 4 del D.M. n. 208/2016, i progetti devono pervenire, a pena di irricevibilità, a mezzo posta elettronica certificata ([email protected]) entro le ore 24.00 del 10 gennaio 2017.

Nella sezione dedicata del sito MATTM saranno inseriti e tracciati i finanziamenti erogati ai fini della trasparenza e della maggiore fruibilità dei progetti.

A questo link puoi scaricare la modulistica per la presentazione dei progetti e le relative istruzioni di compilazione.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Mobilità sostenibile: al via la sperimentazione “casa-scuola e casa-lavoro” Ingegneri.info