Oscar Green: il concorso che premia l'innovazione e la sicurezza in agricoltura | Ingegneri.info

Oscar Green: il concorso che premia l’innovazione e la sicurezza in agricoltura

Sino al 15 aprile sono aperte le iscrizioni al concorso promosso da Coldiretti Giovani Impresa: dedicato a imprenditori Under 40, Oscar Green valorizza idee innovative per l'agricoltura e la tutela del territorio

Agronomo
image_pdf

Dalla valorizzazione dei prodotti made in Italy all’agricoltura sociale, dalla sostenibilità ambientale alla tecnologia e all’innovazione. Tutto questo – e molto altro ancora – è Oscar Green, concorso dedicato ai giovani imprenditori che hanno deciso di investire in un’agricoltura innovativa e sicura. Il premio è promosso da Coldiretti Giovani Impresa e mira a valorizzare “le idee imprenditoriali che hanno saputo maggiormente coniugare tradizione e innovazione. Un occhio di riguardo sarà riservato ai progetti che avranno come obiettivo la tutela e l’arricchimento del territorio”. Le domande di partecipazione potranno essere presentate fino al 15 aprile 2018 presso gli uffici Coldiretti, oppure attraverso i siti web giovanimpresa.coldiretti.it e oscargreen.it. Possono partecipare al concorso gli imprenditori agricoli e agroalimentari, singoli o associati, che non hanno ancora compiuto 40 anni al momento dell’iscrizione e operano sul territorio nazionale.

Le categorie in concorso

Sono sei le categorie previste da Oscar Green. Eccole nel dettaglio:

  • Campagna Amica: l’obiettivo è valorizzare i prodotti Made in Italy attraverso il rapporto tra impresa e consumatori. Saranno premiati i progetti che faranno risaltare i prodotti tipici italiani su scala locale, nazionale e mondiale rispondendo alle esigenze dei consumatori in termini di sicurezza alimentare, qualità e tutela ambientale.
  • Creatività: un premio all’idea e – appunto – alla creatività dell’imprenditore. Per una produzione sempre più efficiente, in linea con le esigenze e le tendenze del mercato, è necessario puntare su prodotti e processi innovativi, in grado di esaltare lo spirito innovativo ed inventivo dell’azienda.
  • Fare Rete: Il futuro è nell’azione sinergica e coordinata di imprese, cooperative, consorzi agrari, società agricole e start up, capaci così di massimizzare i vantaggi delle aziende agroalimentari e del consumatore finale. “Oscar Green” vuole premiare i progetti promossi nell’ambito di partenariati variegati, che coniugano agricoltura e tecnologica, artigianato e mondo digitale. Nel caso di start up non agricole, è necessario dimostrare il legame di rete con aziende agricole. La domanda di iscrizione dovrà essere sempre presentata insieme al titolare dell’impresa agricola con cui il progetto viene realizzato.
  • Impresa 3.Terra: in questo caso saranno premiati i progetti di quelle giovani aziende agroalimentari che hanno creato una cultura d’impresa esemplare, riuscendo a incanalare creatività, originalità e grande abilità progettuale per lo sviluppo e la crescita dell’agricoltura italiana coniugando tradizione e innovazione.
  • Noi per il sociale: Spazio agli Enti Pubblici, Cooperative e Consorzi capaci di creare un connubio vincente con realtà agricole a fini sociali. Solo per questa categoria l’età non è vincolante.
  • Sostenibilità: il concorso vuole far risaltare i progetti che promuovono un modello di sviluppo sostenibile. Saranno premiate le idee delle imprese che lavorano e producono in modo ecosostenibile, riducendo al minimo la produzione di rifiuti, risparmiando energia e materiali attraverso processi che tutelano l’ambiente.

I giovani e la voglia di fare impresa agricola

Oscar Green è un concorso che vive proprio grazie al sempre crescente interesse dei giovani nei confronti del mondo dell’agricoltura. Da una recente analisi di Coldiretti emerge che nel terzo trimestre del 2017 è cresciuto del 9% il numero delle imprese agricole italiane. Il Bel Paese, con 53.475 imprese agricole condotte da under 35, è al vertice in Europa nel numero di giovani in agricoltura. Una presenza che ha di fatto rivoluzionato il lavoro in campagna, dove il 70% delle imprese giovani opera in attività che vanno dalla trasformazione aziendale dei prodotti alla vendita diretta, dalle fattorie didattiche agli agriasilo, ma anche alle attività ricreative, l’agricoltura sociale per l’inserimento di disabili, detenuti e tossicodipendenti, la sistemazione di parchi, giardini, strade, l’agribenessere e la cura del paesaggio o la produzione di energie rinnovabili. Il risultato è che le aziende agricole dei giovani possiedono una superficie superiore di oltre il 54% alla media, un fatturato più elevato del 75% della media e il 50% di occupati per azienda in più. Come spiega Maria Letizia Gardoni, delegata dei giovani della Coldiretti, “L’agricoltura è tornata ad essere un settore strategico per la ripresa economica ed occupazionale. La campagna può offrire prospettive di lavoro sia per chi vuole intraprendere con idee innovative sia per chi vuole trovare un’occupazione anche temporanea e fare una esperienza a contatto con la natura”.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Oscar Green: il concorso che premia l’innovazione e la sicurezza in agricoltura Ingegneri.info