Gestione sostenibile delle comunità: è Sappada il comune più virtuoso d’Italia | Ingegneri.info

Gestione sostenibile delle comunità: è Sappada il comune più virtuoso d’Italia

Si è concluso il progetto pilota guidato dall’università di Padova e certificato da CSQA, che ha premiato il comune friulano di Sappada per la “Gestione sostenibile delle comunità”

image_pdf

La certificazione ISO 37101 “Gestione sostenibile delle comunità” è uno standard nato affinché comunità e centri urbani si attivino per studiare e applicare una strategia di sviluppo sostenibile dal punto di vista economico, sociale e ambientale. Lo standard in questione definisce quindi le azioni da mettere in campo per raggiungere gli obiettivi di sviluppo più consoni al territorio.

Lo scorso 10 maggio presso la Sala Donghi dell’Università degli Studi di Padova si è tenuta la conferenza di consegna ufficiale della certificazione ISO 37101 al Comune di Sappada, primo in Italia a soddisfare i requisiti richiesti, raggiungendo così un importante traguardo. Presenti all’evento il sindaco Manuel Piller Hoffer, l’ex ministro dell’Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, il prof. Antonio Scipioni del Dipartimento Ingegneria Industriale dell’università di Padova, responsabile del progetto pilota e la dr.ssa Maria Chiara Ferrarese, vicedirettrice e R&S Executive Manager di CSQA Certificazioni. Il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimo Fedriga, ha inviato i propri saluti, felicitandosi per il raggiungimento di questo traguardo.

Il titolo guadagnato da Sappada – il cui sviluppo segue entrambi i percorsi, strategico e operativo – condurrà il comune a gestire attrattività, conservazione e miglioramento dell’ambiente, resilienza, utilizzo responsabile delle risorse, coesione sociale e benessere.

“L’attuazione della sostenibilità – ha affermato proprio Scipioni più che una scelta sta diventando un impegno etico di tutte le amministrazioni per assicurare il benessere delle comunità locali. Il progetto pilota di applicazione dello standard ISO 37101 ci ha consentito di organizzare la gestione della comunità secondo regole condivise a livello internazionale che hanno contribuito a individuare azioni concrete e definite da parametri di miglioramento”.

Insieme all’importante lavoro di ricerca dell’università di Padova e all’impegno dei dipendenti comunali e dei rappresentanti di alcune associazioni locali, un contributo significativo lungo tutto l’iter progettuale è stato fornito da CSQA, l’ente terzo indipendente che ha rilasciato la certificazione.

“La collaborazione con l’università di Padova e con il Comune di Sappada – ha dichiarato la Ferrarese – ha permesso di mettere a punto un nuovo servizio certificativo, particolarmente innovativo e di grande interesse per la pubblica amministrazione e a beneficio delle comunità. Questa certificazione – un nuovo step nel consolidato impegno di CSQA nell’ambito dello sviluppo sostenibile – rappresenta un importante traguardo e arricchisce le proposte per garantire i cittadini sui temi della sostenibilità e della responsabilità sociale. Siamo orgogliosi di aver aperto con questo progetto e questi partner una strada nuova”.

Le scelte strategiche operate dall’amministrazione durante questo percorso, guidate dal sindaco Piller Hoffer, sono spinte dalla consapevolezza che lo sviluppo sostenibile è la chiave di volta per interpretare le sfide del futuro. Nel pratico la certificazione consentirà, ad esempio, di pianificare le opere pubbliche con criteri ben precisi e indicatori verificabili da un punto di vista ambientale ed economico, al fine di evitare che queste diventino nel tempo un peso e non una risorsa per il territorio.

Per Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione UniVerde, che da 10 anni promuove la diffusione della cultura ecologista e, attraverso la campagna Green Pride, la divulgazione delle best practices ambientali: “Sappada riceverà sicuramente il Green Pride in quanto esempio virtuoso e lungimirante di pubblica amministrazione. La tutela dell’ambientale e lo sviluppo sostenibile sono le vere sfide del futuro e conditio sine qua non per il bene delle comunità”.

In tale contesto, il Giro d’Italia, che vedrà Sappada come XV tappa il 20 maggio, potrà avvalersi per la prima volta di un territorio organizzato in modo più competitivo e più attento alle tematiche ambientali e di sviluppo sostenibile.

Copyright © - Riproduzione riservata
Gestione sostenibile delle comunità: è Sappada il comune più virtuoso d’Italia Ingegneri.info