Valutazione di impatto ambientale: il punto di vista di Alberto Muratori | Ingegneri.info

Valutazione di impatto ambientale: il punto di vista di Alberto Muratori

Alberto Muratori, direttore di "Ambiente & sviluppo", rivista di riferimento del settore ambientale, commenta la nuova VIA

valutazione impatto ambientale
image_pdf

A pochi giorni dalla pubblicazione in gazzetta del decreto legislativo n. 104 del 16 giugno 2017, proponiamo l’articolo con il quale l’Ingegner Alberto Muratori, direttore scientifico della rivista Ambiente & Sviluppo, commenta i concetti più importanti della riforma dell’attuale disciplina della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale, facendo emergere sia i lati positivi sia gli aspetti meno convincenti della nuova disciplina, in vigore dal 21 luglio.

L’articolo è pubblicato sul n. 7/2017  della rivista:

 

 

 

La riforma del D.Lgs. 152/2006 – Parte II, e la nuova VIA: l’“arte” del taglia/copia/incolla

di Alberto Muratori

Dopo un intenso lavoro, largamente compiuto “sotto traccia”, per dare corpo alla delega assegnata al governo dagli artt. 1 e 14 della Legge 9 luglio 2015, n. 114 (Legge di delegazione europea 2014)  a soli tre mesi da una preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri, con la quale era stata approvata una prima bozza dell’atto, il medesimo Organo ne ha ora licenziato il testo definitivo, che – a meno di inattesi (ma pur sempre possibili) “incidenti di percorso”, nella fase conclusiva, – troverà, così come da ultimo proposto, la via della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, una volta tanto senza sfondare di troppo il termine fissato per gli Stati membri dall’art. 2 della Direttiva di che trattasi, fissato alla data del 16 maggio 2017…

Per dare corpo alla delega assegnata al governo dagli artt. 1 e 14 della Legge 9 luglio 2015, n. 114 (Legge di delegazione europea 2014) a soli tre mesi da una preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri, con la quale era stata approvata una prima bozza dell’atto, il medesimo Organo ne aveva licenziato il testo definitivo, proprio mentre stava per andare in pubblicazione il n. 7/2017 di questa Rivista, si è appreso che il provvedimento di che trattasi, una volta tanto, senza intoppi, aveva trovato la via della Gazzetta Ufficiale, con meno di due mesi di ritardo sul termine fissato per gli Stati membri dall’art. 2 della Direttiva di che trattasi, fissato alla data del 16 maggio 2017.

Sebbene avessimo ritenuto opportuno, per l’importanza del tema, contravvenire, in via eccezionale, alla prassi fatta propria da chi scrive, di non spendere neppure mezza parola a commento di provvedimenti ancora in itinere, avevamo ritenuto opportuno fornire, comunque, qualche anticipazione sui più importanti contenuti dello schema di decreto legislativo “per l’attuazione della direttiva 2014/52/Ue”, a valle delle modifiche introdotte dalle competenti Commissioni dei due rami del Parlamento, chiuso anche il ciclo dei rimpalli tra l’una e l’altra; ma per la fortuita circostanza della così veloce pubblicazione del provvedimento in G.U., che entrerà in vigore il 21 luglio 2017, possiamo ora proporre ai lettori il pezzo già scritto, in termini di primissimo commento “a caldo” della nuova disciplina sulla VIA.

Per continuare a leggere l’articolo, clicca sul link in fondo alla pagina.

Copyright © - Riproduzione riservata
Valutazione di impatto ambientale: il punto di vista di Alberto Muratori Ingegneri.info