Addio ad Artur Fischer, inventore del tassello a espansione | Ingegneri.info

Addio ad Artur Fischer, inventore del tassello a espansione

Scompare a 96 anni il geniale inventore del sistema di ancoraggio che ha rivoluzionato l'edilizia contemporanea (e il fai da te). Si calcola che abbia depositato in vita più brevetti di Thomas Edison

artur_fischer
image_pdf

E’ morto Artur Fischer, l’inventore del sistema di ancoraggio che ha rivoluzionato il mondo delle costruzioni contemporanee, dando una significativa spinta al ‘fai-da-te’. Ad annunciare il suo decesso, a 96 anni, è stato proprio il gruppo Fischer.

Nato a Waldachtal-Tumlingen in Germania (città dove è anche deceduto), figlio di un sarto, Fischer ha sempre avuto un’ossesione per le ingegnose riparazioni e le invenzioni. Il suo primo brevetto registrato risale al 1947 e nasce da un’idea pratica ben precisa: un meccanismo sincronizzato che consentiva di far scattare il flash di una macchina fotografica al momento di scatto dell’otturatore senza ricorrere alla fastidiosa corda necessaria, fino a quel momento, per attivare la luce. Il dispositivo fu acquistato dalla Agfa, la storica compagnia di prodotti fotografici, e di fatto gettò le basi per il flash automatico in uso in gran parte delle macchine fotografiche.

Da lì in avanti Fischer ha depositato più di 1.100 brevetti, da bicchieri con coperchi retrattili a scatole da compact disc. Si calcola che Fischer abbia depositato più brevetti di Thomas Edison, che ne registrò 1.093 a suo nome.

La più nota delle sue invenzioni resta il tassello a espansione da muro. L’idea nacque nel 1958, per risolvere un problema segnalato sia dagli operatori edili che dagli ‘amatori’ delle riparazioni casalinghe: come inserire una vite in modo sicuro nell’intonaco o nel cartongesso. Fischer sviluppò un tappo in nylon con una punta divisa da inserire in un foro. Man mano che la vite girava, il tappo le impediva di danneggiare la parte muraria; allo stesso tempo la vite, avanzando, premeva contro le pareti del buco; grazie alle celebri ‘pinne’ del tassello, il blocco evitava di venir via, lasciando il gancio saldamente ancorato.

Nasce così un’invenzione piccola ma grande, di portata enorme in un certo senso: talmente rivoluzionaria da diventare uno dei rari casi in cui il nome proprio della tecnologia diventa talmente di uso comune da prendere il posto della sua definizione generica: appunto, il “Fischer”. Grazie Artur.

Copyright © - Riproduzione riservata
Addio ad Artur Fischer, inventore del tassello a espansione Ingegneri.info