Architettura: assegnati i premi nazionali | Ingegneri.info

Architettura: assegnati i premi nazionali

wpid-8993_nuovomuseoauto.jpg
image_pdf

Il museo dell’automobile di Torino, le residenze sociali di via Gallarate a Milano, la spa e l’auditorium di Napoli sono alcuni dei vincitori della quarta edizione dei Premi Nazionali di Architettura In/Arch-Ance, scelti tra 150 opere e premiati nei giorni scorsi a Roma.

L’iniziativa, promossa dall’Istituto Nazionale di Architettura (Inarch) e dall’Associazione dei costruttori edili (Ance), ha lo scopo di premiare le migliori opere di buona architettura realizzate in Italia negli ultimi cinque anni, assegnando il riconoscimento alle tre figure che ne hanno consentito la realizzazione: committente, progettista e impresa. Nelle intenzioni degli organizzatori, i premi costituiscono anche l’occasione per monitorare la produzione di opere di architettura nel nostro Paese e per promuovere la qualità architettonica attraverso politiche esemplari soprattutto nel settore della costruzione pubblica.

Il premio nazionale per un intervento di nuova costruzione è stato assegnato al nuovo Museo nazionale dell’automobile di Torino, progettato dagli studi Cino Zucchi Architetti, Recchi Engineering e Proger e realizzato dalle imprese Arcas, Siemens, Bogetto Engineering e D’Arcano Sergio.

A vincere nella categoria intervento di riqualificazione edilizia è stato il lavoro di restauro del tempio del Duomo di Pozzuoli e di allestimento del percorso archeologico ipogeo al Rione Terra, commissionati dalla Regione Campania: il primo frutto del lavoro di un team di progettisti con capogruppo Marco Dezzi Bardeschi, il secondo progettato dallo studio Gnosis, realizzati entrambi dal Consorzio Rione Terra.

Il premio nazionale per un intervento di housing sociale se lo è aggiudicato l’intervento di costruzione di residenze sociali, parco e servizi al quartiere Gallarate a Milano, volute dal Comune di Milano, progettate dallo studio Mab Arquitectura degli architetti Massimo Basile e Floriana Marotta e realizzate dall’impresa Aldo Pollonio.

In/Arch-Ance ha anche premiato tre opere realizzate e progettate da giovani progettisti under 40: il nuovo centro servizi Bagnoli Hub a Napoli, progettato da Ati Servizi Integrati-Idi e dall’architetto Silvio d’Ascia; il nuovo centro di formazione avanzata a Brescello, in provincia di Reggio Emilia, denominato Domus Technica dello studio Iotti+Pavarani; il museo Pitagora di Crotone, progettato da Obr-Open building research.

Il premio alla carriera è stato assegnato a Lucio Passarelli, uno dei principali protagonisti della cultura architettonica italiana. Infine, il riconoscimento intitolato a Bruno Zevi per la diffusione della cultura architettonica, destinato a una testata giornalistica, è andato alla trasmissione di Rai 3 Report di Milena Gabanelli, che – si legge nella motivazione – ha contribuito “alla diffusione della cultura architettonica attraverso la difesa dei principi di legalità e controllo del territorio che un’edilizia sana e di qualità persegue”.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Architettura: assegnati i premi nazionali Ingegneri.info