Campi elettromagnetici in edilizia, le nuove linee guida | Ingegneri.info

Campi elettromagnetici in edilizia, le nuove linee guida

Un decreto del Minambiente stabilisce nuovi valori di assorbimento dei campi elettromagnetici da parte delle strutture degli edifici

wpid-26062_ingegnericoverelettrosmog.jpg
image_pdf

Il 3 febbraio 2015, la Commissione Ambiente della Camera dei Deputati ha approvato lo schema di decreto del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare recante linee guida concernenti la determinazione dei valori di assorbimento del campo elettromagnetico da parte delle strutture degli edifici.

Le linee guida e definiscono i valori di assorbimento deI campo elettromagnetico da parte delle strutture degli edifici, in riferimento ai campi elettromagnetici (Cem) ad alte frequenze (100 kHz – 300 GHz) generati soprattutto dagli impianti di diffusione radiotelevisiva e dalle stazioni radio base (Srb) per la telefonia mobile e disciplinati dal D.P.C.M dell’8 luglio 2003.

Per tenere conto delle differenti proprietà schermanti offerte dai materiali in funzione della frequenza, sulla base anche della letteratura disponibile, sono stati adottati i seguenti due diversi fattori di riduzione:

1. pareti e coperture senza finestre o altre aperture di analoga natura, in prossimità di impianti con frequenza di trasmissione superiori a 400 MHz: 6 dB;

2. pareti e coperture senza finestre o altre aperture di analoga natura, in presenza di segnali a frequenze inferiori a 400 MHz: 3 dB;

3. pareti e coperture con finestreo altre aperture di analoga natura, in considerazione della possibilità di esposizione nella condizione a “finestre aperte“, indipendentemente dalla frequenza di funzionamento degli impianti: 0 dB.

l fattori di attenuazione saranno applicati sulla base delle indicazioni riportate sulla documentazione e/o sulla cartografia fornite dall’operatore. In assenza di tali indicazioni, gli edifici saranno sempre considerati come provvisti di finestre (tale considerazione vale anche nel caso di pareti di copertura, in cui è possibile la presenza di abbaini o lucernai).

La determinazione dei suddetti valori di assorbimento del campo elettromagnetico è il risultato della sperimentazione effettuata dall’Ispra e dalle Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente di Liguria, Piemonte, Umbria e Veneto. Nel rapporto finale predisposto dall’Ispra risulta che:

·  per la frequenza 900 MHz, la metà dei valori di attenuazione non supera il “test di significatività”;

·  per la frequenza 400 MHz, la maggior parte dei valori di attenuazione supera il “test di significatività” e presentano un segno positivo, rappresentando quindi un’attenuazione effettiva.

L’Ispra, tenendo conto della necessità di considerare il caso peggiore tra quelli oggetto della valutazione svolta, ha ritenuto adeguato considerare pari a 0 dB (assenza di attenuazione) il valore di assorbimento del campo elettromagnetico da parte delle strutture degli edifici nei casi di presenza di pareti e coperture con finestre o altre aperture di analoga natura, indipendentemente dalla frequenza di trasmissione dell’impianto.

LEGGI ANCHE: Le fonti elettromagnetiche avranno un catasto nazionale

L’autore


Giorgio Tacconi

Nato a Milano nel 1956, laureato in giurisprudenza, svolge come libero professionista attività di comunicazione, informazione e consulenza tecnico-giuridica in tema di sicurezza negli ambienti di lavoro, tutela dell’ambiente e sostenibilità, responsabilità sociale d’impresa. Ha collaborato come autore di testi, siti e banche dati con Cedis, McGrawHill, Eco-comm, De Agostini, Rcs, Conde Nast, LifeGate, Sistemi Editoriali, Giappichelli.

Riferimenti Editoriali


Manuale Ambiente 2014

Aggiornato alla più recente normativa, il volume contiene tutte le informazioni e le linee guida utili per lo svolgimento della propria attività in materia ambientale. 

Tra le principali novità dell’edizione 2014, quelle in materia di: autorizzazione integrata ambientale, inquinamento elettromagnetico, impianti termici, rifiuti, rifiuti elettronici, Sistri, tassa sui rifiuti, gas serra e valutazione di impatto ambientale.

Nel Cd-Rom allegato una esaustiva selezione della normativa portante della materia.

Autore:   •   Editore: Ipsoa – Indicitalia   •   Anno:

Vai all’approfondimento tematico

Copyright © - Riproduzione riservata
Campi elettromagnetici in edilizia, le nuove linee guida Ingegneri.info