Come progettare un ufficio: gli spazi di lavoro | Ingegneri.info

Come progettare un ufficio: gli spazi di lavoro

L’organizzazione funzionale di un edificio per uffici: come progettare efficacemente gli spazi di lavoro?

image_pdf

Progettare un edificio per uffici richiede di mettere insieme e armonizzare differenti funzioni che richiedono spazi specifici propri. Vediamo quali sono gli spazi necessari, in particolare quelli strettamente dedicati al lavoro, e le loro caratteristiche principali da tenere presente per il progetto
Il cuore di un ufficio sono gli spazi di lavoro. Dovremo prevedere aree per il lavoro individuale e aree dedicate al lavoro di gruppo, aree per riunioni o per conferenze, e poi aree in cui collocare alcuni servizi comuni, come un archivio, un centro riproduzione o almeno uno spazio attrezzato con stampante e fotocopiatrice.

Naturalmente in base al tipo di ufficio le variazioni possono essere anche importanti: ben diverso sarà progettare uno studio per architetti o ingegneri, per notai o per medici, un ufficio pubblico, una banca… Il primo passaggio è quindi mettere a fuoco gli elementi e gli spazi specifici da inserire nel progetto dell’ufficio che stiamo realizzando, banalmente tavoli grandi per esaminare i disegni, piuttosto che spazi per attrezzature mediche, o archivi, o spazi per accogliere il pubblico. Inoltre dobbiamo avere un’idea del numero di persone che dovrà utilizzare gli spazi.

Una postazione di lavoro “tipo” – costituita sostanzialmente da un tavolo con videoterminale, una sedia, un piccolo archivio ed eventualmente dei separatori per creare una maggiore privacy – rappresenta un’unità base di ogni edificio per uffici. Attorno a essa potremo progettare uffici cellulari destinati a una sola persona, oppure uffici più grandi con più postazioni distinte ma vicine, o uffici a spazio aperto. Oggi la tendenza va verso spazi di lavoro flessibili e adattabili alle diverse esigenze lavorative, quindi un buon progetto dovrà contemplare spazi di diverso tipo e nello stesso tempo la possibilità di modificare l’organizzazione degli spazi stessi ricombinando l’arredo e utilizzando partizioni verticali per individuare zone più raccolte. Attenzione: per questo è fondamentale che la gestione delle reti impiantistiche resti svincolata dagli altri elementi tecnici così da poter essere più facilmente adattata alle riconfigurazioni degli spazi.

Accanto alle postazioni per il lavoro individuale dobbiamo prevedere spazi per il lavoro in team. In questi ambienti l’arredamento dovrà essere facilmente spostabile e riorganizzabile in funzione del gruppo di lavoro, potremo prevedere oltre ai tavoli e alle sedie anche sedute più informali come qualche poltroncina, ma deve sempre essere previsto il collegamento alle reti di connessione.
A completamento degli spazi di lavoro, una piccola area break può essere vantaggiosamente collocata su ogni piano, o comunque in una zona facilmente raggiungibile da più uffici. Dobbiamo immaginare un locale confortevole, ben illuminato e aerato, in genere dovrà essere previsto lo spazio per collocare macchine distributrici di caffè, bibite e snack, e può essere arredato con poltroncine e tavolini. Può essere apprezzata la collocazione di questo spazio nei pressi di una finestra sull’esterno, soprattutto in quegli uffici con sistemi di climatizzazione controllata.
A seconda delle dimensioni, in un edificio per uffici potranno essere progettati anche spazi grandi per accogliere un buon numero di persone, pensiamo alle sale per riunioni, a spazi per corsi di formazione, alle sale conferenze… In questi casi sarà necessario provvedere a un adeguato isolamento acustico, per evitare il fastidio nelle zone di lavoro adiacenti, e contemporaneamente a una buona acustica dell’ambiente.

Le sale per riunioni, in particolare, possono avere dimensioni molto diverse, oltre a tavolo/i di opportuna grandezza e sedie, sarà necessario prevedere almeno una lavagna o uno schermo per proiezioni con tutte le attrezzature tecnologiche necessarie, collegamento a PC, microfoni e sistemi di amplificazione ecc. e quindi adeguati armadi per l’alloggiamento delle apparecchiature quando non utilizzate. Sarà necessario inserire anche opportuni sistemi di oscuramento della sala durante le proiezioni. Nelle sale più grandi può essere interessante prevedere sistemi di suddivisione dello spazio tramite pareti mobili scorrevoli insonorizzate, così da creare ambienti di dimensioni minori adeguate a differenti esigenze, quando necessario.

Nelle sale per conferenze o per videoconferenze – da prevedere generalmente per le aziende più grandi – tavoli e sedie per conferenzieri e uditori saranno affrontati e dovranno essere collocati in funzione della visibilità. Le sale per conferenze possono trovare collocazione anche ai piani interrati, dotate di adeguati sistemi di climatizzazione e insonorizzazione. Se il progetto prevede una sala di dimensioni importanti, potrebbe essere sensato pensare a un pavimento inclinato e poltrone fisse: sicuramente questa soluzione migliora la visione e rende l’ambiente più adatto. Utile progettare, dove possibile, anche un ingresso collegato con la reception per i visitatori esterni. Questo tipo di spazi può richiedere una progettazione più attenta a esigenze di rappresentanza dovendo accogliere anche ospiti esterni all’ufficio, occorrerà quindi scegliere arredi e finiture più ricercati.

Un altro spazio da considerare, anche se più “nascosto”, è quello destinato agli archivi. Questi locali possono trovare una adeguata collocazione nei seminterrati, sia perché non richiedono un’illuminazione naturale (anzi), sia perché il peso dei materiali conservati potrebbe non essere trascurabile, soprattutto se si tratta di archivi cartacei. Dovremo prevedere adeguate scaffalature e armadi, anche dotati di chiusure a chiave, collocati in modo da sfruttare al meglio gli spazi disponibili in previsione dell’aumento dei materiali presenti. Attenzione anche a eventuali problematiche tipo umidità o presenza di animali che dovranno essere controllate con gli opportuni accorgimenti del caso.
Naturalmente, oltre agli spazi di lavoro propriamente detti, nel progettare un ufficio dovremo considerare anche una serie di spazi dedicati alle funzioni di “contorno”, locali tecnici e servizi ma soprattutto un adeguato ingresso alla struttura con la reception. Si rimanda all’articolo dedicato per gli approfondimenti.

Leggi anche: Sicurezza sul lavoro 2017: un capitolo del nuovo manuale in free download

Copyright © - Riproduzione riservata
Come progettare un ufficio: gli spazi di lavoro Ingegneri.info