Da Itaca le linee guida per le opere di urbanizzazione a scomputo degli oneri | Ingegneri.info

Da Itaca le linee guida per le opere di urbanizzazione a scomputo degli oneri

wpid-19720_lavori.jpg
image_pdf

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, nella seduta del 7 novembre 2013, ha approvato le linee guida recanti “Realizzazione delle opere a scomputo degli oneri di urbanizzazione”. Sono il risultato del lavoro di uno specifico gruppo nato in seno a Itaca, l’Istituto per l’innovazione e la trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale, e coordinato dalla Regione Veneto. L’obiettivo è fornire strumenti operativi di ausilio alle piccole e medie amministrazioni aggiudicatrici nella realizzazione delle opere di urbanizzazione attraverso l’istituto dello scomputo dei relativi oneri.

Si tratta di una materia di particolare complessità, in particolare per il suo assoggettamento alla disciplina degli appalti pubblici, affermato per la prima volta dalla Corte di Giustizia delle Comunità Europee nella sentenza 12 luglio 2001, (C-399/98), con l’obbligo per l’operatore edilizio di realizzare le opere di urbanizzazione a scomputo agendo come stazione appaltante mediante indizione di procedure di evidenza pubblica. I vari interventi normativi che dovevano adeguare l’ordinamento interno ai principi comunitari, “hanno formato oggetto di numerosi indirizzi interpretativi nel tentativo di risolvere le questioni lasciate irrisolte dal legislatore, senza tuttavia offrire un quadro organico e sistematico utile per la concreta gestione dei procedimenti connessi all’attuazione degli interventi di urbanizzazione”, si legge nella nota rilasciata dall’Istituto.

Perciò le linee guida appena introdotto propongono un approccio diverso, che partendo dalla corretta qualificazione giuridica della fattispecie normativa, si propone di individuare e diffondere “best practices” che possano costituire guida per gli enti locali ed operatori economici privati nella strutturazione dei reciproci rapporti in rispondenza a criteri di opportunità ed efficienza. Inoltre, il supporto operativo è fornito anche attraverso l’elaborazione di una convenzione urbanistica tipo che contempla la realizzazione delle opere di urbanizzazione a scomputo, predisposta in forma modulare a seconda dell’opzione prescelta tra quelle consentite dalla legge.

Il documento si articola è articolato in tre parti. Nell’allegato 1 vengono indicate le best pratices che le amministrazioni dovrebbero seguire operativamente nella gestione del procedimento di realizzazione delle opere di urbanizzazione a scomputo. Completano il documento l’allegato 2 e 3, due schemi di convenzione-tipo rispettivamente per le opere di urbanizzazione sopra e sottosoglia.

Nelle linee guida sono trattate le questioni fondamentali della materia, sia con riferimento agli aspetti urbanistici sia con riguardo a quelli appaltistici: i punti più significativi e qualificanti attengono infatti alla enucleazione dei poteri di controllo delle amministrazioni comunali durante tutta la fase di attuazione delle opere previste in convenzione, al ruolo del responsabile del procedimento, alle opere “ulteriori” rispetto a quelle da realizzare a scomputo, alla individuazione delle fattispecie di realizzazione diretta da parte dell’operatore edilizio delle opere di urbanizzazione primaria sotto soglia. Il documento completo è visibile a questo link.

Copyright © - Riproduzione riservata
Da Itaca le linee guida per le opere di urbanizzazione a scomputo degli oneri Ingegneri.info