Edilizia libera: pubblicato il decreto con il glossario degli interventi | Ingegneri.info

Edilizia libera: pubblicato il decreto con il glossario degli interventi

Il decreto predisposto dal Mit, con il glossario dell'edilizia libera e un elenco delle principali opere edilizie realizzabili senza titolo abilitativo

La pitturazione muraria è una delle attività comprese nel pacchetto 'edilizia libera'
La pitturazione muraria è una delle attività comprese nel pacchetto 'edilizia libera'
image_pdf
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 81 del 7 aprile 2018 è stato pubblicato il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti 2 marzo 2018 recante “Approvazione del glossario contenente l’elenco non esaustivo delle principali opere edilizie realizzabili in regime di attività edilizia libera, ai sensi dell’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 222”.
Il decreto contiene il glossario dell’edilizia libera (scaricabile alla fine dell’articolo), un elenco delle principali opere edilizie realizzabili senza titolo abilitativo, in attuazione dell’art. 1 del decreto legislativo n. 222 del 2016.

La tabella allegata al decreto relativo all’edizilia libera indica:

1. Il regime giuridico dell’attività edilizia libera.
2. L’elenco delle categorie di intervento in edilizia libera.
3. L’elenco, non esaustivo, delle principali opere che possono essere realizzate per ciascun elemento edilizio.
4. L’elenco, non esaustivo, dei principali elementi oggetto di intervento, individuati per facilitare la lettura della tabella da cittadini, imprese e Pubblica amministrazione.
Per tutti gli interventi, resta come presupposto inderogabile il rispetto delle prescrizioni degli strumenti urbanistici comunali e di tutte le normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell’attività edilizia, quali: norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, relative all’efficienza energetica, di tutela del rischio idrogeologico, delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio.
Gli elenchi delle opere edilizie realizzabili mediante Cila, Scia, permesso di costruire e Scia alternativa al permesso di costruire, saranno adottati con successivi decreti.

Cosa si può fare in ‘edilizia libera’: 58 definizioni

La lista che trovate allegata a questo articolo, al momento non è esaustiva ed è suscettibile di aggiornamenti: si compone di 58 definizioni degli interventi di edilizia privata, a loro volta articolate in 3 o 4 sottospecie, che non richiedono comunicazioni (Cil, Cila, Scia) né permesso di costruire, quali i piccolissimi interventi di manutenzione e miglioramento, le opere per arredo da giardino, i gazebo di limitate dimensioni e non stabilmente infissi al suolo, pergolati di limitate dimensioni e non stabili, ripostigli per attrezzi, manufatti accessori di limitate dimensioni non stabili, tende, tende a pergola, pergotende e gli interventi volti all’eliminazione di barriere architettoniche che non comportano la realizzazione di manufatti che alterano la sagoma dell’edificio: ascensori, montacarichi, servo scala, rampe, apparecchi sanitari e impianti igienici e idro-sanitari, dispositivi sensoriali.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Edilizia libera: pubblicato il decreto con il glossario degli interventi Ingegneri.info