Facciata in composito per lo Sheraton Malpensa | Ingegneri.info

Facciata in composito per lo Sheraton Malpensa

wpid-4947_malpensa.jpg
image_pdf

Il prestigioso marchio Sheraton (Gruppo Starwood) sbarca all’aeroporto di Milano Malpensa e lo fa attraverso un importante investimento condiviso con gli olandesi di Schipol Real Estate (la divisione immobiliare del gestore dell’aeroporto di Amsterdam). L’inaugurazione è prevista per il mese di luglio.

Progettata dallo studio romano King Roselli Architetti, la struttura, larga 450 metri e alta 14, prevede la realizzazione di un edificio principale costituito da una struttura circolare in acciaio e vetro collegato a due ali laterali che ospiteranno le camere; si sviluppa su tre piani, dove trovano posto uffici, 420 camere per gli ospiti, caffè e ristoranti, nonché un Centro Conferenze di 2000 m2. Il costo complessivo dell’opera si aggira intorno a 67 milioni di Euro.

Particolarità della struttura è la facciata curva: “Il progetto si basa sull’idea di una grande pelle che si piega e che avvolge i corpi che contengono le camere. Tutte le installazioni sono nascoste sotto la sua copertura e respirano attraverso diverse aperture. Nell’insieme, la struttura ricorda più un oggetto di design che un edificio”, nota il progettista, l’arch. Riccardo Roselli.

La pelle esterna è ottenuta accostando elementi pultusi lunghi 20 metri e larghi uno, realizzati dalla società italiana P.C.R. (Progettazione Costruzione Ricerca), utilizzando materiale termoindurente e fibre di vetro fornite dalla 3B. La finitura al quarzo, idrorepellente, è rivestita con un film di colore bianco-grigio.

Gli architetti hanno scelto questo materiale, abbastanza inusuale nei rivestimenti di facciata, dopo un confronto con altri prodotti quali membrane liquide a spruzzo e policarbonato: “Benché alcuni di questi materiali fossero adatti alla termoformatura, presentavano limiti per quanto riguarda la saldatura e non soddisfacevano tutti i requisiti prestazionali – afferma Roselli -. Le membrane liquide a spruzzo, potevano coprire con un unica pellicola tutto l’edificio in modo uniforme, ma l’edificio era semplicemente troppo grande 

Copyright © - Riproduzione riservata
Facciata in composito per lo Sheraton Malpensa Ingegneri.info