Fondi ai Comuni, erogazione dei contributi per le zone sismiche 1 e 2 | Ingegneri.info

Fondi ai Comuni, erogazione dei contributi per le zone sismiche 1 e 2

Erogati i contributi ai 265 comuni beneficiari e situati in zona sismica 1 e 2: la progettazione deve essere emanata entro il 22 febbraio 2019

fondi rischio sismico
image_pdf

Attraverso il decreto del 19 ottobre 2018, pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 7 novembre 2018, è stabilita la graduatoria dei Comuni beneficiari del contributo 2018 (allegato 1 del decreto) per la progettazione definitiva ed esecutiva nella zone a rischio sismico e idrogeologico. Il 15 novembre 2018, il Ministero dell’interno ha provveduto ad erogare il contributo assegnato ai comuni individuati ai sensi del precedente articolo 2, al fine di garantire la corretta imputazione dell’entrata relativa al contributo di cui al presente decreto, relativamente alle zone sismiche 1 e 2.

Allegato 1: elenco Comuni beneficiari ed erogazione del contributo

Le richieste ritenute ammissibili sono riportate nell’allegato 1 del decreto del 19 ottobre 2018.

I contributi relativi alle spese di progettazione definitiva ed esecutiva per le opere pubbliche sono pari a 25 milioni di euro per l’anno 2018 e verranno stanziati in base alla graduatoria di priorità indicata nell’allegato 2 del decreto.

Non si procede all’assegnazione della quota residuale del fondo, pari ad euro 917.860,30, rimanendo comunque destinata alle finalità del Fondo.

Infine, il decreto assegna un contributo ai primi 265 interventi presenti in graduatoria per un totale complessivo di 24.082.139,70 euro.

Monitoraggio delle attività di progettazione

  • La progettazione deve essere affidata entro 3 mesi dall’emanazione del decreto cioè al 22 febbraio 2019;
  • Il monitoraggio avviene attraverso la Banca dati delle pubbliche amministrazioni (BDAP);
  • La data di affidamento coincide con la data di richiesta del Cig.

Rendicontazione

  • Se di ottempera alla BDAP, sono esonerati dall’obbligo di presentazione del rendiconto delle somme ricevute di cui all’articolo 158 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n.267, limitatamente ai dati finanziari e di avanzamento procedurale al predetto sistema.
  • Nel caso di economie di spesa realizzate sull’affidamento dell’attività di progettazione, desunte dal ripetuto sistema di monitoraggio classificato come ‘Sviluppo capacità progettuale dei comuni’, il Ministero dell’interno precederà a recuperare dette risorse secondo le modalità di cui ai commi 128 e 129 dell’articolo 1 della legge 24 dicembre 2012, n. 228.

Normativa di riferimento a supporto

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Fondi ai Comuni, erogazione dei contributi per le zone sismiche 1 e 2 Ingegneri.info