Il Museo della Storia Polacca | Ingegneri.info

Il Museo della Storia Polacca

wpid-8857_home.jpg
image_pdf

La sfida odierna del creare un nuovo Museo di Storia della Polonia consiste nel considerare il rapporto storico tra l’identità nazionale, la memoria collettiva e le tradizioni di una cultura in un contesto globale moderno.

Il progetto del museo disegnato dallo studio Zerafa per la città di Varsavia, vuole comunicare ai possibili utenti lo spirito essenziale dell’identità polacca ed essere significativo per i visitatori provenienti da tutto il mondo rappresentando una soluzione che attinge al potere della storia di illuminare, insegnare e migliorare il collegamento tra la celebrazione delle idee e le aspirazioni umane.

La proposta per l’edificio del museo – uno spazio di 20.000 metri quadri – mediante un passo coraggioso, ha invertito la tipica tipologia dello spazio espositivo. Il programma completo delle gallerie è concepito come dieci oggetti monolitici e tridimensionali, con una ‘partenza’ drammatica della galleria principale definita esclusivamente come spazio interno. Le gallerie sono date una solidità impressionante e di una scala monumentale, eppure molte ‘galleggiano’ nello spazio sorrette da piedistalli virtuali. E’ la complessità di questa duplice espressione di monumentalità e leggerezza che definisce la contraddizione all’interno dell’esperienza del singolo museo. Le dieci gallerie sono giustapposte le une alle altre sia in verticale che in orizzontale per creare una composizione a tre dimensioni unificata solamente da un unico volume per la circolazione lineare. Gli oggetti spingono verso l’esterno o l’interno come i cassetti di una cassettiera per creare una serie di vuoti interni e drammatici spazi interstiziali.

Le superfici esterne delle gallerie, i suoi lati superiori e inferiori, forniscono tele multiple per un uso espositivo non convenzionale. Inoltre, in questa configurazione di spazi accidentali può diventare un’importante occasione per mostre temporanee ed eventi a sorpresa per lo spazio del programma.

Le dieci ‘scatole’ contengono le cinque divisioni cronologiche del programma della mostra permanente, i due spazi espositivi temporanei, e la mostra connessa alla zona educativa. La libera composizione delle scatole delle gallerie non determina una particolare distribuzione delle gallerie permanenti, ma fornisce un ambiente flessibile per molteplici interpretazioni di come le gallerie possono essere assegnate e delle relazioni tra loro.

La galleria “alta” dedicata alle mostre temporanee è una scatola alta 12 metri che sporge dalla facciata orientale e attraverso la struttura del tetto per formare un elemento drammatico a torre all’interno dello stesso museo.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Il Museo della Storia Polacca Ingegneri.info