Il Regolamento Edilizio Tipo recepito da Piemonte e Veneto | Ingegneri.info

Il Regolamento Edilizio Tipo recepito da Piemonte e Veneto

I Comuni dovranno adeguare i propri regolamenti edilizi entro il maggio 2018, con facoltà di integrare i modelli regionali con norme riguardanti specifici aspetti del proprio territorio.

image_pdf
Altre due Regioni, il Piemonte e il Veneto, hanno recepito il Regolamento Edilizio Tipo derivante dall’intesa raggiunta in sede di Conferenza Stato-Regioni ed Enti Locali il 20 ottobre 2016, finalizzato a uniformare e semplificare le norme e gli adempimenti in materia di  requisiti prestazionali degli edifici, con particolare riguardo alla sicurezza e al risparmio energetico.
Veneto
In seguito ad alcuni incontri con i tecnici professionisti (architetti, ingegneri, geologi, dottori agronomi e forestali, geometri, periti) e con rappresentanti di Anci e dei Comuni capoluogo, la Giunta regionale del Veneto ha recepito il Regolamento Edilizio Tipo, assegnando ai comuni veneti il termine per l’adegueranno dei propri regolamenti edilizi, di 180 giorni dalla data di approvazione del provvedimento di recepimento, quindi entro il 21 maggio 2018.

Per limitare i possibili effetti dell’adeguamento sui procedimenti in itinere, le definizioni uniformi non si applicano ai procedimenti in corso alla data di approvazione del provvedimento comunale, ovvero allo scadere del termine assegnato per provvedere all’adeguamento. I Comuni, nell’ambito della propria autonomia, per assicurare l’invarianza delle previsioni dimensionali degli strumenti urbanistici comunali, potranno adottare specifici provvedimenti che individuino le modalità di trasposizione dei parametri edificatori previsti negli strumenti urbanistici vigenti conseguenti l’applicazione delle nuove definizioni unificate.

Un Tavolo Tecnico Permanente, in collaborazione con l’Anci, elaborerà linee guida e suggerimenti operativi, che saranno poi sottoposti all’esame della Giunta regionale per l’eventuale approvazione, su alcuni contenuti tipici del regolamento edilizio, per semplificare il rapporto con le amministrazioni da parte di cittadini, imprese e tecnici, nonché favorire gli interventi di riqualificazione, rigenerazione e riuso temporaneo degli immobili.
Piemonte
Approvato il Regolamento Edilizio Tipo un giorno dopo rispetto al Veneto, in Piemonte i comuni potranno adeguare i propri regolamenti entro il 22 maggio 2018.
Le 42 definizioni uniformi contenute nell’Allegato A al regolamento, trattano in pratica tutte quelle comuni, dalla “superficie netta” alla “superficie utile”, dal “soppalco” alla “sagoma”, oppure anche solo “l’altezza dell’edificio”.
L’Allegato B elenca invece 118 norme statali che hanno un impatto sull’edilizia: nel nuovo regolamento comunale, in ogni caso, qualsiasi norma statale verrà richiamata esclusivamente attraverso il rinvio all’Allegato B.
Il regolamento edilizio tipo si articola pertanto in due parti:
Principi generali e disciplina generale dell’attività edilizia;
Disposizioni regolamentari comunali in materia edilizia, con le procedure interne, le norme su qualità, sostenibilità e requisiti tecnici complementari. In ogni caso, gli obiettivi da perseguire riguardano semplificazione, igiene pubblica, estetica, incremento della sostenibilità ambientale, superamento delle barriere architettoniche e riqualificazione urbana.
La Regione Piemonte ha dovuto tener conto, nella predisposizione del Regolamento Edilizio Tipo, delle forti differenze che esistono tra i comuni del Piemonte, per situazione demografica e geografica, vocazioni economiche, caratteristiche dei nuclei edificati ed esigenze di tutela.
Il Regolamento Tipo approvato dal Piemonte si indirizza alla totalità dei comuni e disciplina quindi solo il contenuto “minimo” del Regolamento, lasciando alla facoltà del Comune di integrarlo, senza che ciò costituisca pregiudizio per la conformità a quello Tipo, con norme per disciplinare specifici aspetti del proprio territorio, e per conseguire i più elevati “standard” qualitativi e funzionali del prodotto edilizio.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Il Regolamento Edilizio Tipo recepito da Piemonte e Veneto Ingegneri.info